Pensione anticipata 2017, simulatore Ape nel nuovo sito Inps. Ecco novità e funzioni

Pensione anticipata 2017: come annunciato negli scorsi giorni il 3 aprile è stato inaugurato il nuovo sito Inps. Tra le novità più attese il simulatore per il calcolo dell'Ape, l'anticipo pensionistico al via dal 1° maggio.

Pensione anticipata 2017, simulatore Ape nel nuovo sito Inps. Ecco novità e funzioni

Pensione anticipata2017: come da programma è entrato in funzione oggi il nuovo portale online dell’Inps, più diretto e intuitivo per il cittadino. Tra le funzioni più attese il simulatore per Ape volontaria, la pensione anticipata che entrerà in vigore il 1° maggio 2017. Il sito inaugurato il 3 aprile 2017 offre agli utenti una nuova veste grafica più semplice che mira a rinnovare il rapporto che l’Inps instaura con chi usufruisce dei suoi servizi online.

Tra le novità che hanno catalizzato maggiormente l’interesse delle ultime settimane si segnala il simulatore per il costo delle forme di pensione anticipata che a breve dovrebbero essere determinate in concreto da parte dell’esecutivo. Lo strumento era stato annunciato la scorsa settimana da parte del presidente dell’Inps Tito Boeri con particolare riferimento all’Ape volontaria.

Vediamo nel dettaglio le caratteristiche e le possibilità offerte dal nuovo sito Inps insieme alle notizie relative al simulatore per il calcolo dell’Ape volontaria, il nuovo strumento di pensione anticipata al varo del governo.

Pensione anticipata 2017, inaugurato il nuovo sito Inps. Ecco le nuove funzioni

Il 3 aprile 2017 è stato ufficialmente lanciato il nuovo sito Inps dopo una settimana di test e due anni di lavoro. Nonostante si siano verificate delle difficoltà per l’accesso al portale nel corso della mattinata di lunedì, sembrano essere state efficientemente superate le problematiche iniziali garantendo all’utenza la possibilità di poter fruire della nuova veste per i servizi online dell’Istituto di Previdenza.

Un sito maggiormente interattivo, che sin dalla homepage e dalle pagine di ogni sezione pone in evidenza non solamente le notizie e le informazioni più importanti ma anche gli articoli più cliccati e condivisi dagli utenti. Il nuovo portale cercherà anche di anticipare le ricerche dell’utente segnalando contenuti affini a quelli che sono state visualizzate di recente.

Ogni contenuto sarà classificato sulla base di tag redazionali, che permetteranno di poter catalogare in maniera più intuitiva le informazioni contenute all’interno del nuovo sito e che garantiranno una navigazione più fluida al cittadino. Particolare attenzione è stata dedicata anche alla struttura del portale, ora pienamente responsive, che renderà la consultazione facile da qualunque dispositivo, sia esso pc, tablet o mobile.

Pensione anticipata 2017, l’atteso simulatore per il calcolo dell’Ape volontaria

Uno delle funzioni più attese negli scorsi giorni per il nuovo sito Inps è certamente quello relativo al calcolo delle variabili relative all’Ape, la nuova tipologia di pensione anticipata prevista dalla Legge di Bilancio 2017. Il simulatore era stato annunciato da Tito Boeri negli scorsi giorni facendo riferimento in particolare all’Ape volontaria.

Il 27 marzo il Presidente dell’Inps aveva messo in chiaro come il nuovo sito dell’Istituto avrebbe contenuto una sezione dedicata proprio al calcolo del costo della rata associata, oltre che all’ammontare dell’importo della pensione anticipata. Il simulatore per Ape volontaria secondo quanto espresso da Boeri è importante per far sì che il cittadino sia pienamente consapevole delle conseguenze a lungo termine che possono derivare dal prestito relativo a questa forma di anticipo pensionistico.

In tema di pensione anticipata volontaria va detto però che sono ancora molti i punti in attesa di chiarimenti della misura, a cominciare dal suo costo effettivo. L’atteso accordo con le banche dovrebbe fornire maggiori certezze riguardo l’Ape, soprattutto a riguardo del Tan con cui sarà erogato il prestito che indiscrezioni degli ultimi giorni fissano al 2,75%. Stessa incertezza si ripercuote sulle modalità per fare domanda di Ape volontaria che, secondo il nuovo sito Inps, verranno determinate solo a seguito dell’emanazione del relativo decreto attuativo.