Welfare aziendale 2021, fringe benefit raddoppiati con la conversione del decreto Sostegni

Tommaso Gavi - Fisco

Welfare aziendale, raddoppia l'importo dei fringe benefit con la conversione del decreto Sostegni. La misura prolunga per il 2021 l'agevolazione del decreto Agosto: le somme passano da 258,23 a 516,46 euro.

Welfare aziendale 2021, fringe benefit raddoppiati con la conversione del decreto Sostegni

Welfare aziendale, l’importo dei fringe benefit viene raddoppiato anche per il 2021.

A prevederlo è la legge di conversione del decreto Sostegni, che ha ottenuto il via libera definitivo della Camera il 19 maggio 2021.

Nel testo approvato dopo il maxi-emendamento del Senato è stato inserito l’articolo 6-quinquies che prolunga l’applicazione della già prevista dal decreto Agosto.

Anche per il periodo d’imposta 2021, quindi, l’importo dei fringe benefit aziendali sale da 258,23 a 516,46 euro.

Welfare aziendale 2021, fringe benefit raddoppiati con la conversione del decreto Sostegni

Le misure per il welfare aziendale previste dal decreto Agosto per l’anno 2020 sono state estese anche all’anno d’imposta 2021.

Il raddoppio dei fringe benefit aziendali, da 258,23 a 516,46 euro, viene esteso dalla disposizione contenuta nella legge di conversione del decreto Sostegni.

L’approvazione della Camera dei deputati è arrivata con con 375 sì, 45 astenuti e 0 contrari. Il testo definitivo è stato modificato dal maxi-emendamento del Senato dello scorso 6 maggio.

A prevedere l’estensione della disposizione che aumenta il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati dall’azienda ai lavoratori dipendenti che non concorre alla formazione del reddito è l’art. 6-quinquies, che ha come oggetto “Misure per l’incentivazione del welfare aziendale”.

Il testo dell’articolo prevede quanto segue:

“1. All’articolo 112, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, le parole: “Limitatamente al periodo d’imposta 2020” sono sostituite dalle seguenti: “Limitatamente ai periodi d’imposta 2020 e 2021”.”

Il valore delle somme, escluse dalla formazione del reddito secondo quanto previsto dall’articolo 51 comma 3 del TUIR, viene dunque raddoppiato anche per l’anno incorso.

Al periodo d’imposta preso in considerazione dal decreto Agosto, ossia quello del 2020, viene aggiunto anche quello del 2021.

Welfare aziendale 2021, prolungata la misura del decreto Agosto

La disposizione contenuta nel testo della legge di conversione del decreto Sostegni si muove sulla linea tracciata da quella inserita nell’articolo 112 del decreto Agosto.

L’obiettivo delle misure è quello di agevolare la concessione di buoni spesa, buoni benzina o altre misure di welfare ai dipendenti, quali ad esempio il fringe benefit auto aziendali.

Viene dunque innalzato il limite sopra il quale è presente l’obbligo di tassazione dei beni e servizi riconosciuti ai lavoratori dipendenti: i redditi fino a 516,46 euro, quindi, non concorrono alla determinazione del reddito da lavoro dipendente.

Le somme che superano tale limite dovranno comunque essere considerate nel calcolo.

Le forme più utilizzate sono: buoni carburante, voucher per l’acquisto di libri o voucher per il trasporto pubblico.

In genere i voucher sono cartacei o elettronici e riportano il valore nominale della somma attribuita al lavoratore dipendente.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network