Secondo acconto imposte Ires: scadenza e calcolo

Secondo acconto imposte Ires: scadenza e calcolo

Redazione - Ires

Scadenza e metodo di calcolo del secondo acconto o acconto in un'unica soluzione dell'imposta sul reddito delle società IRES. Ecco tutte le istruzioni.

Secondo acconto imposte Ires - imposta sul reddito delle società - qual è la scadenza e come effettuare il calcolo?
Il sistema di pagamento delle imposte sui redditi prevede il particolare meccanismo di acconto e saldo per effetto del quale entro il 16 giugno di ogni anno (salvo proroghe) occorre versare il saldo relativo al periodo d’imposta precedente unitamente al primo acconto per il periodo d’imposta in corso; mentre entro il 30 novembre occorre versare il secondo acconto per il periodo d’imposta in corso.

Nel caso del secondo acconto Ires il calcolo può essere effettuato utilizzando due diversi metodi: il metodo di calcolo storico ed il metodo di calcolo previsionale.

La scadenza - come nel caso del pagamento dell’acconto Irpef, Irap e cedolare secca - è sempre il 30 novembre di ogni anno.

Secondo acconto Ires scadenza 30 novembre: metodi di calcolo

Il secondo acconto Ires si determina attraverso due diversi metodi di calcolo: il metodo storico ed il metodo previsionale.

Con il metodo storico l’Ires si determina facendo riferimento al quadro RN della dichiarazione dei redditi modello Unico 2016 voce “Ires dovuta o differenza a favore del contribuente”. Quindi si tratta del caso in cui si utilizzano i dati storici per eseguire un calcolo automatizzato.

Con il metodo previsionale, invece, il secondo acconto Ires si calcola stimando il reddito che il contribuente presume di conseguire nel periodo d’imposta in corso, prescindendo da quello determinato col metodo storico.
Quando gli acconti di imposta in scadenza il 30 novembre di ogni anno vengono stimati col metodo previsionale occorre prestare particolare attenzione, soprattutto qualora la stima porti ad un reddito più basso e quindi alla riduzione degli acconti dovuti. In questo caso, ove la stima si rivelasse errata, il Fisco potrebbe contestare l’insufficiente versamento dell’imposta dovuta.

Secondo acconto Ires scadenza 30 novembre: le regole di pagamento

Il secondo acconto Ires è dovuto o non dovuto a seconda delle regole sintetizzate nella seguente tabella:

Importo rigo RN17/RN28 Acconto Ires 2016
Non superiore ad euro 20,66 Non dovuto
Compreso tra 20,66 euro e 257,50 euro Versamento in un’unica soluzione entro il 30 novembre se l’esercizio è coincidente con l’anno solare
Superiore a euro 257,50 Versamento di numero 2 rate come segue:

  • 40% entro il 16 giugno ovvero il 16 luglio con maggiorazione dello 0,40%;
  • 60% entro il 30 novembre

Il rigo RN17 si riferisce alla dichiarazione dei redditi modello Unico SC Società di Capitali; il rigo RN28 si riferisce, invece, alla dichiarazione dei redditi modello Unico ENC Enti non Commerciali.

Secondo acconto Ires scadenza 30 novembre: modalità di pagamento con modello F24

Il secondo acconto Ires deve essere pagato tramite modello F24 e codice tributo:

  • codice tributo 2002 per secondo acconto o unica rata Ires;
  • codice tributo 2019 per acconto o unica rata maggiorazione Ires società di comodo.

Iscriviti alla nostra newsletter


Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03