Reddito di cittadinanza, controlli Guardia di Finanza: scoperta pasticceria abusiva

Tommaso Gavi - Lavoro

Reddito di cittadinanza, una nuova percezione indebita individuata dalla Guardia di Finanza di Trapani grazie a dei controlli: scoperta una pasticceria abusiva. L'uomo riceveva 700 euro al mese di sussidio. I particolari del caso.

Reddito di cittadinanza, controlli Guardia di Finanza: scoperta pasticceria abusiva

Reddito di cittadinanza, scoperta una pasticceria abusiva a Salinagrande durante le attività di controllo della Guardia di Finanza di Trapani.

Il laboratorio si trovava all’interno di un’abitazione privata in locazione. Il pasticciere irregolare, identificato dai finanzieri, percepiva un sussidio di 700 euro al mese.

I dettagli delle operazioni delle Fiamme gialle.

Reddito di cittadinanza, i particolari dei controlli della Guardia di Finanza di Trapani

I controlli della Guardia di Finanza di Trapani hanno portato alla luce le l’operato di una pasticceria abusiva nella città di Salinagrande.

Gli sforzi per contrastare l’economia sommersa e il lavoro nero hanno colto sul fatto un uomo che, oltre a condurre un laboratorio in un’abitazione privata con l’aiuto della moglie e senza la necessaria autorizzazione, percepiva un sussidio mensile del reddito di cittadinanza pari a 700 euro.

Sono stati sequestrati 160 chili di prodotti dolciari, preparati per essere rivenduti illegalmente nelle pasticcerie del territorio. L’attività abusiva era anche priva di autorizzazione sanitaria. Lo stabile versava, inoltre, in pessime condizioni igieniche.

L’uomo è stato identificato mentre consegnava i suoi prodotti a seguito dei controlli scaturiti da uno strano via vai di persone nei pressi dell’abitazione.

Da successivi accertamenti è emerso che il soggetto aveva in passato esercitato la professione di pasticciere con regolare licenza fino all’anno 2000.

Il pasticciere irregolare è stato denunciato per la violazione delle norme che tutelano la pubblica salute, la produzione ed il commercio delle sostanze destinate alla alimentazione, in base all’articolo 5, lett. b) della Legge numero 283 del 30 aprile 1962.

Dovrà rispondere inoltre alle sanzioni previste dall’articolo 7, comma 1, del Decreto Legge numero 4 del 28 gennaio 2019, che regola il reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, i controlli della Guardia di Finanza per contrastare gli abusi

Il caso di Salinagrande è solo uno degli episodi che, negli ultimi giorni, hanno rivelato indebite percezioni del reddito di cittadinanza a seguito di controlli per il contrasto dell’economia sommersa.

Anche in questa occasione lo sforzo delle Fiamme gialle non era direttamente finalizzato ad indagare sulla regolarità dell’assegnazione dei sussidi ma più approfonditi accertamenti hanno portato alla luce le violazioni in questione.

Come hanno reso noto i finanzieri, nei prossimi giorni gli uffici competenti dell’INPS saranno informati al fine di provvedere il più presto possibile al recupero delle somme ricevute indebitamente.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it