Numero unico di emergenza 112: ecco il pronto soccorso europeo

Diego Denora - Sanità

Il numero unico di emergenza 112 raccomandato dall'Ue arriva anche in Italia: il pronto soccorso passerà per una centrale unica, a partire per prima è la Sanità siciliana. Ecco la novità.

Numero unico di emergenza 112: ecco il pronto soccorso europeo

Il numero unico di emergenza 112 arriva anche in Italia a sostituire i numeri del pronto soccorso e del pronto intervento delle Forze dell’Ordine, oltre che l’aiuto dei Vigili del Fuoco. Un po’ come per il 911 statunitense, anche l’Unione Europea vanterà singole centrali operative.

Il NUE 112, acronimo di numero unico di emergenza, sarà attivo in tutti gli stati UE molto presto, malgrado l’Unione abbia ratificato che il suo funzionamento dovesse essere pieno già nel 2008. L’Italia si è mossa molto in ritardo, ricevendo per questo una sanzione, tuttavia sembra che la situazione si sia sbloccata.

La Sanità siciliana sembra aver aperto le porte al NUE 112 istituendo il centro operativo di smistamento delle chiamate di pronto soccorso dall’ospedale Cannizzaro di Catania. Nei mesi successivi si aggiungeranno i presidi SSN di Ragusa, Siracusa, Messina ed Enna.

Vediamo come funziona il numero unico di emergenza 112 e come saranno smistate le telefonate dai presidi sanitari adibiti a centrali.

Come funziona il numero unico di emergenza europeo 112

Il NUE 112, ovvero il numero unico di emergenza europeo, raccoglierà anche la chiamata per il pronto soccorso e potrà essere contattato anche se si è sprovvisti di carta SIM nel proprio cellulare. Il vantaggio sta nel saper sempre come contattare i presidi della Sanità nazionale anche se si è all’estero.

Il valore del numero unico di emergenza europeo sta anche nella sua capacità di re-indirizzamento automatico in caso di difformità dalla normativa UE. Nel caso di paesi che tardino alla sua applicazione come l’Italia, le centrali di smistamento potranno inoltrare la chiamata direttamente al NUE 112.

Qualora lo smartphone non avesse campo e sullo schermo comparisse l’avviso solo chiamate di emergenza per credito esaurito, la chiamata al NUE 112 potrà essere comunque inoltrata. Stessa cosa sarà valida per gli smartphone bloccati da PIN.

La Sanità siciliana prima ad applicare il NUE 112

La sanità regionale siciliana sarà la prima tra nel meridione a poter usufruire di una centrale di smistamento per il numero unico di emergenza per i servizi di pronto soccorso e assistenza sanitaria. La centrale operativa del NUE 112 sarà a Catania.

In Italia il numero unico di emergenza 112 è stato adottato con il decreto attuativo del 20 gennaio 2016, ma la sperimentazione era già cominciata in alcune province lombarde. Nel 2015 anche Roma si è dotata del NUE 112 in concomitanza del Giubileo, garantendo 34 postazioni.

Il modello di smistamento del NUE adottato dall’Italia è però diverso dai restanti paesi dell’Unione Europea, in quanto la prima riposta tramite la localizzazione della chiamata e una breve intervista prosegue con un secondo inoltro al servizio specifico come il pronto soccorso, le Forze dell’Ordine o i Vigili del Fuoco.