DL Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti: requisiti e importo

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Decreto Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti: dai requisiti al calcolo dell'importo. Libero accesso alle partite iva in presenza di un calo di fatturato del 30 per cento, decade il meccanismo dei codici ATECO. Pagamenti, da un minimo di 1.000 a un massimo di 150.000 euro, a partire dall'8 aprile.

DL Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti: requisiti e importo

Decreto Sostegni, i contributi a fondo perduto 2021 sono destinati anche ai professionisti: è una notizia che questa nuova categoria di beneficiari attendeva dallo scorso maggio, dal debutto della misura con il DL Rilancio.

Dopo diverse promesse e attese vane, il nuovo provvedimento emergenziale approvato con una dotazione di 32 miliardi di euro concede il via libera: tra le altre novità, si supera il vecchio meccanismo dei codici ATECO e si concede un aiuto a tutte le partite IVA che hanno subito un calo del fatturato di almeno il 30 per cento nel confronto tra la media mensile del 2020 e quella del 2019.

Pagamenti, da un minimo di 1.000 a un massimo di 150.000 euro, a partire dall’8 aprile.

Dai requisiti alle modalità di calcolo dell’importo a cui si ha diritto: una panoramica sui nuovi contributi a fondo perduto 2021.

DL Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti

L’inclusione dei professionisti e degli autonomi nella platea di beneficiari dei contributi a fondo perduto è frutto della definizione di un nuovo meccanismo d’accesso alla misura di aiuto.

Questa importante revisione era stata già annunciata dal precedente governo che, al momento della crisi politica, stava lavorando alla definizione del Decreto Ristori 5 che potesse aggiustare il tiro su nervi ancora scoperti.

L’estensione del perimetro di ingresso per i professionisti, infatti, arriva dopo mesi di richieste inascoltate e promesse cadute nel vuoto. Lo stesso Decreto Ristori quater, precedente al DL Sostegni, ha rappresentato l’ultima occasione persa di una lunga serie.

Nel comunicato stampa numero 267 del 25 novembre 2020, l’allora ministro dell’Economia e delle Finanze Roberto Gualtieri aveva fatto sperare in una nuova tornata di aiuti per i professionisti, dopo i bonus della scorsa primavera:

“Condividiamo la necessità di ristorare, sulla base dei dati del 2020, anche i liberi professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatori o alla Gestione separata”.

Così si leggeva nel testo, ma dopo pochi giorni il testo approvato rappresentava una nuova esclusione.

Con il nuovo provvedimento emergenziale, quindi, si mette un punto su una questione ormai di mesi.

Contributi a fondo perduto 2021 per i professionisti: i requisiti

Le novità sui requisiti sono diverse e riguardano non solo i professionisti, ma in generale tutti coloro che possono presentare domanda, ovvero “soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività di impresa, arte o professione o producono reddito agrario”:

  • determinante resta il calo di fatturato, che deve esser pari almeno al 30 per cento (in precedenza era 33 per cento);
  • la valutazione viene effettuata confrontando il 2020 e il 2019, e bisogna prendere in considerazione l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi;
  • i codici ATECO non rappresentano più un elemento rilevante per l’accesso, in questo modo si concede un via libera anche ai professionisti che hanno atteso a lungo di poter essere inclusi in questo meccanismo di aiuti;
  • aumenta il limite di ricavi e compensi entro il quale è possibile richiedere l’aiuto: passa da 5 a 10 milioni di euro.

Ai soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 1° gennaio 2019 il contributo spetta anche in assenza dei requisiti del calo del fatturato, si legge nel testo del decreto bollinato dalla Ragioneria dello Stato.

DL Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti: il calcolo dell’importo

Le novità introdotte dal Decreto Sostegni non riguardano solo i requisiti per beneficiare dei contributi a fondo perduto, ma anche le modalità di calcolo dell’importo a cui hanno diritto professionisti e imprese.

Il valore minimo (1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per le persone giuridiche) e quello massimo (150.000 euro) rimane lo stesso ma il calcolo della cifra a cui si ha diritto cambia.

La cifra è collegata sempre alla riduzione del fatturato ma vengono introdotti cinque diversi scaglioni differenziati in base al volume di ricavi e compensi.

Percentuale di calcolo dell’importo del contributo a fondo perdutoRicavi e compensi di imprese e professionisti
60 per cento della perdita fino a 100 mila euro
50 per cento della perdita tra 100 mila e 400 mila euro
40 per cento della perdita tra 400 mila euro e 1 milione di euro
30 per cento della perdita tra un milione e 5 milioni di euro
20 per cento della perdita tra 5 e 10 milioni di euro

DL Sostegni, contributi a fondo perduto 2021 anche per i professionisti: pagamenti

Anche sull’utilizzo delle somme a cui si ha diritto c’è un’importante novità:

  • è possibile beneficiare degli aiuti non solo tramite l’erogazione diretta delle somme;
  • ma c’è anche la possibilità di utilizzarle in compensazione tramite modello F24.

Secondo quanto annunciato dal premier Mario Draghi durante la conferenza stampa di presentazione del Decreto Sostegni il 19 marzo 2021, i primi pagamenti dei contributi a fondo perduto per professionisti e imprese arriveranno a partire dall’8 aprile.

Perché la tabella di marcia indicata dal Presidente del Consiglio dei Ministri possa essere rispettata, dunque, dovrà arrivare in tempi strettissimi il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con le modalità e la scadenza per presentare domanda di accesso ai contributi a fondo perduto in via telematica, anche affidandosi a un intermediario.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network