Concorso dirigenti Agenzia delle Entrate 2019: domanda entro il 4 marzo

Rosy D’Elia - Pubblica Amministrazione

Concorso Agenzia delle Entrate: come presentare domanda entro il 4 marzo, requisiti e istruzioni. La selezione è finalizzata a reclutare 160 dirigenti: 150 nell'area riscossione e 10 nell'area di gestione dei servizi catastali.

Concorso dirigenti Agenzia delle Entrate 2019: domanda entro il 4 marzo

Concorso Agenzia delle Entrate: come presentare la domanda per accedere entro le 23.59 del 4 marzo 2019. Le selezioni sono finalizzate a reclutare 160 dirigenti: 150 dirigenti di seconda fascia da destinare in via prioritaria alla direzione di uffici preposti ad attività operative di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi e 10 preposti ad attività operative di gestione dei servizi catastali di competenza dell’Agenzia delle entrate.

Sul sito dell’Agenzia i due bandi e i dettagli per presentare la domanda e accedere ai concorsi, che si basano entrambi su una prova preselettiva, nel caso in cui il numero di partecipanti sia pari o superiore a tre volte il numero dei posti messi a concorso, sulla valutazione dei titoli e sulle prove d’esame: una scritta e una orale, per cui i candidati avranno a disposizione 20 giorni per prepararsi.

Le prove vengono valutate in centesimi, per superarla i candidati devono ottenere una votazione pari a 70/100. Il diario di esame, per entrambe le selezioni, saranno pubblicati il 2 aprile 2019.

Concorso Agenzia delle Entrate, domanda entro il 4 marzo: i requisiti

Il primo articolo dei due bandi è dedicato alla riserva dei posti: il 50% delle posizioni disponibili è riservato al personale di ruolo assunto mediante pubblico concorso e in servizio presso l’Agenzia delle entrate alla data del termine di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione, con almeno dieci anni di anzianità nella terza area funzionale, senza demerito.

Inoltre nel caso della selezione che riguarda la direzione di attività di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi, si specifica che uno dei 150 posti messi a bando è riservato alla provincia autonoma di Bolzano, per la cui copertura il Direttore provinciale di Bolzano provvederà all’emanazione del bando e alla gestione della relativa procedura.

Alle selezioni finalizzate all’assunzione di 150 dirigenti nell’area di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi e di 10 dirigenti impegnati nella gestione dei servizi catastali, possono partecipare tutti coloro che hanno i seguenti requisiti:

  • dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, muniti di laurea, che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole di specializzazione individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, almeno tre anni di servizio, svolti in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio è ridotto a quattro anni;
  • soggetti in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche non ricomprese nel campo di applicazione dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, muniti del diploma di laurea, che hanno svolto per almeno due anni le funzioni dirigenziali;
  • coloro che hanno ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni, purché muniti di diploma di laurea;
  • cittadini italiani, forniti di idoneo titolo di studio universitario, che hanno maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

Il titolo di studio previsto per la partecipazione al concorso è il diploma di laurea, la laurea specialistica, o magistrale conseguita presso un’università statale della Repubblica italiana o presso un’università non statale abilitata a rilasciare titoli accademici con valore legale.

Sono ammessi titoli di studio conseguiti all’estero a patto che siano riconosciuti come equipollenti a quelli indicati.

Inoltre i candidati devono rispettare le seguenti caratteristiche:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • cittadinanza italiana;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo

Concorso Agenzia delle Entrate, come presentare domanda entro il 4 marzo: le istruzioni

Chi possiede i requisiti per partecipare al concorso e intende presentare domanda per accedere, può farlo tramite i portali dedicati indicati sul sito dell’Agenzia delle Entrate:

  • www.150dir.it, per la selezione di dirigenti da destinare alla direzione di uffici preposti ad attività di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi di competenza dell’Agenzia delle Entrate - 150 posti;
    PDF - 196 Kb
    Agenzia delle Entrate: bando per l’assunzione di 150 dirigenti da destinare alla gestione, riscossione e contenzioso dei tributi.
    Concorso pubblico per il reclutamento di centocinquanta (150) dirigenti di seconda fascia da destinare in via prioritaria alla direzione di uffici preposti ad attività operative di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi di competenza dell’Agenzia delle entrate.
  • www.dir10.it, per la selezione 10 dirigenti da destinare alla direzione di uffici preposti ad attività di gestione dei servizi catastali di competenza dell’Agenzia delle Entrate - 10 posti.
    PDF - 178.4 Kb
    Agenzia delle Entrate: bando per l’assunzione di 10 dirigenti da destinare alla gestione dei servizi catastali.
    Concorso pubblico per il reclutamento di dieci (10) dirigenti di seconda fascia da destinare in via prioritaria alla direzione di uffici preposti ad attività operative di gestione dei servizi catastali di competenza dell’Agenzia delle entrate.

Gli aspiranti candidati dovranno compilare e inviare la domanda di partecipazione al concorso per via telematica entro le 23,59 del 4 marzo 2019. Non è ammessa altra forma di compilazione e di invio della domanda di partecipazione al concorso.

Sui portali dedicati all’inoltro delle domande si legge che il sistema permette l’invio delle domande di partecipazione in maniera totalmente informatizzata: per accedere alla compilazione della domanda è necessario registrarsi indicando dati personali e specificando cellulare, mail e una pec, se si possiede.

Dopo aver effettuato l’accesso e compilato la domanda, al termine delle attività di compilazione e di invio della domanda per via telematica, il candidato riceverà un messaggio di posta elettronica generato in automatico dall’applicazione informatica a conferma dell’avvenuta acquisizione della domanda.

I candidati entro il 4 marzo possono anche modificare più volte i dati già inseriti: la data/ora di presentazione telematica della domanda di partecipazione al concorso è attestata dall’applicazione informatica.

Dopo 15 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione della domanda, i candidati utilizzeranno ancora una volta il portale per effettuare la stampa della domanda, che dovrà essere esibita e sottoscritta in occasione dell’identificazione al momento della prima prova d’esame, insieme alla copia del bonifico effettuato.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it