Ecobonus e sismabonus, sconto in fattura addio: abolizione in Legge di Bilancio 2020

Sconto in fattura addio: per ecobonus e sismabonus la Legge di Bilancio 2020 abroga la possibilità di fruire delle detrazioni fiscali mediante il taglio del prezzo di beni e servizi erogati dall'impresa. In parallelo alla possibilità di cessione del credito, si pensa ad ulteriori novità per il rilancio dei lavori di riqualificazione energetica.

Ecobonus e sismabonus, sconto in fattura addio: abolizione in Legge di Bilancio 2020

Ecobonus e sismabonus, sconto in fattura abrogato dalla Legge di Bilancio 2020.

Il Governo accoglie le richieste delle piccole e medie imprese e cancella l’ulteriore modalità di fruizione delle detrazioni fiscali per i lavori di riqualificazione energetica ed adeguamento antisismico.

Resta, come modalità alternativa alla fruizione quinquennale delle detrazioni fiscali la possibilità di cessione del credito al fornitore, anche se ulteriori novità potrebbero arrivare nei prossimi mesi.

Intanto, arriva al capolinea a pochi mesi dalla sua completa attuazione lo sconto in fattura per i lavori in casa, modalità di fruizione delle detrazioni fiscali previste dall’ecobonus e dal sismabonus introdotta dal Decreto Crescita.

La novità è parte degli emendamenti alla Legge di Bilancio 2020 a approvati in Commissione Bilancio del Senato. Ad esser cancellata è tutta la nuova normativa introdotta dal Decreto Legge n. 34/2019, compresa la possibilità di cessione del credito per i lavori ammessi in detrazione fiscale del 50%.

Ecobonus e sismabonus, sconto in fattura addio: abolizione in Legge di Bilancio 2020

È durata pochi mesi la possibilità, per il contribuente, di fruire di ecobonus e sismabonus come sconto diretto sulle spese praticato dal fornitore. Era stato il Decreto Crescita ad introdurre la novità, col fine di rendere più agevole e semplice la fruizione delle detrazioni fiscali riconosciute sui lavori in casa finalizzati al risparmio energetico e all’adeguamento antisismico.

Una misura accolta tutt’altro che positivamente dalle imprese, soprattutto da quelle più piccole che sin da subito hanno lamentato l’impossibilità di praticare lo sconto in fattura ed attendere i 5 anni previsti per il rimborso del credito da parte dell’Erario.

E così, la Legge di Bilancio 2020, dopo i primi annunci su una possibile revisione del meccanismo, abroga totalmente lo sconto in fattura. Sarà possibile avvalersene soltanto per le spese sostenute fino alla fine del 2019, con comunicazione obbligatoria all’Agenzia delle Entrate entro il 28 febbraio 2020.

Ecobonus e sismabonus, sconto in fattura addio. Resta la cessione del credito

L’abrogazione dell’articolo 10 del Decreto Crescita (DL n. 34/2019) lascia inalterato il meccanismo di cessione del credito previsto ormai da anni proprio col fine di rendere più agevole la fruizione delle detrazioni fiscali sui lavori inclusi nell’ecobonus e nel sismabonus.

I contribuenti beneficiari delle detrazioni fiscali per i lavori di risparmio energetico effettuati su edifici singoli così come sui condomini potranno cedere il credito riconosciuto a fornitori ed altri soggetti, non solo nel caso in cui ricadano nella no tax area. La stessa possibilità si applica anche al sismabonus.

Il meccanismo è sicuramente differente dallo sconto in fattura, che consente di beneficiare sin da subito della detrazione riconosciuta, ma si tratta certamente di una valida alternativa alla fruizione del bonus fiscale in 10 o 5 anni.

L’unica categoria di lavori per i quali non è ammesso la cessione del credito, e che escono quindi penalizzati dall’abrogazione delle novità introdotte dal Decreto Crescita, sono quelli relativi alla realizzazione di opere aventi l’obiettivo di raggiungere determinati standard di risparmio energetico.

Per questi lavori, inclusi nell’elenco delle opere detraibili grazie al bonus ristrutturazioni del 50%, era stato proprio il DL n. 34/2019 a prevederne la cessione del credito.

La Legge di Bilancio 2020 cambia tutto, ed il Governo promette ulteriori novità nel prossimo anno.

Il meccanismo dello sconto in fattura è stato introdotto per estendere anche ai soggetti con scarsa disponibilità economica di accedere agli sgravi per la riqualificazione energetica. Lo stesso obiettivo segnerà anche il lavoro del Governo nei prossimi mesi, che annuncia il lancio a breve di un nuovo strumento per il rilancio dei lavori edilizi.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it