Rimborso modello 730/2019: quando arriva?

Rosy D’Elia - Modello 730

Rimborso modello 730/2019: quando arriva? Chi presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730 precompilato o ordinario ha diritto a ricevere eventuali crediti emersi dal conguaglio fiscale. I tempi e le modalità per riceverlo cambiano in base alla tipologia di contribuente.

Rimborso modello 730/2019: quando arriva?

Rimborso modello 730/2019: quando arriva? Chi presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730/2019 precompilato o anche ordinario ha diritto a ricevere, in busta paga o con la pensione, l’importo a credito che emerge durante le operazioni di conguaglio fiscale.

I tempi e le modalità di erogazione cambiano in base alla tipologia di contribuente. I lavoratori con sostituto d’imposta ricevono il rimborso del modello 730/2019 in busta paga a partire da luglio, mentre i pensionati lo percepiscono a partire dall’assegno di agosto e settembre.

Dal conguaglio, però, può emergere anche una situazione di debito sugli importi Irpef da pagare e in questo caso per il contribuente ci saranno delle trattenute in busta paga.

Rimborso modello 730/2019: quando arriva?

Ogni anno i contribuenti presentando la dichiarazione dei redditi calcolano l’Irpef da versare, capita che l’importo effettivamente dovuto sia in realtà inferiore a quanto addebitato dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico in busta paga.

Si tratta di una situazione molto frequente perché nel modello 730 non si considerano solo i redditi percepiti, ma anche le spese sostenute che danno diritto a detrazioni Irpef o di deduzioni dal reddito e abbattono i costi dell’imposta.

Quando dalle operazioni di conguaglio fiscale effettuate dall’Agenzia delle Entrate risulta una somma dell’Irpef dovuta più bassa, si ha diritto a un rimborso.

I contribuenti non devono fare nulla di particolare per riceverlo: il datore di lavoro eroga il rimborso modello 730/2019 direttamente nella busta paga dei lavoratori a partire da luglio, e l’ente pensionistico lo inserisce nell’assegno a partire da agosto o settembre.

Ai lavoratori che non hanno un sostituto d’imposta, invece, l’Agenzia delle Entrate accredita il rimborso Irpef direttamente sul conto corrente, a patto che sia stato indicato il codice Iban durante la compilazione del modello 730/2019.

Se non si è optato per l’accredito diretto, si riceve una comunicazione dall’Agenzia delle Entrate che invita a presentarsi presso un ufficio postale per riscuotere il rimborso d’imposta in contanti, se l’importo non supera i 1.000 euro.

Altrimenti la somma viene percepita tramite vaglia inviato dalla Banca d’Italia.

Rimborso modello 730/2019 a partire da luglio, agosto e settembre. Quando arriva il rimborso Irpef con il modello Unico?

Il rimborso del modello 730/2019 che deriva dal conguaglio fiscale, quindi, arriva a partire da luglio per i lavoratori e da agosto o settembre per i pensionati.

Per alcuni, però, l’attesa potrebbe essere maggiore. Con il provvedimento del 19 giugno 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fissato i criteri che comportano il rischio di un blocco del rimborso fiscale emerso dal modello 730/2019.

Elementi di incoerenza nelle dichiarazioni dei redditi con esito a rimborso possono destare sospetto e generare uno stop sull’erogazione delle somme di credito.

In ogni caso, sicuramente sono più lunghi i tempi per chi presenta il modello Unico e ha diritto a ricevere l’importo a credito: l’Agenzia delle Entrate può impiegare fino a due anni di tempo prima di erogare la somma dovuta ai contribuenti.

Inoltre, chi presenta il modello Unico deve fare attenzione a indicare esplicitamente nel quadro RX di voler ricevere il rimborso del credito, l’alternativa è che la somma sia riportata all’anno successivo per la sua compensazione con altri tributi da versare.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it