Domanda contributi a fondo perduto fiere e congressi: scadenza prorogata al 17 settembre

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Contributi a fondo perduto fiere e congressi, arriva la proroga per la domanda: c'è tempo fino alla scadenza del 17 settembre per presentare l'istanza, una settimana in più del previsto. Nell'avviso pubblico del Ministero del Turismo del 5 agosto 2021 i requisiti, le modalità di calcolo degli importi e le istruzioni per procedere.

Domanda contributi a fondo perduto fiere e congressi: scadenza prorogata al 17 settembre

Contributi a fondo perduto fiere e congressi, la procedura di domanda sul sito del Ministero del Turismo sarà attiva fino alla scadenza del 17 settembre 2021: a ridosso del termine ultimo è arriva la proroga di una settimana.

Le imprese che hanno i requisiti per ottenere i ristori hanno qualche giorno in più del previsto per presentare l’istanza.

Il via alle richieste era arrivato con l’avviso pubblico del 5 agosto 2021 che stabilisce le modalità di accesso ai 450 milioni di euro previsti dal fondo istituito dal Decreto Rilancio e incrementato, da ultimo, dal Decreto Sostegni.

Le risorse sono state impiegate per compensare sia le perdite del 2020, 350 milioni di euro, che quelle del 2021, 100 milioni di euro, e sono diventate accessibili agli operatori del settore dallo scorso agosto.

Chi ha già presentato domanda in linea con quanto stabilito dal decreto dirigenziale 5 ottobre 2020, n. 56, riceverà, sulla base dei dati indicati, il pagamento automatico del contributo a fondo perduto relativo al 2020.

Domanda contributi a fondo perduto fiere e congressi: scadenza prorogata al 17 settembre

Possono presentare domanda di accesso alle risorse coloro che operano nel settore delle fiere e dei congressi, in particolare:

  • gli enti fiera e i soggetti con codice ATECO principale 82.83.00;
  • i soggetti erogati di servizi di logistica e trasporto e di allestimento che abbiano una quota superiore al 50 per cento del fatturato che deriva da attività relative a fiere e congressi.

Più nello specifico possono accedere ai ristori per le perdite subite nel 2020 e nel 2021 gli operatori che rispondono ai seguenti requisiti:

  • aver registrato una perdita media mensile di fatturato e corrispettivi dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2021 pari ad almeno il 30 per cento a causa dell’annullamento, del rinvio o del ridimensionamento di almeno un evento, in Italia o all’estero, a causa dell’emergenza Covid;
  • avere sede legale in Italia e non avere procedure concorsuali pendenti;
  • non essere destinatari di sanzioni interdittive;
  • essere in regola con gli obblighi fiscali, previdenziali e assicurativi;
  • non trovarsi già in difficoltà il 31 dicembre 2019;
  • non avere condizioni ostative alla contrattazione con le Pubbliche Amministrazioni.

Chi ha le carte in regola per accedere al contributo a fondo perduto specifico per il settore da martedì 10 agosto alle ore 10 e fino alla scadenza del 17 settembre 2021, alle ore 18, può presentare domanda di accesso alle risorse tramite la procedura telematica attiva sul portale del Ministero del Turismo e accessibile tramite SPID o CIE, Carta d’Identità Elettronica.

Nell’avviso pubblico del 5 agosto 2021 si legge:

“Lo sportello telematico consente l’invio di una sola istanza per ciascun operatore economico. Nel caso fosse necessario procedere alla presentazione di una seconda istanza, correttiva della prima, lo sportello acquisirà quest’ultima sostituendola automaticamente alla precedente”.

Ministero del Turismo - Avviso pubblico del 5 agosto 2021
Avviso pubblico per l’assegnazione di contributi pari a 540 milioni destinati al ristoro delle perdite del settore delle fiere e congressi a seguito dell’emergenza epidemiologica da covid 19.

Contributi a fondo perduto fiere e congressi, come presentare domanda entro la scadenza del 17 settembre

Il calcolo dell’importo del contributo a fondo perduto per fiere e congressi è legato alle perdite subite nel 2020 e nel 2021 e ai ristori già ricevuti dagli aspiranti beneficiari.

Questi dati, infatti, devono essere comunicati al momento della richiesta. Per questo motivo il modulo di presentazione dell’istanza va compilato con una serie di informazioni relative all’andamento degli ultimi due anni:

  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato del periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 e il 31 dicembre 2019;
  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato del periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 ed il 30 giugno 2019;
  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato, imputabile ad eventi fieristici e congressuali, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 14 giugno 2019;
  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020;
  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato, imputabile ad eventi fieristici e congressuali, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 30 giugno 2021;
  • importo in euro relativo all’ammontare medio mensile del fatturato, imputabile ad eventi fieristici e congressuali, nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2021 e il 14 giugno 2021;
  • Margine Operativo Lordo (MOL) nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2019 e il 14 giugno 2019;
  • Margine Operativo Lordo (MOL) nel periodo compreso tra il 9 marzo 2019 e il 14 giugno 2019;
  • Margine Operativo Lordo (MOL) nel periodo compreso tra il 24 ottobre 2019 e il 31 dicembre 2019;
  • Margine Operativo Lordo (MOL) nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e il 14 giugno 2020;
  • Margine Operativo Lordo (MOL) nel periodo compreso tra il 24 ottobre 2020 e il 31 dicembre 2020;
  • Margine Operativo Lordo (MOL), presuntivo, nel periodo compreso tra il 1 gennaio 2021 e il 14 giugno 2021;
  • importo in euro dei ricavi dell’anno 2019;
  • importo in euro dei ricavi del primo semestre dell’anno 2019;
  • importo in euro dei ricavi dell’anno 2020;
  • importo in euro dei ricavi del primo semestre dell’anno 2020;
  • percentuale di fatturato generato verso soggetti del settore fiere e congressi su totale del fatturato anno 2019 (solo per soggetti erogatori di servizi di logistica e trasporto e di allestimento).

Nell’avviso pubblico, inoltre, si legge:

“Ai fini della domanda di partecipazione per il ristoro delle perdite, nell’ambito delle dichiarazioni da rilasciare, occorre indicare la fiera o le fiere, il congresso o i congressi, annullati, rinviati o ridimensionati a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid19, in calendario nel periodo compreso tra il 9 marzo 2020 e il 14 giugno 2020 e tra il 24 ottobre 2020 e il 14 giugno 2021”.

Gli operatori devono, poi, anche allegare i seguenti documenti:

  • DURC valido;
  • Autodichiarazione antimafia;
  • elenco certificato da Professionista accreditato delle fatture emesse verso soggetti del settore fiere e congressi, se l’impresa appartiene al settore della logistica o dell’allestimento di fiere o congressi.

I soggetti che hanno presentato istanza in linea con quanto previsto dal decreto dirigenziale 5 ottobre 2020, n. 56, riceveranno automaticamente un anticipo sulle risorse a valere per l’anno 2020. I beneficiari sono stati riepilogati dal Ministero del Turismo nel documento che segue.

Ministero del Turismo - DM n. 1004/2021
Soggetti che hanno presentato istanza in base dal decreto dirigenziale 5 ottobre 2020, n. 56, ai quali verrà erogato automaticamente un anticipo sulle risorse a valere per l’anno 2020, ai sensi dell’articolo 4 del DM 1004 del 2021.​

A disposizione di coloro che devono inoltrare l’istanza entro la scadenza del 17 settembre, il Ministero del Turismo ha attivato dei canali di supporto via mail [email protected] e telefonico 06 72462901.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network