Conto economico bilancio di esercizio: spiegazione art. 2425 codice civile

Conto economico bilancio di esercizio: spiegazione art. 2425 codice civile

Alessio Mauro - Bilancio e principi contabili

Conto economico bilancio di esercizio: schema obbligatorio articolo 2425 del codice civile e commento alle principali voci.

Il conto economico è un documento obbligatorio del bilancio di esercizio, insieme allo Stato Patrimoniale, al rendiconto finanziario ed alla nota integrativa. Lo schema obbligatorio di conto economico è previsto dall’articolo 2425 del codice civile.

Il conto economico consente di evidenziare il risultato economico dell’esercizio che può essere positivo, ed in questo caso si parla di utile di esercizio, ovvero negativo, in questo caso si parla invece di perdita di esercizio.

In questo approfondimento presenteremo i principali aspetti relativi allo schema obbligatorio del conto economico, con particolare riferimento ai risultati economici prodotti dalle singole aree aziendali.

La genesi del Conto Economico del bilancio direttivo: dalla IV direttiva CEE all’articolo 2425 del codice civile

La IV direttiva CEE ha introdotto una disciplina comune in ambito comunitario in ordine alla redazione ed agli schemi obbligatori del bilancio di esercizio.

In relazione al conto economico, la IV direttiva CEE ha previsto la possibilità di optare tra due diverse configurazioni, entrambe presentabili in forma orizzontale (a sezioni divise) o in forma verticale o scalare:

  • il conto economico a valore e costi della produzione ottenuta, con costi classificati per natura, ovvero secondo l’origine;
  • il conto economico a valore e costi della produzione venduta, con costi classificati per destinazione, ovvero per singola funzione aziendale.

Il legislatore italiano ha optato per la prima per cui lo schema obbligatorio di conto economico previsto dall’articolo 2425 del codice civile assume la configurazione di conto economico a valore e costi della produzione ottenuta.

Conto economico: schema sintetico dell’articolo 2425 del codice civile

Ecco lo schema sintetico con le macro voci del conto economico previste dall’articolo 2425 del codice civile:

Conto economico: schema di sintesi art. 2425 codice civile
A) Valore della produzione
B) Costi della produzione
Differenza tra valore e costi della produzione (A-B)
C) Proventi ed oneri finanziari
D) Rettifiche di valore di attività finanziarie
E) Proventi ed oneri straordinari
Risultato prima delle imposte
Imposte sul reddito dell’esercizio
Utile o perdita dell’esercizio

Da questo schema sintetico è possibile ricavare una prima distinzione delle principali aree della gestione aziendale ovvero:

  • la gestione ordinaria;
  • la gestione finanziaria;
  • la gestione straordinaria;
  • la gestione fiscale.

Il valore della produzione nel Conto Economico dell’articolo 2425 del codice civile

La prima macro voce evidenziata nello schema di sintesi del conto economico di cui all’articolo 2425 del codice civile è il valore della produzione. Di cosa si tratta?

Il valore della produzione è la somma algebrica dei ricavi di vendita, delle variazioni in aumento e diminuzione delle rimanenze di semilavorati, di prodotti in lavorazione e di prodotti finiti, a cui vanno sommati anche gli incrementi di immobilizzazioni per lavori interni (le cosiddette “costruzioni in economia”) nonché i ricavi e proventi diversi (ovvero quelli non strettamente connessi al core business aziendale).

I costi della produzione nel Conto Economico dell’articolo 2425 del codice civile

La seconda macro voce evidenziata nello schema di sintesi del conto economico di cui all’articolo 2425 del codice civile sono i costi della produzione. Di cosa parliamo in questo caso?

I costi della produzione comprendono tutti i costi necessari alla realizzazione della produzione aziendale, classificati per natura. Tra i costi della produzione rientrano i costi per l’acquisto delle materie prime, sussidiarie, i costi per il personale, per i servizi, gli ammortamenti, le svalutazioni, ecc.

Il risultato operativo evidenziato nel conto economico

La differenza tra valore e costi della produzione è un primo risultato operativo, ancorché assai ampio poiché riferito ad una pluralità di voci (ivi comprese alcune voci di costi non monetari).
Di conseguenza, per esprimere una valutazione più approfondita del risultato ottenuto dall’azienda occorre riclassificare il bilancio (ne parleremo nelle prossime settimane qui su informazionefiscale.it all’interno della sezione controllo di gestione).

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03