Reddito fiscale: cos’è e come si calcola?

Redazione - Imposte
Reddito fiscale: cos'è e come si calcola?

Cos’è il reddito fiscale e come si effettua il calcolo? Il reddito ai fini fiscali è definito e disciplinato dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi (meglio conosciuto con l’acronimo TUIR) di cui al d.p.r. 917/1986.
Il reddito ai fini fiscali varia, sia nella sua definizione che nellle modalità di calcolo, a seconda del soggetto giuridico per il quale il reddito deve essere calcolato.

In questo articolo forniremo quindi una rassegna delle principali configurazioni di reddito fiscale sulla base della disciplina contenuta nel TUIR.

Reddito fiscale: il presupposto imponibile Irpef e Ires

Quale parte di reddito viene tassato ai fini fiscali? Come si fa a comprendere quale sia il perimetro entro il quale il Fisco può tassare il nostro reddito e come effettuare il calcolo?

Diciamo subito che il riferimento normativo essenziale in materia di presupposto imponibile ai fini dell’imposizione Irpef e Ires è individuato nell’articolo 1 del TUIR che afferma:

presupposto dell’imposta sul reddito delle persone fisiche è il possesso di reddito in denaro o in natura

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi si preoccupa quindi di definire il presupposto su cui far pagare ai contribuenti le imposte sul reddito ma non da una definizione esplicita del reddito medesimo.
Per un approfondimento sulle diverse configurazioni di reddito ai fini fiscali e sulla differenza con il concetto di patrimonio si consiglia la lettura del seguente articolo:
Reddito e patrimonio: qual è la differenza?

A questo punto, individuato il presupposto imponibile su cui applicare le imposte sul reddito (ovvero la disponibilità/possesso dello stesso) occorre comprendere quali siano i soggetti passivi ai fini dell’imposizione del reddito delle persone fisiche (Irpef) e quelli ai fini dell’imposta sul reddito delle società (Ires).

Reddito fiscale: i soggetti passivi e calcolo nel caso di imposta sul reddito delle persone fisiche

Chi sono i soggetti passivi dell’imposizione fiscale?

Il Fisco italiano prevede due grandi imposte sui redditi ovvero:

  • l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF);
  • l’imposta sul reddito delle persone giuridiche (IRES).

Nel caso dell’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) i soggetti passivi vengono individuati dall’articolo 2 del TUIR:

sono soggetti passivi IRPEF le persone fisiche, residenti e non residenti nel territorio dello Stato

La previsione del TUIR in materia di soggetti passivi IRPEF mette in evidenza quanto il carattere di personalità dell’imposizione sia rilevante.
L’imposizione sul reddito fiscale prodotto dalle persone fisiche tiene in considerazione tutti gli elementi relativi alle condizioni sociali del cittadino contribuente, alla sua condizione familiare e sociale e financo alla sua residenza.

Il criterio della residenza fiscale nell’imposizione del reddito prodotto dalle persone fisiche consente di applicare il cosiddetto principio di territorialità dell’imposizione fiscale.
Tale principio si concretizza nei due metodi che il Fisco prevede per il corretto calcolo della base imponibile:

  • la tassazione del reddito mondiale per i residenti, il cui reddito complessivo è dato dall’insieme dei redditi posseduti, ovunque essi siano stati prodotti;
  • la tassazione dei soli redditi prodotti nel territorio dello Stato per i contribuenti non residenti.

Il Fisco individua il concetto di residenza fiscale in modo diverso rispetto a quanto previsto dal codice civile.
Per il Fisco si considerano residenti nel territorio dello Stato italiano:

i cittadini iscritti nell’anagrafe della popolazione residente o che hanno nel territorio dello Stato il domicilio o la residenza ai sensi del codice civile, per la maggior parte del periodo d’imposta, anche non continuativamente.”

Il calcolo del reddito fiscale per i soggetti passivi Irpef
Per i soggetti passivi Irpef il reddito fiscale viene determinato come segue:

Reddito complessivo
- oneri deducibili (articolo 10 Tuir)
= Reddito imponibile su cui applicare le aliquote Irpef previste per ottenere l’imposta lorda

Imposta lorda
- detrazioni Irpef (articoli 12-13-14-15-16 Tuir)
= Imposta netta
- Acconti
- Eventuali crediti d’imposta
- Ritenute alla fonte
- Eventuali crediti d’imposta dei periodi precedenti
= Somma dovuta

Reddito fiscale: i soggetti passivi e calcolo nel caso di imposta sul reddito delle società (IRES)

I soggetti passivi dell’imposta sul reddito delle società sono individuati dagli articoli 73 e 74 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR).
Si tratta, in particolare, dei seguenti soggetti che producono reddito fiscale d’impresa:

  • società di capitali;
  • società cooperative:
  • enti commerciali;
  • enti non commerciali (solo sull’eventuale parte, non prevalente, di attività commerciale svolta).

Il calcolo del reddito fiscale ai fini IRES si effettua partendo dal reddito civilistico risultante dal bilancio di esercizio.
Il bilancio di esercizio segue poi regole diverse, a seconda che il soggetto passivo considerato sia una società di capitali, una cooperativa ovvero un ente.