Rottamazione liti fiscali: ecco i codici tributo F24 per il pagamento

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

Rottamazione liti fiscali: l'Agenzia delle Entrate ha istituito i codici tributo modello F24 da utilizzare per il versamento delle somme oggetto della definizione agevolata introdotta dall'art. 11 del DL 50/2017. Ecco l'elenco completo.

Rottamazione liti fiscali: ecco i codici tributo F24 per il pagamento

Codici tributo F24 rottamazione liti fiscali: la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 108/E del 1 agosto 2017 comunica come compilare il modello F24 per il versamento delle somme dovute.

Per l’adesione alla rottamazione delle liti fiscali, introdotta dall’art. 11 del DL 50/2017, bisognerà inviare domanda all’Agenzia delle Entrate entro la scadenza del 2 ottobre 2017.

Negli scorsi giorni l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato tutte le istruzioni necessarie con la circolare n. 22/E del 28 luglio 2017: liti pendenti ammesse alla definizione agevolata, come inviare domanda di rottamazione e regole per il versamento delle somme dovute.

Proprio per chiarire a tempo debito come effettuare i pagamenti, l’Agenzia delle Entrate ha istituito l’elenco dei codici tributo da inserire nel modello F24 e tutte le istruzioni per la compilazione. Di seguito l’elenco completo.

Rottamazione liti fiscali: ecco i codici tributo F24 per il pagamento

Per il pagamento delle somme oggetto di rottamazione delle liti fiscali con l’Agenzia delle Entrate i codici tributo di seguito elencati dovranno essere esposti compilando la sezione “Erario” del modello F24 esclusivamente in corrispondenza della colonna “importi a debito versati”, per i quali si riportano anche le modalità di compilazione degli altri campi del modello di pagamento:

Codice ufficioCodice attoCodice tributoDenominazione codice tributoRateazione/Regione/Prov./mese rif.Anno di riferimento
Compilare Non compilare 8121 IVA e relativi interessi – Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 NON COMPILARE AAAA
Compilare Non compilare 8122 Altri tributi erariali e relativi interessi – Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 NON COMPILARE AAAA
Compilare Non compilare 8123 Sanzioni dovute relative ai tributi erariali -Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 NON COMPILARE AAAA
Compilare Non compilare 8124 IRAP e addizionale regionale all’ IRPEF e relativi interessi - Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 CODICE REGIONE (tabella T0 - codici delle Regioni e delle Province autonome) AAAA
Compilare Non compilare 8125 Sanzioni dovute relative all’IRAP e all’addizionale regionale all’IRPEF - Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 CODICE REGIONE (tabella T0 - codici delle Regioni e delle Province autonome) AAAA
Compilare Non compilare 8126 Addizionale comunale all’IRPEF e relativi interessi -
Definizione delle controversie tributarie - art. 11 del D.L. n. 50/2017
CODICE CATASTALE DEL COMUNE (tabella T4 - codici catastali dei Comuni) AAAA
Compilare Non compilare 8127 Sanzioni dovute relative all’addizionale comunale all’IRPEF - Definizione delle controversie tributarie - art. 11 D.L. n. 50/2017 CODICE CATASTALE DEL COMUNE (tabella T4 - codici catastali dei Comuni) AAAA
PDF - 472.5 Kb
Risoluzione n. 108/E del 1 agosto 2017 - codici tributo modello F24 rottamazione liti fiscali
Ecco la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate con codici tributo del modello F24 e istruzioni per la compilazione e il versamento delle somme dovute a seguito di rottamazione delle liti fiscali pendenti

Rottamazione liti fiscali: istruzioni per la compilazione del modello F24

Si riportano di seguito le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate pubblicate con la risoluzione n. 108/E utili per la compilazione del modello F24 e per il versamento delle somme dovute a seguito di domanda di rottamazione delle liti fiscali:

  • il campo “anno di riferimento” è valorizzato secondo le istruzioni riportate nel modello di domanda (periodo d’imposta o anno di registrazione).

Qualora il versamento venga eseguito da un soggetto diverso da colui che ha
proposto l’atto introduttivo del giudizio, nel campo “codice fiscale” della sezione “CONTRIBUENTE” del modello F24 è indicato il codice fiscale del soggetto che effettua il versamento.

Nel campo “codice fiscale del coobbligato, erede, genitore, tutore o curatore fallimentare” è indicato il codice fiscale del soggetto che ha proposto l’atto introduttivo del giudizio, unitamente all’indicazione, nel campo “codice identificativo”, del codice “71” (soggetto che ha proposto l’atto introduttivo del giudizio).