Esterometro in scadenza il 28 febbraio: esonero per le fatture tax free shopping

Esterometro: esonero per le fatture tax free shopping. Sufficiente l'invio dei dati al sistema Otello 2.0. I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate in vista della scadenza del 28 febbraio 2019.

Esterometro in scadenza il 28 febbraio: esonero per le fatture tax free shopping

Esterometro: esonero per gli operatori che emettono le fatture tax free shopping e che inviano correttamente i dati al sistema Otello 2.0. A precisarlo è l’Agenzia delle Entrate nella consulenza giuridica numero 8 del 7 febbraio 2019. I chiarimenti utili a fare luce sull’adempimento in vista della scadenza del 28 febbraio.

Lo spunto viene da una società che emette fattura per operazioni tax free shopping , ovvero cessioni di beni effettuate nei confronti di soggetti non passivi d’imposta domiciliati o residenti fuori dall’Unione Europea.

Si rivolge all’Agenzia delle Entrate per chiedere conferma del fatto che la trasmissione delle fatture al sistema Otello dell’Agenzia Dogane e Monopoli, Online Tax refund at Exit: Light Lane Optimization, sia sufficiente all’adempimento di tutti gli obblighi comunicativi.

Esterometro e Spesometro: esonero per le fatture tax free shopping secondo il principio Once

L’Agenzia delle Entrate nella consulenza giuridica numero 8 del 7 febbraio 2019 conferma che non è necessario inserire le fatture tax free shopping, per cui sono stati inviati i dati al sistema Otello 2.0, all’interno dell’Esterometro.

La risposta si basa sul principio Once, da rintracciarsi nell’articolo 4 bis del Decreto Legge numero 193 del 2016, per cui un unico adempimento soddisfa qualunque altra comunicazione di natura fiscale, e dunque l’invio dei dati delle fatture emesse al sistema Otello 2.0 risulta sufficiente.

Nel documento si legge anche una precisazione importante in vista dell’ultima scadenza del 28 febbraio 2019: il principio dell’adempimento unico vale anche per lo Spesometro. Di conseguenza, a fronte della corretta emissione delle fatture in modalità elettronica tramite Otello 2.0, si è esonerati anche dall’invio dello Spesometro.

PDF - 391.8 Kb
Agenzia delle Entrate - Consulenza giuridica numero 8 del 7 febbraio 2019
Consulenza giuridica – articolo 1, comma 3-bis del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127.

Esterometro, il sistema Otello 2.0 e l’esonero dall’invio dei dati

L’Esterometro è un nuovo adempimento fiscale che entra in vigore con la fattura elettronica. Il 28 febbraio 2019 i contribuenti fanno i conti con la prima scadenza che riguarda la comunicazione dei dati relativi alle operazioni effettuate tra soggetti passivi stabiliti nel territorio italiano e soggetti esteri.

Secondo quanto stabilito dall’articolo 1, comma 3-bis, del d.lgs. n. 127 del 2015 i soggetti passivi residenti o stabiliti nel territorio dello Stato:

“Trasmettono telematicamente all’Agenzia delle entrate i dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche secondo le modalità indicate nel comma 3.

La trasmissione telematica è effettuata entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello della data del documento emesso ovvero a quello della data di ricezione del documento comprovante l’operazione.”

Nell’articolo, quindi, si legge chiaramente che non è necessario inserire nell’Esterometro le fatture per le quali è stata emessa una bolletta doganale e quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche.

Proprio questo è il caso esaminato dall’Agenzia delle Entrate. Infatti per quanto riguarda il tax free shopping, cessioni di beni effettuate nei confronti di soggetti non passivi d’imposta domiciliati o residenti fuori dall’Unione Europea regolate dall’articolo 38-quater, Dpr 633/1972, a partire dal 1° settembre 2018 c’è l’obbligo di fatturazione elettronica.

Otello 2.0 è lo strumento che i contribuenti devono utilizzare per gestire emissione e trasmissione delle fatture tax free shopping in modalità elettronica.

E proprio sul sistema Otello, l’Agenzia delle Entrate richiama la determinazione numero 54088 del 22 maggio 2018, che stabilisce:

  • al momento dell’emissione, il cedente trasmette ad OTELLO 2.0 il messaggio contenente i dati delle fatture (e delle relative variazioni), mettendo a disposizione del cessionario il documento, in forma analogica o elettronica, contenente il codice ricevuto in risposta che ne certifica l’avvenuta acquisizione da parte del sistema (cfr. l’articolo 3);
  • I dati di competenza dell’Agenzia delle entrate trasmessi ad OTELLO 2.0 sono automaticamente messi a disposizione in apposita area riservata onde consentire, con un solo invio da parte del cedente, di assolvere anche gli adempimenti comunicativi di natura fiscale previsti dalla normativa vigente. […].

Un solo invio, dunque, è sufficiente per adempiere agli obblighi comunicativi: un chiarimento da tener presente in vista delle due scadenze del 28 febbraio 2019. L’ultima per lo Spesometro, la prima per l’Esterometro.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it