Irap e deduzione costo lavoro dipendente a tempo indeterminato

Irap: come funziona la deduzione fiscale sul costo del lavoro dipendente a tempo indeterminato? Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Irap e deduzione costo lavoro dipendente a tempo indeterminato

La Legge numero 190/2014 (Legge di Stabilità 2015) in alternativa alla riduzione delle aliquote Irap, prima prevista ma poi non attuata, ha introdotto un importante incentivo per l’assunzione di personale a tempo indeterminato.

Per la precisione, con questo intervento il legislatore tributario ha introdotto una duplice agevolazione:

  • integrale deduzione del costo sostenuto per l’assunzione di lavoratori dipendenti a tempo indeterminato;
  • introduzione di un credito d’imposta pari al 10% dell’imposta lorda di competenza del periodo per le imprese senza dipendenti.

Tale novità ha richiesto necessariamente un raccordo con la compilazione del modello Irap, alla luce della natura stessa dell’agevolazione. Non si tratta, infatti, di una modifica ai criteri di determinazione della base imponibile ma di una nuova deduzione che spetta fino a completa copertura del costo del lavoro dei dipendenti assunti con contratti a tempo indeterminato, dopo che il medesimo è stato già decurtato dalle deduzioni già ordinariamente previste.

Irap deduzione costo lavoro a tempo indeterminato: compilazione modello Irap

Alla luce della nuova deduzione introdotta, per la corretta compilazione del modello Irap occorre seguire il seguente ragionamento logico :

  • compilazione del quadro IS con l’apposizione delle varie deduzioni spettanti;
  • indicazione delle deduzioni già presenti anche per il periodo d’imposta 2014 ovvero contributi INAIL, deduzioni per il cuneo fiscale, deduzioni integrali puntuali per il costo degli apprendisti, deduzioni disabili ed addetti ricerca e sviluppo, deduzioni forfettarie, deduzioni per incremento occupazionale;
  • per i soli dipendenti a tempo indeterminato, la restante parte del costo residuo viene indicata in un nuovo rigo appositamente denominato, in modo da azzerarne il gravame. Tale deduzione spetta nei limiti del costo del lavoro effettivamente sostenuto e, per le assunzioni in corso d’anno, per la parte proporzionalmente spettante.

Tale nuova deduzione non spetta per il periodo d’imposta 2015 in relazione ai lavoratori assunti con contratto a tempo determinato (solo parzialmente consentite nell’attuale periodo d’imposta per effetto di quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016).

Irap deduzione costo lavoro a tempo indeterminato: la ratio

Le ragioni che hanno determinato questa impostazione sono legate probabilmente alla necessità di calcolare correttamente gli effetti prodotti sul gettito fiscale dalla nuova misura, aspetto che non sarebbe stato agevole calcolare nel caso la deduzione introdotta fosse stata di natura complessiva.