Entrate tributarie e contributive gennaio giugno 2022, dati MEF: 254 miliardi nelle casse statali

Tommaso Gavi - Fisco

Entrate tributarie e contributive, nel periodo gennaio giugno 2022, gli incassi superano i 254 miliardi di euro, con un aumento dell'11,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. La crescita registrata è di 39 miliardi di euro. I dati sono riportati nel comunicato stampa del MEF numero 148 del 16 agosto 2022.

Entrate tributarie e contributive gennaio giugno 2022, dati MEF: 254 miliardi nelle casse statali

Entrate tributarie, nelle casse statali entrano oltre 254 miliardi di euro, con una crescita dell’11,6 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

A renderlo noto è il comunicato stampa del MEF numero 148 del 16 agosto 2022.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente viene registrata una crescita di circa 39 miliardi di euro.

Il comunicato stampa, che integra i dati già forniti lo scorso 5 agosto, mostra un aumento anche delle entrate contributive.

Entrate tributarie, dati MEF gennaio giugno 2022: 254 miliardi di euro nelle casse dello Stato

Le entrate tributarie del periodo compreso tra gennaio e giugno 2022 mostrano un incremento dell’11,6 per cento rispetto al periodo precedente: in termini assoluti l’aumento è di 39.109 milioni di euro.

Lo rendono noto i dati del Ministero dell’Economia e delle Finanze del comunicato stampa numero 148 del 16 agosto 2022, che integrano quelli del precedente comunicato stampa dello scorso 5 agosto.

MEF - Comunicato stampa numero 148 del 16 agosto 2022
Rapporto sulle entrate - Giugno 2022.

A crescere sono anche le entrate contributive, che superano di poco i 120 miliardi di euro.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente viene registrato un incremento di poco meno di 7 miliardi di euro, che in termini percentuali vale il 6 per cento.

I dati forniti dal MEF riportano anche nel dettaglio le singole voci relative alle imposte dirette e indirette e le entrate contributive suddivise tra le diverse gestioni INPS, INAIL e enti previdenziali privati.

Entrate tributarie, dati MEF gennaio giugno 2022: le imposte dirette

Le entrate tributarie relative alle imposte dirette nei primi otto mesi dell’anno mostrano un aumento di 13.674 milioni di euro, che in termini percentuali vale l’11,6 per cento.

A livello complessivo le entrate ammontano a 131.590 milioni di euro.

Per quanto riguarda l’IRPEF, i dati mostrano entrate per quasi 100 milioni di euro e un incremento di 4.009 milioni di euro, ovvero del 4,2 per cento.

Nel dettaglio le ritenute a titolo di acconto relative ai bonifici relativi alle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico sono aumentate di 621 milioni di euro, ovvero di circa il 56,8 per cento.

Tra le altre imposte dirette:

  • imposta sostitutiva sui redditi e ritenute sugli interessi e altri redditi di capitale, con 383 milioni di euro, ossia il 7 per cento;
  • le ritenute sugli utili distribuiti dalle persone giuridiche, con un aumento di 364 milioni di euro, ovvero del 33,6 per cento;
  • l’IRES che in valore assoluto registra entrate pari a 14.400 milioni di euro e un aumento del 74,7 per cento.

Entrate tributarie, dati MEF gennaio giugno 2022: le imposte indirette

Le imposte indirette segnano un aumento del 15,9 per cento, che in termini assoluti è di 15.277 milioni di euro.

Nel complesso le entrate dei primi otto mesi dell’anno sono 111.287 milioni di euro

A influenzare in positivo è principalmente l’IVA con incassi per 74.289 milioni di euro e un aumento del 19,5 per cento.

In particolare si segnalano le seguenti variazioni:

  • IVA sugli scambi interni: aumento di 7.869 milioni di euro, ovvero il 14,2 per cento;
  • componente relativa alle importazioni: crescita di 4.246 milioni di euro, ossia del 63,7 per cento.

Infine sono presenti i dati riferiti alle entrate derivanti dai giochi e dalle attività di accertamento e di controllo.

Le prime ammontano a 6.876 milioni di euro: l’incremento registrato è del 37,8 per cento che in assoluto equivale a maggiori entrate per 1886 milioni di euro.

Le entrate tributarie erariali derivanti da attività di accertamento e controllo si sono attestate a 6.077 milioni di euro, con una crescita del 70,8 per cento.

Tali entrate sono così ripartite:

  • imposte dirette: 1.793 milioni di euro;
  • imposte indirette: 725 milioni di euro.

Entrate contributive, dati MEF gennaio giugno 2022

I dati relativi alle entrate contributive mostrano un incremento di 6.835 milioni di euro che, in termini percentuali si traduce in una crescita di 6 punti.

Gli incassi ammontano a 120.383 milioni di euro e sono ripartiti come riportato nella tabella riassuntiva.

Ente Importo
INPS 109.995 milioni di euro
INAIL 5.288 milioni di euro
enti previdenziali privatizzati 5.100 milioni di euro

In termini percentuali la variazione in positivo più pronunciata è quella delle entrate INAIL, che fanno segnare un a crescita del 24 per cento. A seguire quelle degli enti previdenziali privatizzati con il 18,4 per cento e l’INPS con il 4,8.

L’aumento delle entrate contributive viene così motivato:

“La crescita osservata risente della contabilizzazione nell’anno 2022 dei versamenti contributivi di competenza 2021, in conseguenza dei tempi tecnici di regolazione contabile delle transazioni relative ai versamenti della seconda rata dei contributi previdenziali in autoliquidazione, il cui termine di effettuazione era stato fissato da alcuni Enti, al 31 dicembre 2021.”

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network