Modello 730, dichiarazione Iva e CU 2018: bozze e novità

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Bozza modello 730/2018, dichiarazione Iva e Certificazione Unica anno d'imposta 2017: ecco le istruzioni dell'Agenzia delle Entrate e le novità.

Modello 730, dichiarazione Iva e CU 2018: bozze e novità

Modello 730, dichiarazione Iva e certificazione unica 2018: bozze e istruzioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate con alcune importanti novità.

Particolarmente attese le novità sulla dichiarazione Iva 2018 a seguito dell’introduzione delle comunicazioni delle liquidazioni Iva trimestrali.

Non si tratta dell’unica modifica introdotta alle dichiarazioni relative all’anno d’imposta 2017: nel modello 730/2018 debutta la nuova cedolare secca sulle locazioni brevi, la meglio nota “tassa Airbnb”.

Invariata invece la certificazione unica 2018, sia in merito alle istruzioni per la compilazione che alla scadenza per invio e consegna.

Di seguito le principali novità contenute nelle istruzioni e le bozze del modello 730/2018, della CU 2018 e della dichiarazione Iva pubblicate dall’Agenzia delle Entrate.

Modello 730/2018: novità e istruzioni in bozza

Nella bozza del modello 730/2018 l’Agenzia delle Entrate ha recepito alcune delle novità legislative introdotte nell’anno d’imposta 2017.

Una delle principali novità riguarda l’obbligo di dichiarare i redditi da locazione breve: si tratta della meglio nota tassa Airbnb. I dati dovranno essere inseriti nel quadro B della dichiarazione dei redditi di lavoratori dipendenti e pensionati.

Ulteriori novità del modello 730/2018 riguardano il rigo relativo alla detassazione dei premi di risultato erogati ai dipendenti ai sensi dell’art. 51, comma 4 del TUIR e i nuovi codici tributo da utilizzare per le detrazioni fiscali per la casa.

Si ricorda inoltre che, per effetto delle novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2018, la scadenza per la presentazione del modello 730/2018 sarà fissata al 23 luglio sia per chi si avvale della precompilata che per chi invia la dichiarazione dei redditi tramite intermediari.

Si allega di seguito la bozza del modello 730/2018 e relative istruzioni:

PDF - 391.3 Kb
Bozza modello 730 2018
Scarica la bozza del modello 730 2018 pubblicata dall’Agenzia delle Entrate
PDF - 1.3 Mb
Istruzioni compilazione modello 730 2018
Scarica la bozza delle istruzioni relative al modello 730

Bozza dichiarazione Iva 2018: istruzioni e novità

Le principali novità in merito alle bozze dei modelli messe a punto dall’Agenzia delle Entrate riguardano la dichiarazione Iva 2018.

Nella bozza trovano spazio le novità introdotte a partire dall’anno d’imposta 2017, tra cui le nuove comunicazioni delle liquidazioni Iva trimestrali.

Per effetto dell’introduzione dell’obbligo di invio telematico delle Lipe trimestrali, nella bozza della dichiarazione Iva 2018 viene previsto che la compilazione del quadro VH sarà obbligatoria soltanto in caso di modifica alle comunicazioni inviate nel corso dell’anno.

Istruzioni e novità che, tuttavia, lasciano ancora dubbi in merito ai nuovi termini di detrazione Iva sugli acquisti, ridotti a seguito dell’entrata in vigore del DL 50/2017. Si attendono a tal proposito ulteriori indicazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Di seguito la bozza di dichiarazione Iva 2018 e relative istruzioni:

PDF - 182.1 Kb
Bozza modello Iva 2018
Scarica la bozza di modello dichiarazione Iva 2018
PDF - 182.1 Kb
Istruzioni compilazione dichiarazione Iva 2018
Scarica la bozza di istruzioni per la compilazione della dichiarazione Iva 2018

Certificazione Unica 2018: bozza e istruzioni

In merito al modello di Certificazione Unica 2018, ex CUD, la bozza pubblicata dall’Agenzia delle Entrate introduce alcune novità parallele a quanto previsto dal modello 730, tra cui il flusso relativo ai canoni di locazione breve e l’aggiornamento della sezione dei premi di risultato.

I sostituti d’imposta dovranno inviare la CU 2018 all’Agenzia delle Entrate entro la scadenza del 7 marzo mentre resta obbligatoria la consegna al lavoratore entro martedì 3 aprile 2018 (la scadenza naturale è fissata al 31 marzo di ogni anno che quest’anno cade di sabato, il lunedì successivo è Pasquetta quindi tutto slitta al 3 aprile).

Si ricorda che l’obbligo di invio e consegna della Certificazione Unica è stato introdotto al fine di attestare la percezione dei redditi da lavoro dipendente e assimilati, di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

Si ricorda inoltre che, così come previsto dall’Agenzia delle Entrate negli ultimi due anni, per i lavoratori autonomi non interessati alla presentazione del modello 730 precompilato l’invio della CU è ammesso fino alla scadenza per la presentazione del modello 770, fissata al 31 ottobre 2018.

Di seguito bozza e istruzioni della Certificazione Unica 2018:

PDF - 163.2 Kb
Bozza Certificazione Unica 2018
Clicca per scaricare
PDF - 803.1 Kb
Istruzioni CU 2018 (bozza)
Scarica la bozza delle istruzioni pubblicate dall’Agenzia delle Entrate