Contributi INPS 2021, entrate gennaio giugno: aumento dell’8 per cento

Tommaso Gavi - Lavoro

Contributi INPS 2021, al 30 giugno si segnala un aumento dell'8,02 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020. I dati sono nel comunicato INPS del 19 luglio 2021. Il settore privato registra un incremento di oltre il 10 per cento.

Contributi INPS 2021, entrate gennaio giugno: aumento dell'8 per cento

Contributi INPS 2021, nei primi sei mesi dell’anno le entrate si attestano a 99.392 milioni di euro.

Considerando il periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021, si registra un aumento di poco più dell’8 per cento.

I dati diffusi con il comunicato stampa INPS del 19 luglio 2021 mostrano che le somme relative al settore privato hanno registrato un aumento di oltre 10 punti percentuali.

Risultano inoltre quasi completamente recuperati gli importi relativi all’anno 2020.

Contributi INPS 2021, entrate gennaio giugno: aumento dell’8 per cento

A diffondere i dati relativi ai contributi INPS del 1° semestre del 2021 è il comunicato stampa del 19 luglio.

INPS - Comunicato stampa del 19 luglio 2021
Entrate contributive Inps, +8,02% nel 1° semestre 2021.

L’istituto previdenziale fa sapere che nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2021 le entrate contributive si attestano a 99.392 milioni di euro.

Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, profondamente condizionato dalla fase iniziale dell’emergenza coronavirus, si registrano 7.379 milioni di euro.

In termini percentuali l’incremento delle entrate, rispetto al 2020, è dell’8,02 per cento.

Il comunicato stampa fornisce inoltre i dati relativi alle tipologie di importi.

Nello specifico, in numero assoluto, le somme sono le seguenti:

  • le entrate contributive della gestione aziende si attestano a 55.586 milioni di euro;
  • le entrate dai lavoratori autonomi ammontano a 4.394 milioni di euro;
  • le entrate dalla gestione separata sono circa 3.705 milioni di euro;
  • le entrate derivanti dal recupero crediti dei contributi si attestano a 3.400 milioni di euro.

Considerando invece gli incrementi rispetto al 2020, le somme si attestano ai seguenti valori:

  • entrate contributive della gestione aziende: 5.153 milioni di euro, ovvero il 10,22 per cento;
  • entrate dai lavoratori autonomi: 325 milioni di euro, ossia il 7,99 per cento;
  • entrate dalla gestione separata: 667 milioni di euro, che in termini percentuali sono il 21,97;
  • entrate derivanti dal recupero crediti dei contributi: 152 milioni di euro.

Contributi INPS 2021, le entrate suddivise per settore

Tra le categorie di contributi INPS versati nel corso del 2021, il comunicato stampa del 19 luglio fornisce i dati relativi agli specifici settori.

Per quanto riguarda il settore privato, composto da aziende, lavoratori autonomi, gestione separata e lavoratori domestici, le entrate contributive correnti del 1° semestre 2021 si attestano a 64.352 milioni di euro.

Nel complesso, l’incremento registrato è di 6.236 milioni di euro, che in termini percentuali si traduce nel 10,73 per cento.

Nel comunicato stampa si dà anche conto delle entrate mancate nell’anno precedente, importi che sono stati quasi completamente recuperati.

Rispetto ai 9.640 milioni di euro il comunicato stampa chiarisce che:

“le entrate contributive complessive del primo semestre 2021 sono inferiori di 2,22 per cento (-2.262 mln di euro) rispetto a quelle del corrispondente periodo del 2019.”

L’INPS stima inoltre, sulla base dell’andamento delle attività produttive in corso, che nel 2021 i flussi di cassa delle entrate contributive dovrebbero tornare agli stessi livelli ore-pandemia del 2019.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network