Sburocratizzazione, formazione e Università: le parole chiave 2020 dell’INT

Tommaso Gavi - Fisco

Sburocratizzazione, formazione professionale e Università, le priorità 2020 dell'Istituto Nazionale Tributaristi nel comunicato di fine anno del 30 dicembre 2019. Obiettivi ambiziosi per il presidente dell'INT Riccardo Alemanno.

Sburocratizzazione, formazione e Università: le parole chiave 2020 dell'INT

Sburocratizzazione, formazione professionale e Università: sono queste le parole chiave del messaggio di fine anno dell’INT, Istituto Nazionale Tributaristi.

Il comunicato del 30 dicembre 2019 mette in evidenza le priorità per il nuovo anno 2020.

Augurando buon anno, il Presidente, Riccardo Alemanno, sottolinea che sono obiettivi ambiziosi.

Sburocratizzazione, formazione e Università, le parole chiave 2020 del comunicato INT del 30 dicembre 2019

Con il 2019 in chiusura e il nuovo anno in arrivo, l’Istituto Nazionale Tributaristi ha colto l’occasione per porre l’accento sulle priorità del 2020.

Come si legge nel comunicato:

“A fine anno, come da tradizione, oltre al redigere un bilancio consuntivo si formulano i buoni propositi per l’anno che verrà, all’Istituto Nazionale Tributaristi (INT) si preferisce di gran lunga la seconda tradizione, poiché ciò che si è fatto è già noto mentre ciò che si farà è molto più entusiasmante.”

Con lo sguardo al futuro l’INT ha dunque reso noto quali sono le priorità per il nuovo anno. Le parole chiave sono tre: sburocratizzazione, formazione professionale e Università.

La sburocratizzazione è il primo degli obiettivi riportati nel comunicato:

“ovvero continuare a presentare al legislatore proposte migliorative del nostro sistema fiscale ed amministrativo, ottimizzando le potenzialità della digitalizzazione ma senza dimenticare le persone che devono costituire al centralità dell’azione legislativa, anche se poi non sempre ciò accade, non sarà semplice ma questo è un punto fondamentale se si vuole dare una svolta positiva ai settori produttivi del Paese e permettere quindi ad imprese e professionisti di lavorare, nel rispetto delle normative, ma senza lacci e lacciuoli burocratici.”

Il secondo punto da tenere bene a mente per il prossimo anno, a parere dell’INT, è la formazione professionale che permette di fornire consulenze professionali di qualità.

In tal senso, oltre all’obbligo di aggiornamento, sono previste azioni concrete:

“si potenzierà la piattaforma delle videoconferenze on-line, con una selezione di webinar gratuiti, oltre a migliorare gli accordi con altri enti formatori e senza dimenticare gli incontri in aula, ricordando che tutte le giornate formative INT sono gratuite, nel 2020 si incentiveranno i “Gruppi di visione” cioè gruppi di tributaristi che si riuniscono presso lo studio di un coordinatore e seguono videoconferenze durante le quali si confrontano rendendo ancora più interattiva la formazione on-line e applicando il concetto di ottimizzazione della tecnologia digitale.”

Terzo ed ultimo punto: l’Università.

A riguardo l’Istituto Nazionale Tributaristi evidenzia che:

“con il supporto del Coordinamento Giovani Tributaristi, vuole creare corsi universitari e post universitari che abbinino alla necessaria preparazione teorica una serie di lezioni e stage dove il denominatore sarà la concretezza, ovvero parlare e trattare delle difficoltà operative che si incontrano quotidianamente nella propria attività professionale”

Gli obiettivi sono inseriti in una visione di lungo periodo, che gestisca il cambiamento senza subirlo passivamente.

Sburocratizzazione, formazione e Università: le dichiarazioni del Presidente Riccardo Alemanno

Commentando gli aspetti su cui puntare nel 2020, il presidente dell’Istituto Nazionale Tributaristi, Riccardo Alemanno, ha fornito l’ottica con cui affrontare il nuovo anno.

“Saranno anche obiettivi ambiziosi, ma quando si devono costruire percorsi per una categoria o si vuole operare per l’interesse generale, come è giusto che sia per chi rappresenta professionisti portatori di sapere e di esperienze, diventano obiettivi naturali, senza la pretesa di volere cambiare tutto ma con la consapevolezza che occorrono serietà, determinazione e costanza per migliorare l’esistente, quella politica dei piccoli ma fermi passi che da sempre guida i tributaristi INT.”

Alla chiave di lettura si è aggiunto anche un augurio per il prossimo futuro:

“Ora però voglio principalmente augurare Buon Anno a tutti, un anno in cui, al di là della necessaria serenità famigliare, ciascuno possa realizzare un proprio sogno, piccolo o grande che sia, nella convinzione che molto se non tutto dipenda da noi, dalla nostra volontà e dal nostro impegno.”

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network