Rottamazione cartelle bis 2017, rate scadute: modalità e termini per la riammissione

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

Rottamazione cartelle bis 2017, rate scadute da pagare entro il 30 novembre 2017 per essere riammessi alla definizione agevolata dei ruoli introdotta dal DL 193/2016. Ecco modalità e termini.

Rottamazione cartelle bis 2017, rate scadute: modalità e termini per la riammissione

Rottamazione cartelle bis 2017: per le rate scadute e non pagate a luglio e settembre 2017 è possibile versare l’importo dovuto entro la scadenza del 30 novembre per essere riammessi alla definizione agevolata dei ruoli.

Accanto alla pubblicazione dei moduli per presentare domanda di adesione alla rottamazione bis delle cartelle 2017, l’Agenzia delle Entrate Riscossione ha anche reso noto la procedura per essere riammessi alla prima rottamazione delle cartelle Equitalia.

Per chi ha presentato domanda di adesione alla rottamazione introdotta dal DL 193/2016, il Decreto Legge fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2018 consente di pagare le rate scadute ed essere riammessi al piano di pagamento.

Secondo quanto previsto dal DL 148/2017, per chi non ha pagato la primo o unica rata di luglio o quella in scadenza a settembre 2017 è possibile pagare l’importo dovuto entro la scadenza del 30 novembre 2017.

Quali sono le modalità per regolarizzare i pagamenti delle rate scadute? Di seguito la guida completa con le informazioni e le istruzioni fornite dall’Agenzia Entrate Riscossione ai fini della riammissione alla rottamazione delle cartelle Equitalia 2016.

Rottamazione cartelle bis 2017, rate scadute: modalità e termini per la riammissione

I contribuenti che hanno già aderito alla rottamazione delle cartelle e non sono riusciti a pagare le prime due rate in scadenza a luglio e settembre 2017 il DL 148/2017 concede una sorta di proroga.

Per regolarizzare la propria posizione e non decadere dalla rottamazione delle cartelle Equitalia 2016, il DL 148/2017 - con il quale è stata introdotto la rottamazione bis dei ruoli - prevede la possibilità di pagare le rate scadute entro la scadenza del 30 novembre 2017.

La riammissione alla definizione agevolata introdotta con il DL 193/2016 non prevede il pagamento di ulteriori oneri, se non l’importo delle due rate scadute e non versate entro le scadenze previste.

Rate scadute: scadenze e modalità di pagamento per la riammissione alla rottamazione delle cartelle 2017

Per chi intende regolarizzare i propri pagamenti ed essere riammesso alla rottamazione delle cartelle 2017 è necessario:

  • pagare entro il 30 novembre 2017 le rate scadute a luglio e settembre;
  • pagare entro il 30 novembre 2017 la terza rata del piano di dilazione della rottamazione, qualora previsto.

In sostanza, entro la scadenza del 30 novembre 2017 bisognerà versare non soltanto le rate scadute il 30 luglio e il 30 settembre, ma anche la terza rata dovuta qualora prevista dal proprio piano di dilazione.

Per chi, invece, avesse già pagato le rate ma in ritardo, il DL 148/2017 prevede l’automatica riammissione alla rottamazione delle cartelle e sarà necessario soltanto rispettare le altre eventuali scadenze previste.

Come effettuare il pagamento delle rate scadute

Per effettuare il pagamento delle rate scadute bisognerà utilzzare il bollettino RAV relativo alla rata di riferimento.

In sostanza, il versamento della prima e seconda rata di rottamazione Equitalia bisognerà utilizzare i bollettini di pagamento già inviati insieme alla comunicazione delle somme dovute.

Restano inoltre validi anche i bollettini relative ad eventuali rate successive, qualora previste dal piano di rateizzazione della definizione agevolata dei ruoli.

In una delle FAQ pubblicate il 25 ottobre 2017, l’Agenzia delle Entrate Riscossione che per la riammissione alla rottamazione non è necessario presentare alcuna domanda e neppure darne comunicazione.

Riammissione rottamazione cartelle 2017: le scadenze per i pagamenti delle rate

Il calendario delle scadenze delle rate successive a quelle non pagate e già previste dal pano di rateizzazione della rottamazione Equitalia non cambia rispetto a quanto previsto.

Qui di seguito il calendario con le scadenze da rispettare per i pagamenti delle rate:

Modalità pagamento rate rottamazione bis cartelle 2017

Le modalità di pagamento delle rate di rottamazione delle cartelle 2017 restano quelle canoniche, ovvero:

  • portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it;
  • App EquiClick;
  • sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione;
  • sportelli bancari;
  • uffici postali;
  • home banking;
  • punti Sisal e Lottomatica;
  • tabaccai convenzionati con Banca 5;
  • sportelli bancomat (ATM) che hanno aderito ai servizi CBILL;
  • Postamat;
  • compensazione con i crediti commerciali nei confronti della Pubblica amministrazione

Rottamazione bis cartelle 2017: domanda regolarizzazione istanze respinte e nuove cartelle

Dovranno presentare domanda, utilizzando i moduli messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate - Riscossione, i contribuenti che intendono aderire alla rottamazione bis delle cartelle 2017 in relazione a istanze respinte e cartelle notificate fino al mese di settembrte 2017.

Per tutti i dettagli su scadenze e regole per il pagamento si consiglia di far riferimento al portale dell’Agenzia Entrate Riscossionee a scaricare i moduli di domanda allegati all’approfondimento dedicato.