Scuola: dal 1° gennaio 2019 nuovo regolamento amministrativo contabile

Rosy D’Elia - Scuola

Scuola: si applica il nuovo regolamento amministrativo contabile dal 1° gennaio 2019. Le indicazioni nella circolare MIUR del 5 gennaio 2019.

Scuola: dal 1° gennaio 2019 nuovo regolamento amministrativo contabile

Scuola: nuovo regolamento amministrativo contabile è stato approvato il 17 novembre 2018 e si applica a partire dal 1° gennaio 2019. I revisori dei conti di tutte le istituzioni scolastiche ed educative statali, con la circolare del 5 gennaio 2019, hanno ricevuto dal MIUR le indicazioni a cui attenersi.

Come previsto dal decreto interministeriale numero 129 del 28 agosto 2018, il Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca e il Ministro dell’Economia e delle Finanze hanno adottato nuove istruzioni generali sulla gestione amministrativo contabile delle istituzioni scolastiche.

In occasione della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo regolamento, il ministro Marco Bussetti ha detto:

“In questi ultimi anni le scuole sono state oberate di lavoro, le ultime riforme hanno generato tanta confusione e ci si è dimenticati di considerare a sufficienza l’aspetto amministrativo, che va rilanciato. In termini di efficienza, chiarezza e trasparenza.”

Scuola: in vigore il nuovo regolamento amministrativo contabile

Il nuovo regolamento rivede in maniera organica il Decreto Interministeriale numero 44 del 1° febbraio 2001. La necessità di armonizzare il nuovo regolamento rispetto al quadro normativo in vigore e il cambiamento delle caratteristiche organizzative, dimensionali e socio culturali, in atto in questi anni, nel settore dell’istruzione hanno richiesto una revisione integrale delle regole da adottare, come si legge nel documento pubblicato dal MIUR il 5 gennaio 2019.

Il risultato è frutto di un lavoro congiunto dei due Ministeri, ma nasce anche dal confronto con le organizzazioni sindacali, con il Consiglio superiore della pubblica istruzione e con i dirigenti scolastici e direttori dei servizi generali amministrativi, che sono in prima linea sul territorio.

Il testo si inserisce in un’ottica di digitalizzazione delle procedure e pone l’amministrazione scolastica al passo con i tempi, mettendola in condizione di poter gestire al meglio anche le novità che vengono introdotte nelle aule da docenti e studenti.

Un esempio su tutti: si definiscono le regole per il crowdfounding. Negli ultimi anni, grazie anche a collaborazioni con enti e associazioni, le scuole sono impegnate in progetti che permettono di avere piccoli o grandi finanziamenti dai singoli cittadini tramite raccolte fondi su piattaforme online. Il regolamento definisce per il reparto amministrativo le regole precise a cui attenersi.

PDF - 300.3 Kb
Nuovo regolamento amministrativo contabile: la circolare MIUR del 5 gennaio 2019
Decreto 28 agosto 2018, n. 129, avente ad oggetto Regolamento recante istruzioni generali sulla gestione amministrativo-contabile delle istituzioni scolastiche, ai sensi dell’articolo 1, comma 143, della legge 13 luglio 2015, n. 107 – Orientamenti interpretativi.

Scuola: i punti del nuovo regolamento amministrativo contabile

Il nuovo manuale di contabilità per gli istituti scolastici, dunque, sostituisce il Decreto Interministeriale numero 44 del 2001. La circolare, pubblicata sul sito del Ministero dell’istruzione dell’università e della ricerca il 7 gennaio 2019, illustra punto per punto le novità del nuovo regolamento amministrativo contabile.

In particolare, il testo è composto da otto Titoli che toccano i diversi ambiti dell’amministrazione:

  • Titolo I – Gestione finanziaria: disciplina la gestione finanziaria delle istituzioni scolastiche, dettando norme di recepimento e attuazione dei principi contenuti nella legge 107/2015, nonché di coordinamento rispetto alla normativa primaria;
  • Titolo II – Gestioni economiche separate: riporta la disciplina delle gestioni economiche separate e, in linea con la delega contenuta nell’articolo 1, comma 143, della legge 107/2015, armonizza i sistemi contabili e le modalità di controllo dei convitti e degli educandati;
  • Titolo III – Gestione patrimoniale – Beni e inventari: delinea una disciplina organica relativa alla gestione patrimoniale dei beni e degli inventari delle istituzioni scolastiche;
  • Titolo IV – Scritture contabili e contabilità informatizzata: semplifica la contabilità delle istituzioni scolastiche, anche tramite la standardizzazione della modulistica e l’utilizzo di tecnologie digitali;
  • Titolo V – Attività negoziale: riporta previsioni sull’attività negoziale delle istituzioni scolastiche, recependo le novità legislative in materia di contratti pubblici, anche per ciò che concerne gli acquisti in forma aggregata;
  • Titolo VI - Controllo di regolarità amministrativa e contabile: disciplina i criteri generali per l’espletamento dei controlli di regolarità amministrativa e contabile svolti presso le istituzioni scolastiche, per garantire semplificazione delle procedure ed efficacia delle verifiche;
  • Titolo VII – Consulenza contabile: recependo la previsione di cui all’articolo 1, comma 142, della legge 107/2015, attribuisce al MIUR il compito di fornire assistenza e supporto tempestivo alle istituzioni scolastiche nella risoluzione di problemi connessi alla gestione amministrativa e contabile, attraverso un canale permanente di comunicazione e informazione.

L’ultimo punto, il Titolo VIII - Disposizione transitorie e finali, indica la data a partire dalla quale si applica il regolamento, il 1° gennaio 2019, e fornisce informazioni sul periodo di transizione. Ci sono, infatti, due casi in cui le disposizioni del nuovo regolamento si applicano dal giorno successivo rispetto alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ovvero dal 17 novembre 2018:

  • procedure e contratti per i quali i bandi o gli avvisi siano pubblicati in data successiva al 17 novembre 2018;
  • contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, procedure e contratti per i quali non siano stati inoltrati gli inviti a presentare le offerte al 17 novembre 2018.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it