Novità pensioni, con riforma Fornero saltate 43 mila assunzioni: ultime notizie dall’Inapp

Daniele Di Giovenale - Pensioni

Novità pensioni, la riforma Fornero si è fatta sentire sulle imprese italiane provocando una diminuzione nelle assunzioni di circa 43 mila unità. Queste le ultime notizie mentre sono al varo le nuove misure di pensione anticipata.

Novità pensioni, con riforma Fornero saltate 43 mila assunzioni: ultime notizie dall'Inapp

Novità pensioni, la riforma Fornero ha provocato una diminuzione di circa 43 mila assunzioni nei primi anni di attività. Le ultime notizie in tema sono giunte dall’esito di uno studio condotto dall’Inapp che apporta nuove evidenze empiriche sull’impatto della riforma pensioni sul mondo del lavoro.

Le ultime notizie arrivano proprio mentre dal Governo sono attese in tema pensioni novità su Ape social, volontaria e Quota 41, le misure di flessibilità in uscita che si sono incagliate sulle scrivanie di Palazzo Chigi ritardando la loro entrata in vigore prevista per il 1° maggio 2017.

Ecco le novità pensioni e le ultime notizie fornite dall’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche sulle assunzioni post riforma Fornero.

Novità pensioni, con riforma Fornero saltate 43 mila assunzioni. Le ultime notizie dall’Inapp

L’impatto della riforma pensioni targata Fornero (Legge 214/2011) si è fatta sentire sul tessuto economico italiano. Le ultime notizie apportate dall’Inapp infatti sottolineano come tra il 2012 e il 2014 il 2,2% delle aziende abbia rinunciato ad assunzioni già programmate per far fronte alle inattese novità sulle pensioni.

A conti fatti l’impatto dei cambiamenti introdotti dalla ex-Ministro Fornero viene stimata a circa 43.000 assunzioni in meno. In relazione alla riforma pensioni novità amare si sono registrate soprattutto per i giovani, i più colpiti dalla contrazione nella richiesta di nuovo personale.

Tra le imprese che hanno rivisto le proprie assunzioni a causa delle novità sulle pensioni della riforma Fornero si registra una significativa riduzione degli occupati con meno di 35 (tra il 4,7 e il 2%). Le ultime notizie segnalano inoltre come l’innalzamento dell’età pensionabile avrebbe al contempo provocato una diminuzione dei contratti a tempo determinato e un aumento dei dipendenti coinvolti nella formazione professionale.

Le ultime notizie pensioni fornite dall’Inapp determinano anche i settori produttivi maggiormente colpiti dalla riforma Fornero. La contrazione nelle assunzioni è stata più marcata per i settori relativi ai servizi finanziari e assicurativi, dei trasporti e dell’industria.

Riforma pensioni, novità per pensione anticipata in attesa dal Governo. I punti della fase 2

Se questo è il quadro a cavallo tra il 2012 e il 2014, sulle pensioni novità di rilievo sono state varate dal Governo con la Legge di Bilancio 2017. Dopo 5 anni dalle modifiche introdotte dalla legge Fornero sono allo studio nuove forme di pensione anticipata che dovrebbero incidere positivamente anche sulle nuove assunzioni.

Le novità sulle pensioni previste dalla riforma (Ape social, Ape volontaria, Rita e Quota 41), in linea teorica in vigore già dal 1° maggio 2017, non sono ad oggi ancora operative a causa di ritardi e lungaggini da parte dell’esecutivo. Un pasticcio sui tempi che, secondo le ultime notizie di pensioni, non sarà sbrogliato prima della seconda metà di maggio lasciando i possibili richiedenti in sospeso e senza notizie chiare.

Nel pacchetto della riforma pensioni attualmente al varo di Palazzo Chigi figura inoltre anche la cosiddetta fase 2. Dalle contrattazioni con le sigle sindacali dovrebbero emergere novità su temi come le pensione di garanzia per i più giovani, la separazione tra assistenza e previdenza oltre ad una revisione della governance dell’Inps.