Pagamento pensioni settembre 2021, accredito INPS in anticipo dal 26 agosto

Tommaso Gavi - Pensioni

Pagamento pensioni settembre 2021, accredito INPS in anticipo, come ormai di consueto, per chi lo riceve attraverso Poste Italiane. Il calendario è stabilito dalla Protezione civile e viene confermato anche per i mesi di ottobre e novembre. Il ritiro degli assegni inizia da oggi, giovedì 26 agosto, e continua in ordine alfabetico.

Pagamento pensioni settembre 2021, accredito INPS in anticipo dal 26 agosto

Pagamento pensioni settembre 2021: come ormai prassi dall’inizio dell’emergenza coronavirus, anche per il mese di settembre 2021 l’accredito INPS per chi riceve gli importi tramite Poste Italiane arriva in anticipo.

La prima data in calendario per il ritiro di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento per gli invalidi civili è oggi, giovedì 26 agosto 2021. Nei prossimi giorni si continua in ordine alfabetico.

La tabella di marcia anticipata è stabilita dalla protezione civile con l’Ordinanza numero 787 del 23 agosto 2021, che prevede il pagamento anticipato anche per i successivi mesi di ottobre e novembre.

Le misure sono legate alla proroga dello stato di emergenza al 31 dicembre 2021.

Pagamento pensioni settembre 2021, accredito INPS in anticipo a partire da oggi, giovedì 26 agosto

Il calendario con i pagamenti delle pensioni INPS anticipati è diventato ormai routine.

La misura è stata adottata all’inizio dell’emergenza coronavirus ed è stata confermata anche per i mesi di settembre, ottobre e novembre 2021.

A fornire le indicazioni a riguardo è la Protezione Civile con l’Ordinanza numero 787 del 23 agosto 2021.

Nel documento si legge quanto segue:

“Allo scopo di consentire a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, di cui all’articolo 1, comma 302, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e successive integrazioni e modificazioni:

  • di competenza del mese di settembre 2021, è anticipato dal 26 agosto al 1° settembre 2021;
  • di competenza del mese di ottobre 2021, è anticipato dal 27 settembre al 1° ottobre 2021;
  • di competenza del mese di novembre 2021, è anticipato dal 25 ottobre al 30 ottobre 2021.”.

I dettagli su calendario per il ritiro degli importi ordine alfabetico sono forniti dall’INPS, nell’apposito comunicato stampa del 23 agosto 2021, e da Poste Italiane.

CognomiData per il pagamento delle pensioni di settembre 2021
A-B Giovedì 26 agosto
C-D Venerdì 27 agosto
E-K Sabato 28 agosto
L-O Lunedì 30 agosto
P-R Martedì 31 agosto
S-Z Mercoledì 1° settembre

Il pagamento anticipato delle pensioni di settembre 2021 non interessa tutti, ma esclusivamente chi si affida a Poste Italiane per ricevere le somme.

Pagamento pensioni settembre 2021, accredito INPS ancora in anticipo anche per i mesi di ottobre e novembre

Di solito, come spesso sottolineato dall’INPS, il “diritto al rateo di pensione si matura il primo giorno bancabile del mese.

Inoltre, nelle ipotesi in cui dopo aver ricevuto la somma stessa risulti non dovuta, deve essere restituita all’Istituto previdenziale.

I dettagli sui calendari dei prossimi mesi non sono ancora stati resi noti dall’INPS e da Poste Italiane ma, presumibilmente, verranno comunicati in prossimità delle date del ritiro.

In sostanza, per la mensilità di settembre come per le altre dall’inizio della pandemia, si determina un doppio calendario le date di ritiro degli ultimi accrediti anticipati coincidono con le date di accredito di tutti i soggetti che non si affidano a Poste Italiane.

I soggetti che invece scelgono le Poste, hanno anche ulteriori agevolazioni durante il periodo dello stato di emergenza.

Gli over 75 possono chiedere la consegna a domicilio di trattamenti pensionistici, assegni, pensioni e indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, grazie a una convenzione stipulata con l’Arma dei Carabinieri per supportare i cittadini che non hanno delegato già altri soggetti alla riscossione, non hanno un Libretto o un conto postale e non vivono con o vicino ai familiari.

Dopo la pubblicazione dell’Ordinanza della Protezione Civile relativa ai pagamenti anticipati delle pensioni per i mesi di settembre, ottobre e novembre resta ancora da confermare il mese di dicembre 2021.

Tale mensilità potrebbe seguire lo stesso schema, dal momento che lo stato di emergenza è stato prorogato al prossimo 31 dicembre.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network