Entrate tributarie e contributive: bilancio del 2018 e primi dati del 2019

Rosy D’Elia - Fisco

Entrate tributarie e contributive: bilancio del 2018 e prime cifre del 2019 nei dati pubblicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze il 15 marzo 2019.

Entrate tributarie e contributive: bilancio del 2018 e primi dati del 2019

Entrate tributarie e contributive: bilancio del 2018 che si chiude con un aumento di 13.930 milioni di euro, pari al 2%, e prime cifre del 2019 che conferma la crescita nei dati pubblicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il risultato dell’anno che si è appena concluso deriva dalla crescita delle entrate tributarie che hanno registrato un incremento dell’1,1% e di quelle contributive, con un aumento del 4%.

Un andamento di crescita che si conferma anche nei primi dati del 2019: a gennaio sono entrate nelle casse dello stato 807 milioni di euro in più per i tributi e 730 milioni di euro per i contributi rispetto allo stesso periodo del 2018, con un aumento complessivo del 2,5%.

Entrate tributarie e contributive: bilancio del 2018

Con i dati pubblicati il 15 marzo 2019 nel comunicato stampa numero 51 del 2019, il Ministero delle Economie e delle Finanze ha integrato i dati già diffusi il 5 marzo e ha fornito dati più completi rispetto all’anno che si è appena concluso.

L’incremento di 7.652 milioni di euro, pari a +1,7 per cento, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, nella versione completa dei dati arriva a 13.930 milioni di euro, il 2%, considerando anche i dati delle entrate degli enti territoriali, delle poste correttive ovvero compensazioni delle imposte dirette, indirette e territoriali, vincite lotto e delle entrate contributive.

486.425 milioni di euro è il valore delle entrate tributarie con una crescita di 5.193 milioni di euro, l’1,1 per cento in più, rispetto allo stesso periodo del 2017.

Si tratta di un risultato che emerge tenendo conto di diversi aspetti:

  • imposte contabilizzate al bilancio dello Stato: +7.652 milioni di euro, +1,7 per cento;
  • entrate degli enti territoriali: +1.576 milioni di euro, +2,8 per cento;
  • poste correttive che riportano al netto il bilancio dello Stato: +3.300 milioni di euro, + 7,4%
  • gettito relativo agli incassi da attività di accertamento e controllo: -735 milioni di euro, -5,7%.

Quest’ultimo dato è da leggere tenendo conto dell’andamento negativo del periodo agosto-dicembre: il 2018 non regge il confronto con l’anno precedente, dal momento che nell’anno 2017 si erano concentrate le entrate della “rottamazione delle cartelle esattoriali”.

L’altro dato che concorre alla crescita complessiva del 2%, registrata nel 2018, riguarda le entrate che derivano dai contributi versati: 229.543 milioni di euro è il valore registrato nel 2018, in aumento rispetto all’anno precedente, con una crescita di 8.737 milioni di euro, pari al 4,0%.

I contributi INPS da gennaio a dicembre 2018 ammontano a 211.452 milioni
euro, in aumento del 4,0 per cento rispetto al 2017 (+8.180 milioni di euro).
E la crescita si registra sia nel settore privato che in quello pubblico, per gli effetti economici del rinnovo dei contratti del pubblico impiego avvenuti del corso del 2018.

PDF - 84.4 Kb
Ministero dell’Economia e delle Finanze - Entrate tributarie e contributive 2018
Scarica i dati su entrate tributarie e contributive, relativi al periodo gennaio-dicembre 2018, elaborati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Entrate tributarie e contributive: i primi dati del 2019

Il 15 marzo il Ministero dell’Economia e delle Finanze con il comunicato stampa numero 52 del 2019 ha diffuso le prime cifre complete del 2019.

L’andamento di crescita registrato nel 2018 viene confermato anche nel primo mese del nuovo anno. 1.537 milioni di euro è il valore della variazione in positivo rispetto al 2018 per entrate tributarie e contributive: il primo valore ammonta a 36.837 milioni di euro, con un aumento del 2,2%, mentre il secondo a 25.352 milioni di euro, con un incremento del 3%.

Le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, sono aumentate di 955 milioni di euro rispetto allo stesso mese
dell’anno precedente, un risultato che deriva considerando:

  • imposte dirette, che ammontano a 25.390 milioni di euro con un incremento di 460 milioni di euro;
  • imposte indirette, che ammontano a 11.157 milioni di euro con un incremento di 495 milioni di euro.

Tra le cifre più significative l’aumento delle entrate IVA del 10,8% rispetto a gennaio 2017, attualmente ammontano a 6.002 milioni di euro, e un calo dell’IRES del 9,9% per un valore di 34 milioni di euro in meno rispetto allo stessp periodo.

Salgono anche gli incassi da attività di accertamento e controllo, dell’11,7 %, mentre scendono quelli che derivano degli enti territoriali, che nel complesso ammontano a a 1.749 milioni di euro, il 4,5% in meno rispetto al 2018. In questo calcolo determinante è il calo del 6,7% dell’IRAP.

Allo stesso modo un ruolo di primo piano nella crescita del 3% delle entrate contributive lo assumono gli incassi INPS che arrivano dal settore privato e che sono cresciuti del 4,5%.

Aumentano del 3,6% anche gli introiti che derivano dagli enti privatizzati e che risultano pari a 578 milioni di euro, 20 milioni di euro in più rispetto all’anno prima.

Segno meno a gennaio 2019, invece, per le entrate INAIL: la perdita rispetto al 2018 è pari a 60 milioni di euro, un dato dovuto principalmente al fatto che a gennaio 2019 c’è stato il versamento di un solo acconto trimestrale dei premi relativi ai lavoratori agricoli, mentre nel 2018 ce ne sono stati due.

PDF - 81.2 Kb
Ministero dell’Economia delle Finanze - Entrate tributarie e contributive gennaio 2019
Scarica i dati su entrate tributarie e contributive, relativi gennaio 2019, elaborati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it