Sismabonus e agevolazioni ristrutturazioni edilizie: due nuove guide

Rosy D’Elia - Irpef

Sismabonus e agevolazioni ristrutturazioni edilizie: le novità del DL Crescita e i dettagli degli ultimi documenti pubblicati in materia nelle guide dedicate. Il 9 agosto l'Agenzia delle Entrate ha diffuso una nuova versione aggiornata dei due vademecum di luglio. I "manuali di istruzione" sono uno strumento utile per i contribuenti che devono orientarsi tra le regole per beneficiarne.

Sismabonus e agevolazioni ristrutturazioni edilizie: due nuove guide

Sismabonus e agevolazioni ristrutturazioni edilizie: dopo che il 23 luglio l’Agenzia delle Entrate ha diffuso due nuove guide con le modifiche che il Decreto Crescita, convertito in legge il 27 giugno 2019, ha apportato alla normativa, il 9 agosto pubblica un aggiornamento di entrambi i manuali di istruzione per orientarsi tra le regole di accesso alle detrazioni, che tiene conto degli ultimi documenti in materia.

I due vademecum sono uno strumento pensato per i contribuenti che devono orientarsi tra le regole di riferimento: con un linguaggio semplice e una struttura chiara, i due vademecum illustrano il meccanismo delle agevolazioni dai requisiti agli adempimenti necessari per usufruirne.

Sismabonus: le novità nelle guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata con le modifiche del DL Crescita

Come un vero e proprio manuale di istruzioni, in entrambe le guide si parte dalla definizione dei benefici a cui si ha diritto e dalle ultime novità sulla normativa di riferimento.

Il sismabonus si ottiene per le opere di messa in sicurezza statica degli edifici. In base al risultato ottenuto con i lavori, alla zona sismica in cui si trova l’immobile e alla tipologia di edificio, sono concesse detrazioni di valore diverso. Per le spese sostenute tra il 1º gennaio 2017 e il 31 dicembre 2021, la percentuale della detrazione può arrivare fino all’85% e deve essere ripartita in 5 quote annuali di pari importo.

Con il Decreto Crescita, sono state introdotte delle novità. Innanzi tutto, per gli interventi di adozione di misure antisismiche, ci sono due possibilità per fruire del beneficio a cui si ha diritto:

  • detrazione;
  • uno sconto sul corrispettivo dovuto, anticipato dal fornitore che ha effettuato gli interventi.

Rientra sempre nella stessa tipologia di agevolazioni, la detrazione per l’acquisto di case antisismiche nei Comuni che si trovano in zone classificate a “rischio sismico 1”. Anche su questo punto, il DL numero 34 del 2019 è intervenuto estendendo il beneficio anche alle zone classificate a rischio sismico 2 e 3.

PDF - 3.1 Mb
Agenzia delle Entrate - Guida Sismabonus: le detrazioni per gli interventi antisismici
Scarica la guida dell’Agenzia delle Entrate sul sismabonus aggiornata ad agosto 2019.

Sismabonus, la guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata ad agosto 2019

Dopo aver introdotto le possibilità offerte al contribuente, la guida “Sisma bonus: le detrazioni per gli interventi antisisimici” aggiornata a luglio 2019 dall’Agenzia delle Entrate entra sempre più nel vivo specificando, categoria per categoria a chi spetta, e arrivando alla documentazione necessaria di cui dotarsi per beneficiare degli incentivi.

Il manuale di istruzioni per i contribuenti si divide in 7 sezioni:

  • Introduzione;
  • Il sisma bonus;
  • Interventi condominiali;
  • Acquisto di case antisismiche;
  • Quadro riassuntivo dei benefici fiscali;
  • I documenti utili;
  • Per saperne di più: normativa e prassi.

A rendere più chiari i concetti, esempi pratici e tabelle come quella che segue:

Agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie: le novità nelle guida aggiornata dell’Agenzia delle Entrate

La pubblicazione dedicata al sistema di agevolazioni previste per le ristrutturazioni edilizie “Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali” ricalca lo stesso schema.

In primis si passano a rassegna i benefici riconosciuti a chi mette in atto interventi di recupero del patrimonio edilizio, per poi mettere in luce le novità introdotte dal Decreto Crescita.

Con la Legge di Bilancio 2019 è possibile usufruire di una detrazione Irpef del 50% fino al limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.

Dal 1° gennaio 2020, invece, la detrazione passa nuovamente alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro.

Oltre allo sconto canonico dell’imposta, le agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie prevedono altri benefici per i contribuenti come la possibilità di pagare l’Iva in misura ridotta o quello delle detrazioni per l’acquisto di immobili a uso abitativo che fanno parte di edifici interamente ristrutturati, o ancora per la realizzazione o l’acquisto di posti auto.

Anche su questo meccanismo di agevolazioni è intervenuto il Decreto Crescita: con le disposizioni dell’articolo 10, comma 3-ter, dal 30 giugno 2019, i contribuenti che beneficiano della detrazione per gli interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici hanno la possibilità di cedere il credito in favore del fornitore dei beni e servizi necessari alla loro realizzazione.

A sua volta, il fornitore può cedere il credito d’imposta ricevuto ai suoi fornitori di beni e servizi, che non possono però cederlo ad altri. Esclusa, in ogni caso, la cessione a istituti di credito e a intermediari finanziari.

Agevolazioni per le ristrutturazioni edilizie: la guida dell’Agenzia delle Entrate aggiornata ad agosto 2019

Da una panoramica generale sui benefici previsti per i contribuenti che effettuano interventi di recupero del patrimonio edilizio, la guida dell’Agenzia delle Entrate va sempre più nello specifico, agevolazione per agevolazione. Illustra a chi spetta, in cosa consiste quali sono i documenti da conservare e gli adempimenti da tener presente.

Come per la guida dedicata al sismabonus, i contribuenti hanno a disposizione un vero e proprio manuale di istruzioni per orientarsi tra le disposizioni normative, anche con esempi pratici e tabelle riassuntive.

43 pagine di approfondimento sono organizzate in 6 sezioni:

  • agevolazioni per il recupero del patrimonio edilizio;
  • agevolazioni per l’acquisto e la costruzione di box e posti auto;
  • agevolazione per l’acquisto o l’assegnazione di immobili già ristrutturati;
  • mutui per ristrutturare casa: la detrazione degli interessi passivi;
  • tabelle riassuntive dei lavori agevolabili;
  • per saperne di più: normativa e prassi.

Tutti i dettagli nella guida pubblicata il 23 luglio 2019 dall’Agenzia delle Entrate.

PDF - 4.3 Mb
Agenzia delle Entrate - Guida Ristrutturazioni edilizie: le agevolazioni fiscali
Scarica la guida dell’Agenzia delle Entrate sulle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie aggiornata ad agosto 2019.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it