MIUR: 25,9 mln per licei musicali e scientifici a indirizzo sportivo. Obiettivi e criteri

Simona Sabiu - Scuola

Il Miur stanzia 25,9 milioni di euro per i laboratori dei licei musicali e coreutici e per le attrezzature dei licei scientifici a indirizzo sportivo. Ecco obiettivi e criteri per l'assegnazione.

MIUR: 25,9 mln per licei musicali e scientifici a indirizzo sportivo. Obiettivi e criteri

MIUR: nell’ambito del PON Programma Operativo Nazionale 2014-2020, sottotitolato “Per la Scuola Competenze e ambienti per l’apprendimento”, sono stati stanziati 25,9 milioni di euro destinati ai laboratori dei licei musicali e coreutici e alle attrezzature dei licei scientifici a indirizzo sportivo.

La cifra stanziata dal MIUR sarà sufficiente per la copertura di tutti gli istituti scolastici interessati, in totale 120 Licei musicali e coreutici e 158 Licei a indirizzo sportivo e per l’assegnazione delle risorse sono stati stabiliti obiettivi e criteri per l’assegnazione.

Secondo l’Avviso pubblicato dal MIUR, 150 mila euro saranno destinati a ciascun laboratorio dei Licei musicali e coreutici e 50 mila euro per le attrezzature di ciascun Liceo scientifico a indirizzo sportivo.

Ecco obiettivi e criteri per l’assegnazione dei fondi MIUR per progetti nei Licei musicali e coreutici e i Licei scientifici a indirizzo sportivo.

MIUR: 25,9 mln per licei musicali e scientifici a indirizzo sportivo: gli obiettivi dell’avviso

I fondi stanziati dal MIUR per i Licei musicali e coreutici avranno l’obiettivo primario di quello di potenziare l’attrattività di questi indirizzi per stimolare un numero sempre più ampio di studenti a iscriversi.

Inoltre l’avviso si prefigge di accrescere gli ambienti didattici e i laboratori sia per l’approfondimento delle materie di indirizzo, sia per l’esecuzione di attività musicali e coreutiche. Dar vita a nuovi laboratori multimediali forniti di attrezzature utili alla realizzazione di attività musicali attraverso dispositivi digitali. Infine abbracciare metodiche didattiche innovative e ottimizzare il rapporto istruzione-formazione-mondo del lavoro, col fine di promuovere un’offerta del Liceo Musicale e Coreutico più consona ai bisogni del nostro Paese.

Altrettanto ambiziosi gli obiettivi preposti dall’Avviso per i Licei scientifici a indirizzo sportivo, primo fra tutti, quello di rendere il percorso di studi il più attraente possibile. L’avviso fissa inoltre l’incremento di luoghi di studio sia per l’approfondimento delle scienze motorie e sportive sia per quello delle diverse discipline sportive. Fondamentale anche saper valorizzare le doti, le abilità e le predilezioni personali degli studenti iscritti così da avere padronanza sulle capacità motorie e su ciascuna tecnica sportiva specifica.

MIUR: 25,9 mln per licei musicali e scientifici a indirizzo sportivo. Criteri per l’assegnazione

Il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli ha dichiarato:

“grazie a questi investimenti le scuole potranno migliorare gli ambienti di studio, potenziare le attrezzature, innovare le modalità di fare didattica offrendo alle nostre studentesse e ai nostri studenti una maggiore qualità formativa”.

I progetti presentati dalle scuole aderenti verranno valutati in base a determinati parametri, ciascuno dei quali corrispondente a un punteggio.

Tra i criteri di giudizio adoperati vi sono:

  • le condizioni socio-economiche del territorio in cui ha sede l’istituto scolastico (10 punti);
  • la qualità del progetto presentato, sia in termini di apertura dei laboratori al territorio che di fruibilità delle strutture da parte dell’intera scuola e in collaborazione con altre scuole (massimo 30 punti);
  • il grado di integrazione tra le attrezzature richieste e quelle già presenti (massimo 10 punti);
  • il livello di innovazione e adeguatezza dell’apparecchiatura da acquisire e dell’insegnamento da impartire nell’ambito del progetto (massimo 20 punti).

Verrà valutata inoltre la presenza di apparati atti all’integrazione (massimo 5 punti).
Gli istituti scolastici che intendono partecipare e ottenere il finanziamento avranno tempo dal 22 febbraio al 31 marzo per presentare il proprio progetto.