Bonus trasporti, dopo la domanda un mese per l’utilizzo: come spendere i 60 euro

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Bonus trasporti: c'è un mese di tempo per spendere i 60 euro concessi. Questo il termine ultimo previsto dopo aver presentato domanda e per chi ha richiesto lo sconto il 1° settembre, giorno del click day, la scadenza è a inizio ottobre.

Bonus trasporti, dopo la domanda un mese per l'utilizzo: come spendere i 60 euro

Bonus trasporti, un mese di tempo per spendere l’importo richiesto.

È questa una delle regole che dovrà tenere a mente chi ha fatto domanda per il bonus trasporti dal 1° settembre, data di avvio della procedura telematica per la richiesta dell’agevolazione.

La validità del voucher telematico emesso è infatti limitata e trascorsi i 30 giorni di tempo a disposizione il bonus sarà annullato.

Nella pagina di riepilogo del sito del Ministero del Lavoro, dopo aver fatto domanda, è possibile visualizzare lo stato del contributo richiesto e le informazioni sulla data di richiesta.

Bonus trasporti, dopo la domanda un mese per l’utilizzo: come spendere i 60 euro

È partito senza intoppi il bonus trasporti, agevolazione introdotta dal Decreto Aiuti e finalizzata a concedere uno sconto fino a 60 euro per gli abbonamenti ai mezzi pubblici.

A poter presentare domanda dal 1° settembre, ed entro la scadenza del 31 dicembre 2022, sono i contribuenti titolari di redditi non superiori a 35.000 euro.

Il limite reddituale è personale: non si fa quindi riferimento alla condizione del nucleo familiare, ma alla propria, anche per quanto riguarda le domande presentate dai figli o dai genitori per conto dei minorenni.

Queste alcune delle indicazioni da conoscere per le richieste di accesso al bonus trasporti. Da tenere a mente anche le regole per spendere l’agevolazione richiesta nella domanda, per un importo massimo pari a 60 euro.

Dopo aver inserito la propria richiesta il cittadino avrà un mese di tempo per spendere l’importo concesso.

L’abbonamento potrà essere acquistato esclusivamente presso il gestore dei servizi di trasporto pubblico selezionato in sede di registrazione, lo stesso che sarà indicato nel buono emesso.

Cosa succede a chi non rispetta il limite del mese di tempo a disposizione? Il buono emesso perde la sua validità. Il richiedente inoltre non potrà presentare una nuova domanda nello stesso mese.

Bonus trasporti, come spendere e utilizzare il voucher fino a 60 euro

A livello operativo quindi il beneficiario del bonus trasporti, dopo aver presentato domanda, dovrà presentare il buono ottenuto presso il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato.

Per chi ha fatto domanda il 1° settembre, data di apertura dello sportello telematico, il bonus sarà valido fino ad inizio ottobre.

La società tenuta ad emettere l’abbonamento dovrà quindi verificare la validità temporale del buono, che sia completo dei dati necessari e che non sia già stato utilizzato.

Una fase di verifica preventiva superata la quale verrà rilasciato l’abbonamento con l’applicazione dello sconto riconosciuto.

Il bonus trasporti potrà essere utilizzato per il pagamento totale o parziale dell’importo dovuto e il gestore del servizio dovrà indicare sul portale del Ministero del Lavoro l’importo effettivamente usufruito dal beneficiario.

Una procedura che consentirà di tracciare in tempo reale i dati relativi alle risorse residue, informazione fondamentale per determinare fino a quando resterà aperto lo sportello telematico per fare domanda di accesso al bonus trasporti.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network