Bonus strumenti informatici avvocati: come ottenerlo?

Carla Mele - Avvocati

Bonus strumenti informatici per avvocati: si potrà presentare domanda alla Cassa Forense entro il 16 gennaio 2018. Ecco requisiti e termini d'accesso, importo riconosciuto e come richiederlo.

Bonus strumenti informatici avvocati: come ottenerlo?

La sezione Welfare della Cassa Nazionale Forense ha riconfermato per il 2017 l’erogazione di un bonus per investimenti in tecnologia effettuati dagli studi legali.

Il bonus per gli avvocati è pari al 50% della spesa sostenuta per supporti tecnologici, opportunamente documentata da fattura d’acquisto.

C’è ancora un mese di tempo per inoltrare domanda alla Cassa Forense: la scadenza è infatti il 16 gennaio 2018 e riguarda le spese documentate sostenute nel 2017.

Vediamo di seguito tutto ciò che gli avvocati devono sapere per aderire al bonus strumenti informatici.

Bonus strumenti informatici avvocati: requisiti d’accesso e importi riconosciuti

La Cassa Nazionale Forense a luglio di quest’anno ha riconfermato la possibilità, già prevista per il 2016, per gli avvocati che investono in supporti tecnologici, di richiedere l’accesso ad un bonus per recuperare il 50% della spesa sostenuta.

Il fondo stanziato dalla Cassa Forense è di 3.000.000 di euro e gli studi legali potranno accedere alla graduatoria fino ad esaurimento delle disponibilità.

I requisiti di ammissione alla graduatoria sono sostanzialmente due:

  • essere in regola con le comunicazioni annuali di reddito alla Cassa;
  • avere dichiarato nel Mod.5/2017 un reddito professionale inferiore a 40.000 euro.

Il contributo una tantum sarà pari al 50% della spesa documentata, non inferiore ad 300,00 euro al netto di IVA, per l’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale, effettuati nell’anno 2017.

Il contributo non può essere superiore ad 1.500,00 euro.

Sono rimborsabili esclusivamente le spese sostenute per l’acquisto dei seguenti strumenti informatici limitatamente a uno per ogni tipologia:

  • computer;
  • monitor;
  • stampante;
  • scanner;
  • fax;
  • tablet;
  • fotocopiatrice, anche multifunzione;
  • licenze software per la gestione degli studi legali;
  • strumenti per la conservazione e protezione dei dati dello studio.

Bonus strumenti informatici avvocati: modalità e termini d’accesso

La domanda deve essere inviata entro il 16 gennaio 2018, per le spese in strumenti informatici sostenute nel 2017, esclusivamente tramite l’apposita procedura on-line attivata sulsito internet della Cassa: www.cassaforense.it.

Non sono ammesse domande presentate con modalità cartacea o canali diversi.

Unitamente alla domanda il richiedente deve produrre, sempre con modalità telematica, copia della fattura relativa all’acquisto di nuovi strumenti informatici per lo studio legale, intestata al richiedente.

I contributi sono erogati, fino a esaurimento dell’importo complessivo previsto dal bando, secondo una “graduatoria inversamente proporzionale all’ammontare del reddito professionale del richiedente”.

In caso di parità di reddito, la precedenza è determinata dalla minore età anagrafica e, in caso di ulteriore parità, dalla maggiore anzianità di iscrizione alla Cassa.