Contenzioso tributario, dati MEF aprile giugno 2021: le controversie pendenti scendono sotto le 300 mila

Tommaso Gavi - Fisco

Contenzioso tributario, i dati MEF del periodo aprile giugno 2021 mostrano che le controversie pendenti sono scese per la prima volta sotto le 300 mila. A fornire le informazioni è il comunicato stampa numero 178 del 20 settembre 2021.

Contenzioso tributario, dati MEF aprile giugno 2021: le controversie pendenti scendono sotto le 300 mila

Contenzioso tributario, le controversie pendenti al 30 giugno scorso si attestano a 297.458, per la prima volta sotto le 300 mila, con una riduzione del 16,62 per cento rispetto al 30 giugno 2020 e del 13,95 per cento rispetto allo scorso 31 dicembre.

A renderlo noto è il comunicato stampa numero 178 del MEF del 20 settembre 2021.

Le nuove controversie instaurate in entrambi i gradi di giudizio nel secondo trimestre del 2021 sono in aumento rispetto al 2020. Quelle definite, anch’esse in aumento, mettono in evidenza una forte ripresa dell’attività giudicante.

I dati diffusi dal MEF si soffermano anche sugli esiti delle controversie.

Contenzioso tributario, dati aprile giugno 2021: le controversie pendenti scendono sotto le 300 mila

I nuovi dati sul contenzioso tributario, diffusi dal comunicato stampa numero 178 del MEF del 20 settembre 2021, segnano per la prima volta la discesa sotto le 300 mila controversie pendenti.

MEF - Comunicato Stampa numero 178 del 20 settembre 2021
Rapporto trimestrale sul contenzioso tributario aprile-giugno 2021.

Stando alle informazioni aggiornate allo scorso 30 giugno, riferite secondo trimestre del 2021 (aprile-giugno), sono 297.458 le controversie pendenti, con una riduzione del 16,62 per cento rispetto al 30 giugno 2020 e del 13,95 per cento rispetto al 31 dicembre scorso.

Le nuove controversie sono aumentate del 6,11 per cento rispetto allo stesso periodo del 2020: nel secondo semestre del 2021 sono 37.442.

La tendenza in aumento viene registrata anche per le controversie definite, che sono pari a 54.136 con un aumento di circa il 140 per cento.

Il dato, come spiegato dal MEF, evidenzia “una forte ripresa dell’attività giudicante con valori in linea con quelli del 2019, anno nel quale non era in vigore la normativa emergenziale Covid-19.”

Nel dettaglio, i dati relativi alle commissioni tributarie provinciali mostrano che:

  • i ricorsi presentati sono stati 25.558, in aumento dello 0,75 per cento;
  • le definizioni sono 37.983, con un aumento del 146,43 per cento.

Per quanto riguarda le commissioni tributarie regionali, invece:

  • gli appelli dello stesso periodo sono 11.884, con una crescita del 19,82 per cento;
  • le definizioni sono 16.153, accresciute del 125,76 per cento.

Contenzioso tributario, gli esiti delle controversie

Nel comunicato stampa del MEF vengono riportati anche i dati sugli esiti dei giudizi delle controversie.

In relazione alle controversie tributarie provinciali, gli esiti favorevoli all’ente impositore sono stati la metà e hanno raggiunto il valore totale di 1.910,06 milioni di euro.

Di contro, circa un quarto dei giudizi (il 26 per cento) è risultato favorevole ai contribuenti: il valore economico in questo caso è di 390,21 milioni di euro.

I giudizi intermedi sono stati l’11 per cento, per l’importo di 1.076,50 milioni di euro.

Per quanto riguarda le controversie tributarie regionali, la percentuale di giudizi favorevoli all’ente impositore è inferiore di due punti percentuali e si attesta al 48 per cento.

Il valore di tali controversie è di 1.100,34 milioni di euro. I giudizi completamente favorevoli al contribuente sono il 29 per cento e valgono, nel complesso, 501,03 milioni di euro.

In questo caso i giudizi intermedi si attestano all’8 per cento e, nel complesso, hanno un valore di 256,44 milioni di euro.

Per quanto riguarda le udienze svolte da remoto, l’utilizzo degli strumenti per le video conferenze hanno superato un quarto di quelle totali, attestandosi al 27 per cento.

In primo grado la percentuale è del 25 per cento ma sale nel secondo grado, raggiungendo il 32 per cento.

Un utilizzo particolarmente elevato si riscontra tra le commissioni tributarie del Nord-Est, in cui lo svolgimento delle udienze da remoto arriva al 53 per cento delle udienze complessive.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network