Liti tributarie pendenti e controversie, dati MEF: riduzione di oltre il 10% nel 2019

Tommaso Gavi - Fisco

Liti tributarie pendenti e controversie, con il comunicato stampa numero 130 del 12 giugno 2020 arrivano i dati MEF: nel 2019 c'è stata una riduzione di oltre il 10% rispetto al 2018. I processi tributari in primo grado di giudizio, nel 2019, durano in media circa 1 anno ed 8 mesi.

Liti tributarie pendenti e controversie, dati MEF: riduzione di oltre il 10% nel 2019

Liti tributarie pendenti e controversie, i dati MEF diffusi con il comunicato stampa numero 130 del 12 giugno 2020 mostrano una riduzione di oltre il 10% nell’anno 2019 e rispetto al 2018.

Calano del 7,3% i ricorsi presentati in primo grado di giudizio e del 17,9% degli appelli presentati nel secondo grado di giudizio.

Il valore complessivo delle controversie pendenti è di 40,6 miliardi di euro.

I dati sulle controversie presentate mostrano invece un valore totale di 22,8 miliardi di euro ed un valore medio di circa 121 mila euro.

La durata media di un processo tributario in primo grado di giudizio, nel 2019, è di 608 giorni, ovvero 1 anno ed 8 mesi circa.

Liti tributarie pendenti e controversie, MEF: riduzione di oltre il 10% nel 2019

Le liti tributarie pendenti, nell’anno 2019, si sono ridotte del 10,5% rispetto al 2018.

Come rende noto il comunicato stampa numero 130 del 12 giugno 2020, al 31 dicembre 2020 il numero si attesta a 335.262.

MEF - Comunicato stampa numero 130 del 12 giugno 2020
Nel 2019 continua la riduzione delle liti tributarie pendenti (-10,5%) e le controversie presentate (-10,2%).

Il calo è legato alla diminuzione complessiva delle liti giunte alle commissioni tributarie: 10,2% in meno rispetto all’anno precedente.

Il valore totale delle controversie pendenti è di circa 40,6 miliardi di euro ed è ripartito come segue:

  • il 65,5%, 219.489 unità, è in giacenza da meno di 2 anni;
  • il 28,4%, pari a 95.313 unità, è in giacenza in un periodo compreso tra 2 e 5 anni;
  • il 6,1%, ovvero 20.460 unità, è in giacenza da più di 5 anni.

Anche le controversie definite sono diminuite, fermandosi a 228.247.

Il calo rispetto al 2018 è del 9,8%: 10,3% in primo grado e 8,5% in secondo grado.

In questo caso il valore complessivo delle controversie presentate si attesta a 22,8 miliardi di euro, mentre il valore medio è di circa 121 mila euro.

La riduzione maggiore riguarda controversie con valore inferiore o uguale a 50.000 euro: l’82% del totale per un ammontare di 827 milioni di euro.

Si ferma all’1,4% la diminuzione dei ricorsi che riguardano controversie di valore superiore ad un milione di euro.

Liti tributarie pendenti e controversie, MEF: la fotografia degli appelli definitivi

Il comunicato MEF, oltre alle liti tributarie pendenti e alle controversie presentate, fornisce dati anche sugli appelli definiti.

Nel complesso il valore delle controversie definite del 2019 è di circa 24,7 miliardi di euro.

Anche in questo caso, in relazione a primo grado di giudizio, l’83,7% dei ricorsi è relativo a importi inferiori o uguali a 50.000 euro.

Percentuale che, per gli appelli definiti, scende al 70,2%, per un totale di circa 445 milioni di euro.

I processi favorevoli all’ente impositore sono meno della metà:

  • 46,8% nel primo grado di giudizio;
  • 46,1% nel secondo grado di giudizio.

Gli esiti completamente favorevoli al contribuente sono inferiori:

  • 28,7% in primo grado;
  • 34,1% in secondo grado.

Liti tributarie pendenti e controversie, MEF: la durata media dei processi tributari

I dati MEF danno informazioni anche sulle durate medie dei processi tributari.

Nel 2019, un processo tributario in primo grado di giudizio dura in media 608 giorni, ovvero 1 anno ed 8 mesi circa.

Rispetto al 2018 la durata si è accorciata di 81 giorni, 150 giorni se si fa riferimento al 2017.

Per quanto riguarda il secondo grado di giudizio la stessa durata è di 906 giorni, ovvero 2 anni e 6 mesi.

In questo caso la lunghezza è aumentata di 50 giorni rispetto al 2018 e di 134 giorni rispetto al 2017.

Il comunicato MEF dà conto anche del numero degli atti e documenti depositati.

Nel 2019 il 77%, ovvero 1.464.833, sono digitali, a fronte di un numero complessivo di 1.887.746 depositi.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it