DL fiscale 2017 approvato: proroga ufficiale terza rata rottamazione

Redazione - Dichiarazioni e adempimenti

DL fiscale 148/2017 approvato dalla Camera: è ufficiale la proroga della terza rata della rottamazione cartelle e delle rate scadute a luglio e settembre 2017, ma è ancora caos fiscale.

DL fiscale 2017 approvato: proroga ufficiale terza rata rottamazione

DL fiscale 148/2017 approvato: il decreto collegato alla Manovra 2018 ha ottenuto il via libera definitivo dalla Camera ed è stato convertito in legge.

Con esso diventa ora ufficiale la proroga della scadenza per la terza rata della rottamazione, che passa dal 30 novembre 2017 al 7 dicembre 2017.

Se da un lato il Decreto Legge fiscale è stato approvato senza modifiche, dall’altro restano i dubbi per i contribuenti chiamati alla cassa per la terza rata della rottamazione cartelle.

Una proroga che, sebbene sia stata approvata sia al Senato che alla Camera, sta causando non pochi problemi a chi si chiede se il pagamento previsto per la terza rata e per le rate scadute a luglio e settembre 2017 sia fissato ad oggi, 30 novembre 2017 oppure al 7 dicembre 2017.

Ne abbiamo trattato in maniera approfondita in un articolo in cui, ormai da tempo, si sostiene che la proroga della scadenza per le rate della rottamazione ci sarà: il termine ultimo quindi dovrebbe slittare dal 30 novembre al prossimo 7 dicembre.

Tuttavia non mancano dubbi e criticità: molti contribuenti che si sono recati presso gli sportelli dell’Agenzia delle Entrate Riscossione si sono sentiti dire che la scadenza ufficiale per il pagamento resta al 30 novembre 2017.

Una norma pro-contribuente che, in linea con la confusione fiscale che ha interessato contribuenti e imprese durante tutto il 2017, rischia di trasformarsi nell’ennesimo pasticcio normativo.

DL fiscale 2017 approvato: proroga ufficiale terza rata rottamazione

Come da programma è arrivato oggi il voto di fiducia della Camera sul testo del Decreto Legge fiscale 148/2017.

Con l’approvazione del testo, senza alcuna modifica rispetto a quello passato al Senato, è diventata ufficiale la proroga della scadenza per la terza rata della rottamazione delle cartelle e delle due rate scadute a luglio e settembre 2017.

Una vicenda che sarà ricordata come l’ennesimo caos fiscale dell’anno. Andiamo per gradi.

Il DL 193/2016 collegato alla Legge di Bilancio 2017 ha introdotto la prima rottamazione delle cartelle Equitalia, fissando il pagamento delle rate a luglio, settembre e novembre 2017 e ad aprile e settembre 2018 le restanti per i contribuenti con piano di pagamento dilazionato in cinque rate.

Novità sono state introdotte con il testo del DL fiscale 148/2017 presentato dal Governo che, tra le novità, ha introdotto anche la possibilità per i contribuenti che non avevano pagato le rate scadute a luglio e settembre 2017 di regolarizzare la propria posizione, versando l’importo dovuto entro la scadenza prevista per il pagamento della terza rata.

In sede di modifica e discussione del Decreto Legge fiscale al Senato è stato proposto, con il maxi emendamento del Governo approvato lo scorso 16 novembre, di prorogare le rate in scadenza nel 2017 al 7 dicembre.

Per le rate previste nel 2018 è prevista la proroga a luglio di quella fissata attualmente nel mese di aprile.

Proroga terza rata rottamazione cartelle 2017

Arrivati a questo punto si è creata una confusione enorme che va avanti da settimane, ma soprattutto nella giornata di oggi 30 novembre 2017, termine originario e attualmente in vigore per effettuare il pagamento delle rate.

Il tutto perché le modifiche apportate in sede di conversione al testo del Decreto Fiscale 148/2017 devono essere approvate da ambedue i rami del Parlamento per diventare ufficiali ed essere pubblicate in Gazzetta Ufficiale per entrare ufficialmente in vigore.

Pertanto, sebbene sia effettivamente prevista una proroga della scadenza della terza rata della rottamazione delle cartelle, così come delle due rate scadute a luglio e settembre 2017, di notizia ufficiale si può parlare soltanto ora che è arrivato il parere positivo della Camera.

A dire il vero, tuttavia, resta un’ulteriore criticità: dopo l’approvazione delle novità prevista della Camera manca ancora la pubblicazione del testo di legge di conversione del DL fiscale 148/2017 in Gazzetta Ufficiale.

Tempi stretti, proroga “postuma”

Tempi troppo stretti: dopo l’approvazione del Decreto Legge fiscale dalla Camera senza modifiche manca ancora la pubblicazione della legge di conversione in Gazzetta Ufficiale.

Il tutto non potrà avvenire entro la giornata di oggi: la proroga ufficiale per il pagamento della terza rata di rottamazione e per le due scadute a luglio e settembre 2017 arriverà post scadenza.

Una proroga postuma che pone i contribuenti ad un bivio: pagare entro oggi, considerando definitiva la scadenza del 30 novembre 2017, o dare ormai per certa la proroga al 7 dicembre 2017?

Di mezzo non ci sono solo problemi di natura fiscale ma anche la certezza del diritto, principio dai contorni sempre più sfocati nella nostra Italia.