Rottamazione e saldo e stralcio delle cartelle, doppia domanda con comunicazione ad ottobre

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Doppia domanda rottamazione e saldo e stralcio, priorità alla pace fiscale con pagamento parziale delle cartelle. La comunicazione sarà inviata entro il 31 ottobre 2019. Le novità nel comunicato AdER dell'11 luglio 2019.

Rottamazione e saldo e stralcio delle cartelle, doppia domanda con comunicazione ad ottobre

Precedenza al saldo e stralcio nel caso in cui sia stata presentata anche domanda di rottamazione ter delle cartelle. Chi ha presentato due istanze di adesione e non ha ancora ricevuto la comunicazione con importi e scadenza delle rate dovrà attendere il 31 ottobre 2019.

La novità è contenuta nel comunicato stampa dell’Agenzia Entrate Riscossione pubblicato l’11 luglio 2019, contenente tra l’altro le indicazioni in merito alla scadenza della prima rata della rottamazione.

Per l’occasione sono stati lanciati nuovi servizi online, al fine di consentire ai contribuenti di scaricare l’elenco dei debiti rottamati ed i bollettini di pagamento da utilizzare, con la possibilità di consultare online anche una copia della comunicazione delle somme dovute.

Se per la pace fiscale il mese di luglio è quello del primo incasso, la scadenza del 31 ottobre 2019 si presenta altrettanto importante: arriveranno gli esiti delle domande di saldo e stralcio delle cartelle, nonché l’ammissione o il rigetto delle istanze di adesione presentate dai contribuenti che sfrutteranno la riapertura dei termini prevista dal Decreto Fiscale n. 34/2019.

Rottamazione e saldo e stralcio delle cartelle, doppia domanda con comunicazione ad ottobre

Per chi ha potuto scegliere, è sicuramente il saldo e stralcio delle cartelle la misura più conveniente del pacchetto pace fiscale. In tal caso infatti il debito maturato, oltre ad essere scontato da sanzioni ed interessi, viene pagato in misura parziale, dal 16% al 35%, sulla base del valore del modello ISEE presentato (che in ogni caso non deve superare i 20.000 euro).

L’attesa sarà più lunga, ma aspettare avrà i suoi vantaggi. I dettagli sono forniti nel comunicato stampa dell’Agenzia delle Entrate - Riscossione dell’11 luglio 2019.

Per chi entro lo scorso 30 aprile 2019 ha presentato sia la domanda per la rottamazione ter che per il saldo e stralcio delle cartelle l’Agenzia delle Entrate Riscossione invierà la comunicazione delle domme dovute entro il 31 ottobre 2019 e la prima rata dovrà essere pagata entro il 30 novembre.

La priorità al saldo e stralcio nel caso di doppia domanda riguarderà i contribuenti che hanno inviato due richieste di adesione per le stesse cartelle.

Diverse sono invece le scadenze da tenere a mente per chi ha fatto domanda sia per la rottamazione che per il saldo e stralcio ma per cartelle diverse.

In tal caso, l’AdER ha già inviato la comunicazione con importi, bollettini e scadenze, ed il 31 luglio 2019 rappresenta la data spartiacque: entro questo termine bisognerà pagare la prima o unica rata dovuta, con un termine di tolleranza di 5 giorni di ritardo, per evitare di decadere dalla definizione agevolata.

Per i debiti ammessi al saldo e stralcio delle cartelle, invece, il giorno in cui sarà comunicato l’esito della domanda presentata resta il 31 ottobre 2019.

PDF - 226.4 Kb
Agenzia delle Entrate Riscossione - comunicato stampa 11 luglio 2019
Pace fiscale, prima rata rottamazione ter entro il 31 luglio. Al via il servizio web per chiedere importi e bollettini

Rottamazione ter, scadenza prima rata con nuovi servizi online

Intanto è tutto pronto per la scadenza della prima rata per chi ha fatto domanda di rottamazione ter delle cartelle. Il termine ultimo per pagare è fissato al 31 luglio ma sarà tollerato un ritardo di massimo 5 giorni.

L’AdER ha già inviato la comunicazione con l’importo dovuto ed i primi bollettini di pagamento, che in ogni caso potranno essere scaricati anche sul sito dell’Agenzia delle Entrate Riscossione.

Si potranno quindi scaricare online i bollettini RAV per il versamento delle rate. Il tutto, accedendo all’area riservata del portale o nell’area pubblica, senza necessità di pin e password, compilando la scheda “Richiesta comunicazione” presente nella sezione del sito dedicata alla “rottamazione-ter”, alla voce “Comunicazione delle somme dovute”, allegando un documento di riconoscimento.

È stato inoltre lanciato anche il nuovo servizio web “ContiTu”, che consente di scegliere di pagare in via agevolata soltanto alcuni degli avvisi/cartelle contenuti nella Comunicazione di accoglimento.

Ad esempio, chi ha chiesto la rottamazione per 7 cartelle, ma si rende conto che potrà riuscire a pagarne soltanto 4, può scegliere i debiti che intende pagare in forma agevolata e il sistema fornirà un nuovo totale con i relativi bollettini RAV indispensabili per poter saldare i debiti prescelti. Attenzione però: le cartelle e gli avvisi contenuti nella domanda presentata e per i quali il contribuente sceglie di non aderire alla definizione agevolata, non potranno più essere rateizzati.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it