Decreto Ristori: accrediti contributi a fondo perduto entro martedì 10 novembre

Alessio Mauro - Fisco

Decreto Ristori, le prime somme saranno accreditate entro martedì 10 novembre 2020. Lo rende noto il comunicato del MEF del 6 novembre: in partenza bonifici per 211 mila imprese, per un totale di oltre 964 milioni di euro. Accredito direttamente sull'IBAN indicato nella domanda dei contributi a fondo perduto.

Decreto Ristori: accrediti contributi a fondo perduto entro martedì 10 novembre

Decreto Ristori: i primi accrediti arriveranno entro martedì 10 novembre. Lo rende noto il comunicato stampa MEF numero 249 del 06 novembre 2020.

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, fa sapere che sono stati disposti i bonifici in favore di più di 211 mila imprese, per un totale di oltre 964 milioni di euro.

Le somme saranno erogate direttamente sul conto corrente indicato nella domanda relativa ai primi contributi a fondo perduto.

Decreto Ristori: i primi accrediti arriveranno entro martedì 10 novembre

Dopo circa 15 giorni dall’entrata in vigore del decreto Ristori, il 26 ottobre scorso, dovrebbero arrivare i primi accrediti.

Lo fa sapere il comunicato stampa MEF numero 249 del 06 novembre 2020.

MEF - Comunicato stampa numero 249 del 6 novembre 2020
Gualtieri sul decreto Ristori: “I primi contributi a fondo perduto erogati in tempi record. Già partiti 211mila bonifici per un valore di un miliardo di euro”.

Stando a quanto dichiarato dal ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, sono stati disposti i bonifici in favore di più di 211 mila imprese.

L’ammontare complessivo delle somme è di oltre 964 milioni di euro.

Gualtieri sottolinea quanto segue:

“Avevamo detto che saremmo stati in grado di far arrivare sui conti correnti i primi ristori per il 15 di novembre, in realtà essi arriveranno già lunedì e martedì prossimi. L’amministrazione finanziaria è riuscita ad eseguire tutte le operazioni in automatico, così come previsto dal decreto legge n. 137 del 28 ottobre 2020, senza richiedere alcun adempimento o domanda ai contribuenti coinvolti”

Le somme saranno accreditate direttamente sul conto corrente indicato nella domanda relativa al primo contributo a fondo perduto.

Il ministro Gualtieri si è poi complimentato con gli operatori che hanno reso possibile la rapida mobilitazione dei fondi:

Credo che un riconoscimento vada dato a tutte le strutture dell’amministrazione finanziaria coinvolte, a cominciare dall’Agenzia delle Entrate, che sono state in grado di corrispondere alla giusta attesa di tanti cittadini, lavoratori e imprese colpiti dalle conseguenze di questa drammatica situazione.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network