Rottamazione cartelle Equitalia: boom di richieste

Veronica Santini - Imposte

Si è assistito a un notevole numero di richieste per la rottamazione delle cartelle Equitalia già a partire dall'entrata in vigore del decreto legge 193/2016.

Rottamazione cartelle Equitalia: boom di richieste

Rottamazione cartelle Equitalia: come sta andando il condono promosso dal Governo Renzi? L’Esecutivo di attende almeno 4,2 miliardi di euro nei prossimi due anni: sono numeri credibili?

Il decreto legge 193/2016 ha introdotto la rottamazione delle cartelle Equitalia. A partire dalla sua entrata in vigore, lo scorso 4 novembre 2016, si sono calcolate almeno centomila istanze, per l’esattezza 2.500 domande giornaliere.

Dati numerici notevoli che sono destinati senza dubbio a salire. Vediamo nel dettaglio l’andamento delle domande per la rottamazione cartelle Equitalia.

Rottamazione cartelle Equitalia: dati numerici

Secondo i dati che vanno dal 4 novembre 2016 al 30 dicembre 2016, si sono calcolate almeno 65 mila adesioni da parte dei contribuenti per la rottamazione delle cartelle Equitalia. Una cifra che, molto probabilmente, avrà un notevole incremento, dovuto anche alla resa pubblica del modello DA1 - per la rottamazione delle cartelle Equitalia.

La domanda per la rottamazione delle cartelle Equitalia può essere presentata in varie modalità e, sempre facendo riferimento ai dati raccolti, si sono notate le seguenti preferenze:

  • il 55% ha presentato istanza presso lo sportello del concessionario di riferimento;
  • il 27% ha aderito al condono tramite PEC, posta elettronica certificata;
  • il 18% ha aderito al condono tramite l’usuale indirizzo e-mail.

Rimanendo in tema di dati numerici, il sito ufficiale di Equitalia ha anche assistito a un incremento di visitatori, con una media di 700mila visitatori al mese.

Cos’è la rottamazione delle cartelle Equitalia?

Con la rottamazione delle cartelle Equitalia il contribuente che ha un debito con il Fisco può ravvedersi, evitando il pagamento di sanzioni e aggi di riscossione. Oltre all’imposta, infatti, è previsto il pagamento dei soli interessi rateali variabili a seconda della forma di rateazione scelta (quattro o cinque rate).

Affrontando il lato più spinoso della domanda per la rottamazione delle cartelle Equitalia, vi sono diverse modalità di pagamento della cartelle Equitalia:

  • Pagamento unico;
  • In quattro rate;
  • In cinque rate.

L’unico obbligo previsto per tutti coloro che intendono richiedere la rottamazione delle cartelle Equitalia è che il pagamento, in qualsiasi modalità esso sia, dovrà essere effettuato per il 70% entro il 31 dicembre 2017 e per il restante 30% entro e non oltre settembre 2018.

Il pagamento può essere effettuato:

  • presso lo sportello di Equitalia;
  • domiciliazione bancaria;
  • bollettini precompilati forniti da Equitalia.