Garanzia Giovani, 1° rapporto Anpal 2020: 1 milione e 600 mila registrazioni

Tommaso Gavi - Lavoro

Garanzia Giovani: 1,6 milioni i Neet registrati al programma al 30 aprile 2020. Il 79,8% sono stati presi in carico dai servizi competenti, centri per l'impiego e agenzie per il lavoro. I dati del 1° rapporto del 2020.

Garanzia Giovani, 1° rapporto Anpal 2020: 1 milione e 600 mila registrazioni

Garanzia Giovani, con la notizia del 25 settembre 2020 viene diffuso il 1° rapporto Anpal del 2020, relativo ai quattro mesi iniziali dell’anno.

I dati dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro, aggiornati al 30 aprile 2020, fotografano il numero delle iscrizioni al programma dalla data di avvio: sono 1 milione e 600 mila i giovani Neet che si sono registrati, ovvero giovani che non lavorano e non studiano.

Tra questi circa 1 milione e 200 mila sono stati presi in carico dai servizi per l’impiego.

Tra questi sono oltre 712 mila quelli che sono stati avviati ad un percorso lavorativo o di studio: circa il 60%.

Garanzia Giovani, 1° rapporto Anpal 2020: 1 milione e 600 mila registrazioni

Al 30 aprile 2020 sono circa 1 milione e 600 mila i giovani che si sono iscritti al programma Garanzia Giovani, dalla sua nascita ad oggi.

Lo riporta il 1° report del 2020, relativo al primo quadrimestre dell’anno corrente.

ANPAL - Rapporto quadrimestrale numero 1, aggiornato al 30 aprile 2020
Garanzia Giovani in Italia.

Il rapporto mostra che circa 1 milione e 200 mila, ovvero il 79,8% di coloro che hanno effettuato l’iscrizione, sono stati presi a carico dai servizi per l’impiego.

Il 40,3% dei casi si riferisce a giovani con un indice di profiling alto, ovvero con maggiori difficoltà di inserimento nel mondo del lavoro.

1,5 milioni sono le misure erogate, ripartite come segue:

  • quasi 508 mila tirocini;
  • oltre 207 mila incentivi alle imprese per l’assunzione;
  • più di 136 mila corsi di formazione.

Oltre la metà dei destinatari del programma hanno trovato un primo impiego entro l’anno: il 53,4%.

La percentuale sale al 57% per i soggetti che sono stati avviati a una misura.

Tra questi, il tasso di occupazione di quanti lo hanno portato a termine il percorso è del 55%.

Le tipologie contrattuali più utilizzate son i contratti a tempo indeterminato o di apprendistato, adottate per circa l’82% degli occupati.

Rispetto al 31 ottobre 2018, tuttavia, l’aumento degli iscritti al programma è di solo 400 mila.

Garanzia Giovani, 1° rapporto Anpal 2020: gli effetti del coronavirus

Sebbene il coronavirus abbia avuto effetti particolarmente negativi nel periodo del lockdown di marzo ed aprile, per gli iscritti al programma Garanzia Giovani tali effetti sono stati attenuati anche grazie ai provvedimenti inseriti nel decreto Cura Italia.

A partire dal 7 aprile l’Anpal ha predisposto una procedura online per registrarsi su My Anpal, senza la necessità di recarsi presso il centro per l’impiego.

Già nel mese di marzo, infatti, il programma risentiva delle ripercussioni legate all’emergenza Covid-19.

La diminuzione delle registrazioni e delle prese in carico è stata rispettivamente di circa il 66% e il 73% delle stime in assenza di misure di contenimento del contagio.

Nonostante la semplificazione delle procedure, il mese di aprile ha mostrato segni ancora più negativi, con un calo delle registrazioni stimato intorno al 75% e una diminuzione delle prese in carico intorno al 94%.

Il dato in assoluto più negativo è quello relativo agli interventi avviati, che sono stati appena 407 nel mese di aprile.

Il calo rispetto al numero atteso è stato del 95%.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network