Dichiarazioni dei redditi 2021, INT: necessaria la proroga dei versamenti

Tommaso Gavi - Fisco

Dichiarazioni dei redditi 2021, l'INT chiede la proroga dei versamenti in scadenza il prossimo 30 giugno 2021. A renderlo noto è il comunicato stampa del 22 giugno 2021: si attendono gli emendamenti al decreto Sostegni bis.

Dichiarazioni dei redditi 2021, INT: necessaria la proroga dei versamenti

Dichiarazioni dei redditi 2021, per i tributaristi è necessaria la proroga dei versamenti.

Lo fa sapere l’INT nel comunicato stampa del 22 giugno 2021.

Il rinvio della scadenza fiscale sarebbe dettato dall’attesa per gli emendamenti alla legge di conversione del decreto Sostegni bis, che sta attraversando l’iter parlamentare.

I tributaristi suggeriscono uno spostamento del termine attraverso lo strumento del dpcm.

Dichiarazioni dei redditi 2021, INT: necessaria la proroga dei versamenti

Serve una proroga dei versamenti derivanti dalle dichiarazioni dei redditi 2021.

A metterlo in evidenza è il comunicato stampa dell’Istituto nazionale tributaristi del 22 giugno 2021.

A motivare la richiesta dei tributaristi è l’attesa per la conclusione dell’iter parlamentare del decreto Sostegni bis: resta infatti l’attesa per gli emendamenti alla legge di conversione del provvedimento.

La proposta dell’INT si concentra su un differimento della scadenza fiscale attraverso lo strumento del dpcm.

Ricordiamo che l’ultimo giorno utile per provvedere nei termini ai versamenti relativi alle imposte sui redditi è l’ultimo giorno del mese: il 30 giugno 2021.

Dichiarazioni dei redditi 2021, INT: le dichiarazioni del presidente Alemanno

Il comunicato stampa del 22 giugno 2021 fa sapere che l’INT ha inviato una nota al Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco, per richiedere la proroga in questione.

La nota è firmata dal presidente Riccardo Alemanno, il quale dichiara:

“Mi auguro pertanto che, in attesa dell’approvazione degli emendamenti al Decreto Sostegni bis, per evitare che la proroga giunga a ridosso della scadenza o addirittura dopo il 30 giugno, sia emanato un DPCM per dare un primo margine di venti giorni in più rispetto alla scadenza attuale.”

La richiesta si concretizza in 20 ulteriori giorni di tempo per contribuenti ed intermediari, in attesa degli emendamenti al decreto Sostegni bis.

A motivazione della richiesta Alemanno specifica continua:

“Rinvio che ogni anno viene concesso per la complessità del nostro sistema fiscale, pertanto a maggior ragione dovrebbe essere concesso quest’anno. Ribadisco che la proroga è assolutamente necessaria, ma per avere un effetto positivo e per rispetto del cittadino contribuente deve essere tempestiva.”

Per voce del proprio rappresentante l’INT chiede quindi un rinvio tempestivo delle scadenza per mettere in condizioni i contribuenti di provvedere agli adempimenti in questione.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network