Bonus bici, c’è il decreto attuativo del buono mobilità fino a 500 euro: istruzioni e regole

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Bonus bici, in Gazzetta Ufficiale del 5 settembre 2020 è stato pubblicato il decreto attuativo per il buono mobilità, pari al 60% della spesa sostenuta e fino ad un massimo di 500 euro. Ecco istruzioni e regole per fare domanda, in attesa della messa a disposizione del portale.

Bonus bici, c'è il decreto attuativo del buono mobilità fino a 500 euro: istruzioni e regole

Bonus bici, promessa mantenuta: il decreto attuativo del buono mobilità del 60%, spettante fino ad un massimo di 500 euro, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 settembre 2020.

Ad annunciarne la data era stato il Ministro Sergio Costa, anche per cercare di placare i malumori sul ritardo dell’avvio della misura, introdotta dal decreto Rilancio e rimasta bloccata per problemi amministrativi. Per poter fare domanda bisognerà però attendere ancora.

Si attende la messa a punto della piattaforma per poter fare domanda ed ottenere il rimborso della spesa sostenuta per l’acquisto di bici e monopattini o richiedere il voucher, da spendere poi in fase di acquisto.

Le risorse disponibili ammontano a 210 milioni di euro. Le domande saranno accettate fino a capienza del fondo, in ordine cronologico di presentazione.

Bonus bici, c’è il decreto attuativo del buono mobilità fino a 500 euro: istruzioni e regole

Il bonus mobilità per l’acquisto di bici, monopattini o per servizi di bike sharing sarà riconosciuto in via retroattiva, dal 4 maggio 2020, e fino al 31 dicembre 2020.

È questo il periodo temporale di riferimento per poter accedere al programma sperimentale, che consentirà di beneficiare di un bonus pari al 60% della spesa sostenuta ed entro il limite massimo di 500 euro.

La gestione operativa della misura avverrà tramite un’applicazione web, accessibile sia dal sito del Ministero dell’Ambiente che direttamente mediante le credenziali SPID. Il portale consentirà la registrazione dei beneficiari, l’accreditamento dei fornitori di servizi di mobilità condivisa (bike sharing), imprese ed esercizi di vendita di biciclette (anche elettriche) e monopattini.

La misura sperimentale sarà strutturata su due binari:

  • un buono mobilità del 60% e fino a 500 euro, da spendere per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, monopattini o servizi di bike sharing;
  • rimborso della spesa sostenuta dal 4 maggio e fino al 4 novembre, pari al 60 per cento e fino a 500 euro in relazione all’acquisto di bici o monopattini.

Si ricorda che i beneficiari del programma del buono mobilità 2020 sono i residenti maggiorenni in capoluoghi di regione, città metropolitane, capoluoghi di provincia ovvero comuni con più di 50.000 abitanti.

Analizziamo quindi le due vie d’accesso al bonus mobilità, secondo le istruzioni contenute nel decreto del Ministero dell’Ambiente, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 settembre 2020.

Decreto attuativo bonus mobilità - Gazzetta Ufficiale 5 settembre 2020
Decreto del Ministero dell’Ambiente, 14 agosto - Programma sperimentale buono mobilità 2020

Bonus bici, la procedura per il rimborso del 60% fino a 500 euro

Ad attendere con maggior interesse la pubblicazione del decreto attuativo del Ministero dell’Ambiente erano i beneficiari del bonus bici e monopattini che hanno già effettuato l’acquisto.

Per le spese sostenute dal 4 maggio 2020 al 4 novembre, il bonus mobilità del 60% e fino a 500 euro verrà riconosciuto a titolo di rimborso.

Per il recupero della somma spettante, i beneficiari dovranno presentare domanda tramite l’app attesa a breve, ed entro 60 giorni dalla data di operatività dell’applicazione stessa. Sarà necessario avere lo SPID.

Alla domanda per il bonus bici bisognerà allegare copia della fattura o del documento commerciale (lo scontrino “parlante”) rilasciato dal negoziante. Il rimborso sarà accreditato direttamente sul conto corrente intestato al richiedente, le cui coordinate (IBAN) sono indicate nella domanda.

Bonus bici, monopattini e bike sharing: come fare domanda per il voucher

In tutti gli altri casi, per ottenere il buono mobilità del 60% i beneficiari dovranno registrarsi sull’applicazione web a partire dal sessantesimo giorno dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo, ovvero dal 4 novembre 2020, e fino al 31 dicembre.

L’accesso dovrà essere effettuato tramite le credenziali SPID, che consentiranno l’accertamento dell’identità dei beneficiari ed il codice fiscale. Richiedere lo SPID è quindi fondamentale per poter fare domanda.

Dopo aver completato la registrazione verrà attribuito il buono mobilità, disponibile nell’area riservata dell’applicazione web dedicata. Il voucher potrà essere utilizzato per l’acquisto di una sola bici o monopattino, o per l’utilizzo di uno solo dei servizi di mobilità condivisa (non tramite auto).

Nel caso di acquisto di una bici o di un monopattino, il bonus sarà riconosciuto come sconto sul prezzo d’acquisto, per il 60% della spesa ed entro la soglia massima dei 500 euro.

Il bonus mobilità dovrà essere utilizzato entro 30 giorni dalla generazione, pena l’annullamento e la necessità di richiedere un nuovo buono sostitutivo.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network