Spese odontoiatriche all’estero, via libera alla detrazione nel modello 730/2021

Rosy D’Elia - Modello 730

Le spese odontoiatriche sostenute all'estero danno diritto alla detrazione? Via libera all'inserimento dei costi nel modello 730/2021: si applicano le stesse regole valide per le spese mediche sostenute in Italia, ma è necessario prestare particolare attenzione alla documentazione.

Spese odontoiatriche all'estero, via libera alla detrazione nel modello 730/2021

Anche le spese odontoiatriche sostenute all’estero possono essere inserite nel modello 730/2021 per ottenere la detrazione del 19 per cento? Accesso libero alle agevolazioni anche per i costi sostenuti oltreconfine.

Si applicano le stesse regole valide per le spese mediche sostenute in Italia, ma è necessario prestare particolare attenzione alla documentazione.

Spese odontoiatriche all’estero, via libera alla detrazione nel modello 730/2021

Non c’è nessun ostacolo alla fruizione della detrazione per le spese odontoiatriche sostenute all’estero, rientrano a tutti gli effetti tra i costi che permettono di ridurre il valore dell’imposta da versare.

Il chiarimento arriva dalla rivista online dell’Agenzia delle Entrate FiscOggi in risposta a un contribuente che ha affrontato le cure in un paese extra UE e che vorrebbe beneficiare dell’agevolazione prevista dall’articolo 15 del TUIR, Testo Unico delle Imposte sui Redditi.

Allo stesso modo delle spese mediche sostenute in Italia per le visite specialistiche possono essere inserite nel modello 730/2021.

In questi casi, sia per i costi sostenuti in Italia che all’estero, è necessario seguire alcune regole e prestare particolare attenzione alla documentazione da conservare:

  • le spese mediche devono avere un valore superiore all’importo della franchigia, che è di 129,11 euro. La riduzione dell’IRPEF si applica all’importo che supera il valore della la franchigia;
  • la fattura deve indicare che la spesa ha natura sanitaria: le prestazioni con finalità estetica non danno diritto alla detrazione, se il documento non riporta questo dettaglio è necessario chiedere l’integrazione al medico che l’ha emessa;
  • si ha diritto all’agevolazione solo in caso di un versamento bancario o postale o altri sistemi di pagamento tracciabili.

L’obbligo di tracciabilità delle spese detraibili, infatti, in campo sanitario non si applica solo in alcuni casi:

  • acquisto di medicinali;
  • dispositivi medici;
  • prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche;
  • prestazioni sanitarie rese da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

Sicuramente le spese odontoiatriche sostenute all’estero non rientrano tra queste.

Spese odontoiatriche all’estero e detrazione nel modello 730/2021: i documenti da conservare

Dal punto di vista pratico, è necessario inserire le somme impiegate per le cure nel paese extra UE nel rigo E1 del QUADRO E, Oneri e spese, del modello 730/2021 insieme a tutte le altre spese mediche.

In linea generale, chi accede a questo tipo di detrazione deve avere cura di conservare i documenti che seguono:

  • ricevuta fiscale o fattura rilasciata dallo specialista in cui si specifica che la natura della prestazione è di tipo sanitario;
  • ricevuta relativa al ticket se la prestazione è resa nell’ambito del SSN;
  • ricevuta del versamento bancario o postale, ricevuta del pagamento effettuato tramite carta di debito o credito, estratto conto, copia bollettino postale o del MAV e dei pagamenti con PagoPA o con applicazioni via smartphone tramite Istituti di moneta elettronica autorizzati, se manca l’annotazione nel documento di spesa.

Un aspetto importante da considerare, se si sostiene la spesa all’estero, è che i documenti redatti in lingua straniera devono essere tradotti.

Se la documentazione è scritta in inglese, francese, tedesco e spagnolo la traduzione può essere eseguita dallo stesso contribuente.

Mentre è necessaria una traduzione giurata quando i documenti sono in una lingua diversa da quelle sopra indicate, ad eccezione di quelli redatti in sloveno, che possono non essere corredati da una traduzione italiana se il contribuente è residente nella Regione Friuli Venezia Giulia e appartiene alla minoranza slovena.

Agenzia delle Entrate - Le agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie
Scarica la guida dell’Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie aggiornata a maggio 2021.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network