Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL: requisiti e modalità di domanda

Rosy D’Elia - Pubblica Amministrazione

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL: disponibili 1.514 posti non dirigenziali. Il bando è stato pubblicato il 27 agosto 2019 in Gazzetta Ufficiale e riporta istruzioni e requisiti per presentare domanda, esclusivamente online, entro la scadenza dell'11 ottobre. Previste una prova scritta e una orale.

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL: requisiti e modalità di domanda

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL: c’è tempo fino alla scadenza dell’11 ottobre 2019 per presentare domanda online tramite la piattaforma Step-One 2019. Sono 1.514 i posti, non dirigenziali, per cui i è possibile concorrere. I requisiti e le istruzioni per candidarsi e le modalità di svolgimento della prova nel bando pubblicato il 27 agosto 2019 in Gazzetta Ufficiale.

La selezione rientra nell’ambito del progetto RIPAM, Riqualificazione Per le Pubbliche Amministrazioni.

Si tratta di un concorso per titoli ed esami finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di personale non dirigenziale, a tempo indeterminato, per i seguenti ruoli:

  • ispettori del lavoro presso l’INL, 691 posti disponibili;
  • profili amministrativi/funzionari area amministrativa giuridico contenzioso, 823 posti disponibili distribuiti tra Ministero del Lavoro, Ispettorato Nazionale del Lavoro, Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro.

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL 2019, nel bando i requisiti per la domanda

Come si legge nel bando pubblicato nella quarta serie speciale - Concorsi ed Esami della Gazzetta Ufficiale, per le diverse categorie professionali sono previsti requisiti diversi di accesso. Se si hanno le carte in regola per partecipare a entrambe le selezioni, è possibile presentare una doppia domanda di ammissione.

Chi ha intenzione di candidarsi al ruolo di ispettore del lavoro deve avere le seguenti caratteristiche:

  • cittadinanza italiana;
  • possesso di uno dei titoli di studio richiesti:
    • lauree magistrali in Giurisprudenza; Scienze delle pubbliche amministrazioni o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
    • lauree specialistiche in Giurisprudenza; Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
    • diploma di laurea in Giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
    • laurea in Scienze dei servizi giuridici, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, Scienze politiche e delle relazioni internazionali o titoli equiparati secondo la normativa vigente.
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

I requisiti richiesti agli aspiranti funzionari nel settore giuridico e amministrativo sono, invece, i seguenti:

  • cittadinanza italiana, o anche cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea. Sono ammessi anche i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro, ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.
  • essere in possesso di uno dei titoli di studio di seguito indicati:
    • per il ruolo di funzionario area amministrativa giuridico contenzioso dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro e del Ministero del lavoro e delle politiche sociali:
      • lauree magistrali in Giurisprudenza; Scienze delle pubbliche amministrazioni; Scienze della politica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
      • lauree specialistiche in Giurisprudenza;Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; Scienze delle pubbliche amministrazioni; Scienza della politica o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente;
      • diploma di laurea in giurisprudenza o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa;
      • classi di laurea in Scienze dei servizi giuridici, scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione, scienze politiche e delle relazioni internazionali o titoli equiparati secondo la normativa vigente;
    • per i profili professionali amministrativi INAIL è necessario essere in possesso di laurea, diploma di laurea, laurea specialistica, laurea magistrale.
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni richieste;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • per i candidati di sesso maschile, nati entro il 31 dicembre 1985, posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva.

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL 2019, come si svolge? Una prova preselettiva, il test scritto e l’orale

Nel testo del bando pubblicato in Gazzetta Ufficiale, si legge anche l’iter che gli aspiranti ispettori e funzionari dovranno seguire per essere selezionati.

Se il numero dei candidati che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso è pari o superiore a due volte il numero dei posti messi a concorso, il primo step sarà la prova preselettiva.

Dopodiché si dovranno affrontare gli altri due test sulle materie di competenza del profilo professionale per cui si concorre:

  • la prova scritta consiste in 60 domande con risposta a scelta multipla, per superarla è necessaria una votazione minima di 21 punti;
  • la prova orale è un colloquio interdisciplinare ed è finalizzato anche all’accertamento della conoscenza della lingua inglese e della conoscenza delle tecnologie informatiche, della comunicazione e del Codice dell’amministrazione digitale.

La commissione esaminatrice valuta i candidati sommando i punteggi conseguiti nella prova scritta, nella prova orale e nella valutazione dei titoli.

Concorso Ministero del Lavoro, INL e INAIL 2019: le istruzioni per presentare domanda entro l’11 ottobre

Il bando, disponibile anche sul portale riqualificazione.formez.it, fissa la scadenza per la presentazione delle domande di ammissione al concorso del Ministero del Lavoro, INL, INAIL all’11 ottobre 2019. L’unica modalità ammessa per l’invio è il sistema “Step-One 2019”.

La data di presentazione on line della domanda di partecipazione al concorso è certificata e comprovata dalla ricevuta elettronica emessa dalla piattaforma.

Perché la richiesta di ammissione possa essere considerata valida, è necessario versare una quota di partecipazione di 10,00 euro sul C.C.P. n. 1046999593 (codice IBAN IT 19Z0760103200001046999593) intestato a FORMEZ PA – RIPAM, Viale Marx n.15 - 00137 ROMA, indicando nella causale “Concorso RIPAM INL- NAILMLPS”. Gli estremi del pagamento vanno inseriti nel modulo di partecipazione.

Chi intende presentare richiesta di accesso, sia al concorso per gli ispettori del lavoro che per quello destinato alla figura di funzionari nel settore amministrativo e giuridico, deve effettuare un doppio versamento.

Tutti i dettagli e le istruzioni per partecipare al concorso del Ministero del Lavoro, dell’INAIL e dell’INL nel testo integrale del bando.

PDF - 324.4 Kb
Commissione RIPAM - Concorso Ministero del Lavoro, INL, INAIL per l’assunzione di 1.514 persone
Scarica il testo del bando di concorso per le assunzioni al Ministero del Lavoro, dell’INL e dell’INAIL pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27 agosto 2019.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it