Vaccini obbligatori 2017: regole, età, sanzioni. La guida completa

Redazione - Sanità

Vaccini obbligatori 2017 in Italia: tutte le novità su regole, età, sanzioni e multe previste per le dodici diverse tipologie di vaccini obbligatori (e gratuiti) dal prossimo anno scolastico.

Vaccini obbligatori 2017: regole, età, sanzioni. La guida completa

Vaccini obbligatori 2017: il Governo ha presentato il Decreto tanto atteso.

La discussione su questo tema delicato si era fatta incandescente negli ultimi mesi: i vaccini saranno resi obbligatori dal prossimo anno scolastico 2017-2018. Nuove regole e sanzioni e multe molto severe per i genitori che non rispetteranno le nuove prescrizioni.

Attenzione: ancora il decreto non è ufficiale quindi è lecito attendersi modifiche nel corso delle prossime settimane. Anche perché la stagione dei vaccini obbligatori gratuiti 2017 dovrà vedersela con almeno 1 milione di alunni da vaccinare (fonte: Il Sole 24 Ore) e con la conseguente necessità di adeguare la struttura amministrativa e finanziaria pubblica.

Tuttavia, è previsto che la nuova normativa entri in vigore già dal prossimo anno scolastico 2017-2018. Proprio per questo, a partire dal prossimo 1° giugno il Ministero della Salute avvierà una campagna di sensibilizzazione sull’importanza dei vaccini obbligatori e gratuiti.

Nel frattempo cerchiamo di fare il punto su nuove regole, età del bambino in cui il vaccino deve essere fatto, quali tipologie di vaccini obbligatori gratuiti occorre fare e infine a quali sanzioni e multe si va incontro in caso di inadempienza.

Vaccini obbligatori 2017, a quali tipologie si riferisce la nuova normativa? Ecco l’elenco completo:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilusinfluenzae tipo B;
  • anti-meningococcica B;
  • anti-meningococcica C;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella.

Queste tipologie sono quelle previste dal piano nazionale di prevenzione vaccinale attualmente vigente per i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni.

Vaccini obbligatori gratuiti 2017: i casi di esonero

La nuova normativa prevede dei casi in cui tali vaccini potranno essere omessi o differiti.

Si tratta, in particolare, di tutti quei casi in cui vi sia un accertato pericolo medico per il bambino. Ovviamente tale circostanza dovrà essere certificata da apposito certificato medico.

I bambini ed in generale i minori in età di scuola dell’obbligo che non possono essere vaccinati, saranno inseriti in classi all’interno delle quali non sono presenti altri minori non vaccinati o non immunizzati (secondo la nota regola dell’ “herd immunity” o immunità di gregge).

Inoltre, se un bambino o un minore in generale ha già registrato le patologie che i vaccini gratuiti obbligatori cercano di prevenire, la famiglia dovrà farsi attestare tale circostanza dal medico curante che potrà anche disporre le analisi del sangue per accertare che abbia sviluppato gli anticorpi.

Vaccini obbligatori gratuiti 2017: sanzioni e multe previste

La nuova normativa in fase di approvazione in materia di vaccini gratuiti obbligatori prevede pesanti sanzioni e multe nei confronti dei genitori inadempienti.

Si prevedono, in particolare, le seguenti multe e sanzioni:

  • sanzione amministrativa pecuniaria da euro 500 ad euro 7.500;
  • sospensione della potestà genitoriale, previa segnalazione della violazione dalla ASL di competenza al Tribunale dei minori.

Attenzione: le multe e le sanzioni non riguardano solo i genitori.

Anche il dirigente scolastico, infatti, rischia grosso: la mancata segnalazione alla ASL competente per territorio degli alunni non vaccinati comporta il reato penale di omissione di atti d’ufficio.