Scadenze fiscali febbraio 2018: proroga spesometro, invio Lipe e non solo

Redazione - Scadenze fiscali

Scadenze fiscali febbraio 2018: adempimenti Iva protagonisti del calendario del mese, tra l'invio della dichiarazione Iva, le Lipe trimestrali e la proroga dello spesometro.

Scadenze fiscali febbraio 2018: proroga spesometro, invio Lipe e non solo

Scadenze fiscali febbraio 2018: come di consueto il calendario degli adempimenti del mese si presenta ricco e con non poche novità.

Tra la scadenza delle Lipe trimestrali e la proroga dello spesometro, a partire dal 1° febbraio 2018 sarà possibile effettuare l’invio della dichiarazione Iva, con scadenza fissata al 30 aprile 2018.

Una delle novità del mese, accolta con sorpresa da contribuenti ed intermediari, è stata la proroga dello spesometro del primo e del secondo semestre 2018 mentre resta fissata al 28 febbraio la scadenza per l’invio delle Lipe trimestrali, ovvero la comunicazione delle liquidazioni Iva dell’ultimo trimestre del 2017.

Il calendario delle scadenze fiscali di febbraio 2018 è caratterizzato inoltre dagli adempimenti periodici Iva, Inps ed Irpef per i sostituti d’imposta.

Inoltre si segnala che i veterinari iscritti ad albi professionali dovranno effettuare l’invio dei dati delle spese sanitarie al sistema TS entro il 28 febbraio 2018, scadenza fissata invece al 31 gennaio 2018 per i restanti soggetti obbligati.

Di seguito il calendario degli adempimenti fiscali di febbraio 2018 con tutte le scadenze previste.

Scadenze fiscali febbraio 2018: invio dichiarazione Iva dal 1° febbraio

A partire dal 1° febbraio 2018 sarà possibile effettuare l’invio telematico della dichiarazione Iva relativa all’anno d’imposta 2017.

La scadenza per l’invio telematico della dichiarazione Iva annuale è fissata al 30 aprile 2018 e, con provvedimento del 15 gennaio, è stato messo a disposizione il modello ufficiale e definitivo da utilizzare e le relative istruzioni.

Non mancano le novità perché nel nuovo modello sono state recepite le modifiche in materia di adempimenti Iva introdotte a partire dallo scorso anno: viene previsto l’obbligo di compilazione del “quadro VH” esclusivamente in caso di modifica ai dati già trasmessi con le Lipe trimestrali.

Scadenze fiscali 16 febbraio 2018: adempimenti periodici Iva, Inps e Irpef

Tra le scadenze fiscali del mese troviamo, come di consueto, quelle relative agli adempimenti periodici Iva, Irpef e Inps.

Entro la scadenza di venerdì 16 febbraio 2018 i contribuenti titolari di partita Iva dovranno effettuare i seguenti adempimenti:

  • versamento Irpef relativo alle ritenute alla fonte a titolo d’acconto effettuate dai sostituti d’imposta sui redditi di lavoro dipendente e assimilati corrisposti nel mese precedente comprensivo di addizionali comunali e regionali e sui redditi da lavoro autonomo corrisposti nel mese precedente, provvigioni per rapporti di commissione, di agenzia, di mediazione e di rappresentanza corrisposte nel mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato utilizzando il codice tributo 1040 con competenza 01/2018;
  • versamento contributi Inps dovuti dal datore di lavoro sulle retribuzioni corrisposte nel mese di novembre.
  • versamento Iva relativa al mese di gennaio 2018 per i contribuenti con liquidazione mensile. Bisognerà utilizzare il codice tributo 6001 nella sezione “Erario” del modello F24.

Scadenze fiscali 26 febbraio 2018: Intrastat mensili

Entro lunedì 26 febbraio 2018 bisognerà trasmettere all’Agenzia delle Entrate o all’Agenzia delle Dogane gli elenchi riepilogativi Intrastat.

Sono tenuti a trasmettere i modelli Intrastat entro la scadenza del 26 febbraio 2018 i contribuenti che hanno effettuato operazioni di cessioni o prestazioni di servizi di importo superiore a 50.000 euro a trimestre, ovvero i contribuenti con obbligo mensile.

Si ricorda che, a partire dal 1° gennaio 2018, sono entrate in vigore le semplificazioni Intrastat previste dal provvedimento numero 194409/2017 del 25 settembre 2017 dell’Agenzia delle Entrate.

Per maggiori dettagli i lettori possono consultare l’approfondimento con tutte le novità Intrastat 2018.

Scadenze fiscali 28 febbraio 2018: Lipe trimestrali

Entro la scadenza del 28 febbraio 2018 sarà necessario trasmettere la comunicazione delle liquidazioni Iva periodiche, le Lipe trimestrali relative al quarto trimestre del 2017.

I contribuenti tenuti ad adempiere entro la scadenza del 28 febbraio dovranno trasmettere in modalità telematica all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse e ricevute nel corso del trimestre di riferimento.

Per ciascuna fattura, così come indicato nelle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate, bisognerà trasmettere le seguenti informazioni:

  • i dati identificativi del cedente/prestatore;
  • i dati identificativi del cessionario/committente;
  • la data del documento;
  • la data di registrazione (per le sole fatture ricevute e le relative note di variazione);
  • il numero del documento;
  • la base imponibile;
  • l’aliquota IVA applicata e l’imposta ovvero, ove l’operazione non comporti l’annotazione dell’imposta nel documento, la tipologia dell’operazione.

Per tutti i dettagli i lettori possono consultare l’articolo con scadenze e istruzioni relative alla comunicazione delle liquidazioni Iva trimestrali 2017.

Proroga spesometro primo e secondo semestre 2017: scadenza incerta

Se è vero che febbraio sarà il mese delle scadenze Iva, è vero anche che come di consueto è arriva la notizia della prima proroga.

Una novità che ha lasciato, a dire il vero, sorpresi intermediari e contribuenti e che riguarda il tanto chiacchierato spesometro.

L’Agenzia delle Entrate, con un provvedimento pubblicato in bozza lo scorso 19 gennaio 2018, ha reso noto regole ed istruzioni in merito alla semplificazione dell’adempimento prevista dall’art. 1-ter del DL 148/2017, mettendo in pratica (probabilmente per la prima volta..) uno dei principi stabiliti dallo Statuto dei Contribuenti:

“i termini per gli adempimenti disciplinati dal presente provvedimento sono fissati al sessantesimo giorno dalla data di adozione dello stesso.”

Non è chiaro quindi quando sarà fissata la scadenza per l’invio dello spesometro del secondo semestre 2017, inizialmente fissata al 28 febbraio 2018, stessa data entro cui correggere o integrare i dati relativi al primo semestre senza l’applicazione di sanzioni: sarà necessario attendere la pubblicazione del provvedimento definitivo.

Scadenza fiscali 28 febbraio 2018: invio dati sistema TS per i veterinari

In chiusura del mese di febbraio 2018 è da segnalare la proroga della scadenza per la comunicazione delle spese sanitarie per i medici veterinari iscritti ad appositi albi.

Sul Portale Tessera Sanitaria è stato pubblicato un avviso in merito alla scadenza per l’invio dei dati di spesa sanitaria da parte dei veterinari iscritti agli albi professionali:

in base a quanto stabilito dal comma 3-bis dell’articolo 7 del decreto legge 30 dicembre 2016, n. 244, aggiunto dalla legge di conversione 27 febbraio 2017, n. 19, il termine per l’invio dei dati di spesa veterinaria sostenuta dai cittadini nel 2017 al Sistema Tessera Sanitaria da parte dei soli veterinari iscritti agli albi professionali è prorogata al 28 febbraio 2018.

Resta invece fissata al 31 gennaio 2018 la scadenza per l’invio dei dati delle spese sanitarie del 2017 per la restante platea di soggetti obbligati.