Superbonus, comunicazione di sconto in fattura o cessione crediti: scadenza prorogata al 31 marzo

Rosy D’Elia - Imposte

Superbonus, la comunicazione sulla fruizione del beneficio tramite sconto in fattura o cessione dei crediti per le spese del 2020 può essere inviata fino alla scadenza del 31 marzo. Ad annunciare la proroga è l'Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 51374 del 22 febbraio 2021.

Superbonus, comunicazione di sconto in fattura o cessione crediti: scadenza prorogata al 31 marzo

Superbonus, passa dal 16 al 31 marzo 2021 la scadenza per inviare all’Agenzia delle Entrate la comunicazione sulla modalità di fruizione del beneficio, sconto in fattura o cessione dei crediti, maturato per le spese sostenute nel 2020.

La notizia della proroga arriva con il provvedimento numero 51374 del 22 febbraio 2021 che risponde positivamente alle richieste di operatori, consulenti e associazioni di categoria sulla necessità di concedere più tempo per l’adempimento.

Agenzia delle Entrate - Provvedimento numero 51374 del 22 febbraio 2021
Proroga del termine per l’invio delle comunicazioni delle opzioni di cui all’articolo 121 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, relativamente alle spese sostenute nell’anno 2020.

Superbonus, proroga comunicazione di sconto in fattura o cessione crediti: scadenza 31 marzo

La strada di accesso al superbonus, introdotto dall’articolo 119 del Decreto Rilancio, è fatta di tre corsie:

  • utilizzo della detrazione diretta;
  • sconto in fattura da parte dei fornitori che realizzano gli interventi;
  • cessione a soggetti terzi del credito corrispondente alla detrazione spettante, incluse banche e altri intermediari finanziari.

Sono tre, quindi, le diverse modalità di fruizione in linea con quanto stabilito dall’articolo 121 dello stesso decreto emergenziale.

Stesse regole si applicano anche a una serie di altri bonus casa:

  • recupero del patrimonio edilizio, articolo 16-bis, comma 1, lettere a) e b), del TUIR;
  • efficienza energetica, articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 e commi 1 e 2 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020;
  • adozione di misure antisismiche, articolo 16, commi da 1-bis a 1-septies del decreto-legge n. 63 del 2013 e articolo 119 del decreto legge n. 34 del 2020;
  • recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti, articolo 1, commi 219 e 220, della legge 27 dicembre 2019, n. 160;
  • installazione di impianti fotovoltaici, articolo 16-bis, comma 1, lettera h) del testo unico delle imposte sui redditi di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, compresi gli interventi di cui ai commi 5 e 6 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020;
  • installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, articolo 16- ter del decreto-legge n. 63 del 2013 e comma 8 dell’articolo 119 del decreto-legge n. 34 del 2020.

E in caso di fruizione dell’agevolazione sotto forma di sconto in fattura o tramite cessione dei crediti, il contribuente deve comunicare la scelta all’Agenzia delle Entrate utilizzando l’apposito modello e rispettando la scadenza del 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state effettuate le spese che danno diritto alla detrazione.

Modello comunicazione sconto in fattura e cessione del credito
Scarica il modello da inviare a partire dal 15 ottobre 2020

A dettare regole e tempi è il provvedimento numero 283847 dell’8 agosto 2020. Ma quest’anno la tabella di marcia fa eccezione.

Con un nuovo intervento sul tema, il direttore dell’Agenzia delle Entrate proroga la data di scadenza per la comunicazione dello sconto in fattura o della cessione del credito al 31 marzo 2021.

Superbonus, comunicazione per sconto in fattura o cessione crediti: l’AdE concede più tempo

La modifica del termine ultimo riguarda la comunicazione di sconto in fattura o cessione crediti relativa alle spese sostenute nel corso del 2020 che danno diritto alla detrazione.

La procedura telematica per inviare le informazioni all’Agenzia delle Entrate è stata resa disponibile solo il 15 ottobre 2020 con una riduzione del tempo a disposizione per procedere.

Nel testo del provvedimento del 22 febbraio, infatti, si legge:

“Gli operatori, i consulenti e le relative associazioni di categoria hanno richiesto la proroga del suddetto termine del 16 marzo 2021, in modo da avere tempo sufficiente per predisporre e trasmettere tutte le comunicazioni relative alle spese sostenute nel 2020, che non è stato possibile inviare progressivamente e dunque nel frattempo si sono accumulate”.

La richiesta, avanzata dagli addetti ai lavori, è stata accolta dall’Amministrazione finanziaria che ha deciso di concedere circa due settimane di tempo in più per poter procedere con le comunicazioni che riguardano la scelta di beneficiare del superbonus o delle altre agevolazioni usufruendo dello sconto in fattura o procedendo con la cessione del credito.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network