Premi INAIL 2019: dal 1° luglio rivalutati minimali e massimali

Rosy D’Elia - Leggi e prassi

Rivalutati al 1° luglio minimali e massimali di riferimento per il calcolo dei premi INAIL. Dettagli sui limiti di retribuzione imponibile di diverse categorie di lavoratori nella circolare numero 25 del 23 settembre 2019. Novità anche per le scuole e gli istituti di formazione.

Premi INAIL 2019: dal 1° luglio rivalutati minimali e massimali

Premi INAIL 2019: con la circolare numero 25 del 23 settembre 2019, l’Istituto ha rivalutato i minimali e i massimali di riferimento per il calcolo. Rivisti gli importi dovuti anche per i studenti inseriti nei percorsi scolastici e per gli allievi dei corsi di formazione.

Dal 1° luglio 2019 si applicano i nuovi importi stabiliti dal decreto numero 951 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 2 agosto, che ha rivalutato le prestazioni economiche nel settore industriale.

Partendo dalle cifre riviste dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, l’Istituto ha elaborato le nuove somme di cui tener conto per il calcolo dei premi INAIL 2019.

PDF - 201.5 Kb
INAIL - Circolare numero 25 del 23 settembre 2019
Rivalutazione del minimale e del massimale di rendita con decorrenza 1° luglio 2019. Limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi.

Premi INAIL 2019: dal 1° luglio rivalutati minimali e massimali per il calcolo

Nella premessa della circolare numero 25 del 2019 si legge:

“Il decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 2 agosto 2019, n. 951 rivaluta le prestazioni economiche erogate dall’Istituto nel settore industriale con decorrenza 1° luglio 2019 e stabilisce gli importi del minimale e del massimale di rendita nelle misure di euro 16.554,30 e di euro 30.743,70.

Sulla base di tali importi, si aggiornano i limiti di retribuzione imponibile per il calcolo dei premi assicurativi da variare secondo la rivalutazione delle rendite, riportati nella circolare Inail 9 maggio 2019, n. 112”.

Nelle tabelle di seguito i limiti di retribuzione imponibile aggiornati.

Tipologia di lavoratoriRetribuzione convenzionaleImporti
Lavoratori con retribuzione convenzionale annuale pari al minimale di
rendita
(detenuti e internati; allievi dei corsi di istruzione professionale; lavoratori impegnati in lavori socialmente utili e di pubblica utilità; in tirocini formativi e di orientamento; sospesi dal lavoro utilizzati in progetti di formazione o riqualificazione professionale, giudici onorari di pace e vice procuratori onorari)
giornaliera 55,18 euro
- mensile 1.379,53 euro
Familiari partecipanti all’impresa familiare giornaliera 55,41 euro
- mensile euro 1.385,32 euro
Lavoratori di società ex compagnie e gruppi portuali giornaliera x 12 gg mensili euro 1.234,32 (euro 102,86 x 12)
Lavoratori dell’area dirigenziale senza contratto part-time giornaliera euro 102,48
- mensile euro 2.561,98
Lavoratori dell’area dirigenziale con contratto part-time oraria euro 12,81
RetribuzioneTipologiaImporti
Retribuzione di ragguaglio giornaliera euro 55,18
- mensile euro 1.379,53
Compensi effettivi per i lavoratori parasubordinati minimo mensile euro 1.379,53
- massimo mensile euro 2.561,98
Retribuzione effettiva annua per gli sportivi professionisti dipendenti minimo annuale euro 16.554,30
- massimo annuale euro 30.743,70

Premi INAIL 2019: gli importi dovuti per le esperienze di lavoro degli studenti delle scuole

La circolare numero 25 del 23 settembre 2019, inoltre, riporta novità anche per chi è inserito in un percorso di studio o formazione.

Il documento aggiorna il valore del premio annuale dovuto per alunni e studenti delle scuole o istituti di istruzione di ogni ordine e grado, non statali, addetti a esperienze tecnico–scientifiche o esercitazioni pratiche o di lavoro.

Dal 1° luglio 2019 l’importo passa da 2,62 a 2,65 euro. Di conseguenza le somme da versare per ogni studente sono le seguenti:

  • anno scolastico 2018/2019, regolazione: 2,63 euro
  • anno scolastico 2018/2019, anticipo: 2,65 euro.

Per la copertura assicurativa dell’anno 2019/2020 contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali degli allievi iscritti ai corsi ordinamentali di istruzione e formazione professionale e curati dalle istituzioni formative e dagli istituti scolastici paritari, accreditati dalle Regioni per l’erogazione dei percorsi di istruzione e formazione professionale, invece, è dovuto un premio speciale unitario annuale che ammonta a 59,60 euro.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it