Riforma fiscale, l’INT mette in campo una commissione di 15 esperti

Tommaso Gavi - Fisco

Riforma fiscale, l'INT istituisce una commissione ed un comitato a supporto dei lavori. A renderlo noto è il comunicato stampa del 24 settembre 2020: a coordinarla sarà Salvatore Cuomo, membro della Commissione fiscalità.

Riforma fiscale, l'INT mette in campo una commissione di 15 esperti

Riforma fiscale, l’Istituto Nazionale Tributaristi mette in campo una commissione di esperti.

Lo rende noto il comunicato stampa del 25 settembre 2020.

A coordinare tale commissione, composta da 15 professionisti che operano quotidianamente nei propri studi, sarà Salvatore Cuomo, membro della Commissione fiscalità INT.

La squadra di esperti ha lo scopo di identificare precise problematiche e fornire la relativa soluzione.

Riforma fiscale, l’INT mette in campo una commissione di esperti

La riforma fiscale è l’oggetto di studio della commissione di esperti messa in campo dall’Istituto Nazionale Tributaristi.

Lo fa sapere il comunicato stampa INT del 24 settembre 2020.

A coordinare i lavori della commissione dei 15 professionisti sarà Salvatore Cuomo, membro della Commissione fiscalità INT.

Oltre alla commissione è stato istituito anche un comitato per la riforma fiscale.

In merito nel comunicato stampa si legge quanto segue:

“La Commissione non fornirà indicazioni generiche quali semplificazione, riduzione pressione fiscale, chiarezza normativa, ecc., tutte problematiche reali e che devono essere affrontate ma che, se evidenziate genericamente, andrebbero solo ad accumularsi alle migliaia di appelli, memorie e fascicoli che si sono riproposti negli ultimi 30 anni ma che non hanno mai trovato piena concretizzazione, si è chiesto infatti a ciascun membro di fornire proposte su due precise problematiche e di darne relativa soluzione alla loro cancellazione o modificazione.”

Riforma fiscale, i membri della commissione INT e le parole del presidente Alemanno

Nel comunicato stampa del 24 settembre 2020 vengono resi noti i componenti del comitato a cui farà capo la commissione di esperti per supportare la riforma fiscale.

A presiedere tale comitato sarà il presidente della Fondazione B. Buozzi, Giorgio Benvenuto.

Al Comitato parteciperà di diritto il presidente nazionale dell’INT Riccardo Alemanno ed altri nove esperti.

Quattro sono esterni all’INT:

  • Avv. Michela Corrado;
  • Avv. Giorgio Infranca;
  • Prof. Enrico Molinari;
  • Dott. Francesco Tramaglino.

Cinque, invece, sono interni:

  • il segretario nazionale Edoardo G. Boccalini;
  • il delegato provinciale di Roma Paola De Maio;
  • il vice coordinatore dei Giovani Tributaristi INT Giovanni Malinconico;
  • il consigliere nazionale Cinzia Sanfiori;
  • il consigliere nazionale Giuseppe Zambon.

Tra i compiti del comitato c’è quello di vagliare le proposte che perverranno dalla “Commissione INT per il supporto alla Riforma Fiscale”, oltre a proporne di nuove partendo da quanto presentato agli stati generali.

I contributi alla riforma potranno anche già essere utilizzati ad integrazione delle proposte della prossima legge di bilancio.

Sul tema il presidente INT Riccardo Alemanno ha dichiarato:

“Senza un piano di investimento chiaro e coraggioso da parte del Governo e del MEF, la Riforma Fiscale e l’auspicata sburocratizzazione avranno scarsa efficacia. Le Riforme ad invarianza di gettito ne sono la testimonianza, certamente ci sono modifiche e semplificazioni che possono essere introdotte senza oneri per lo Stato ed alcune sono già state elaborate dall’INT.”

Alemanno suggerisce poi alcuni degli interventi per recuperare i fondi che servono per la riforma fiscale:

“Le risorse necessarie dovranno essere reperite sia dallo sfoltimento delle tax expentitures, senza intaccare quelle legate al welfare, dal taglio della spesa pubblica improduttiva nonché da investimento di risorse del next generation, favorendo così il lavoro rispetto all’assistenzialismo che non è da non confondere con il welfare. Il nostro sarà un forte impegno professionale e sociale per fornire precise indicazioni, dalla sburocratizzazione alla riduzione della pressione fiscale, dalla digitalizzazione al sostegno alle famiglie.”

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network