Bonus alberghi e agriturismi: domande dal 26 febbraio 2018. Scadenza e come fare

Anna Maria D’Andrea - Dichiarazioni e adempimenti

Bonus alberghi e agriturismi per le spese sostenute nel 2017: le domande dovranno essere compilate già dal 25 gennaio 2018 ma il click day per l'invio è fissato dal 26 febbraio. Ecco scadenze e regole.

Bonus alberghi e agriturismi: domande dal 26 febbraio 2018. Scadenza e come fare

Bonus alberghi e agriturismi: a partire dal 25 gennaio 2018 sarà possibile compilare la domanda di richiesta del credito d’imposta del 65% per le spese di riqualificazione delle strutture.

Il clik day, ovvero la data a partire dalla quale bisognerà inviare le domande online sul sito del Ministero dei beni e delle attività culturali è fissato a partire dalle ore 10 del 26 febbraio 2018.

Per poter richiedere il Tax Credit riqualificazione per alberghi e agriturismi, in relazione alle spese sostenute nel 2017 sarà necessario presentare domanda esclusivamente online.

A comunicare date e scadenze per la compilazione delle domande di bonus alberghi 2018 è il Ministero dei Beni culturali, con un avviso pubblicato il 17 gennaio 2018.

Di seguito tutti i dettagli su come presentare domanda di richiesta del credito d’imposta per la riqualificazione degli alberghi e degli agriturismi, le spese per le quali è possibile beneficiare del bonus e le scadenze del click day 2018.

Bonus alberghi: domande dal 26 febbraio 2018. Scadenza e come fare

Per poter accedere al bonus alberghi in relazione alle spese di riqualificazione delle strutture sostenute nel 2017 la domanda dovrà essere presentata esclusivamente online attraverso il portale dei procedimenti del MiBACT.

All’istanza sarà necessario allegare l’attestazione di effettività delle spese sostenute e, già a partire dalle ore 10 del 25 gennaio e fino alle ore 16 del 19 febbraio 2018 sarà necessario effettuare la compilazione della domanda telematica.

Le domande precedentemente compilate, nel rispetto del termine del 19 febbraio 2018, potranno essere inviate a partire dalle ore 10 del 26 febbraio e fino alla scadenza del 27 febbraio 2018 alle ore 16.

Si ricorda che per poter accedere al credito d’imposta del 65%, il Tax Credit per la riqualificazione di alberghi e agriturismi è fondamentale rispettare le scadenze per la compilazione della domanda e rispettare i termini del click day stabilito dal Ministero dei Beni culturali.

Domanda bonus alberghi e documenti necessari

Regole e modalità per presentare domanda di accesso al bonus alberghi e agriturismi sono illustrate nel decreto interministeriale MiBACT, MEF, MIT e MISE del 20 dicembre 2017.

Dovrà presentare domanda, previa registrazione al Portale dei Procedimenti, esclusivamente il legale rappresentante dell’impresa e nell’istanza sarà necessario specificare:

  • costo complessivo degli interventi e ammontare totale delle spese;
  • attestazione di effettività delle spese sostenute;
  • credito d’imposta spettante;
  • estremi dei titoli abitativi acquisiti in ragione delle singole tipologie di interventi svolti.

Alla domanda bisognerà allegare la documentazione amministrativa e tecnica prevista dall’allegato A del decreto del 20 dicembre 2017, ovvero:

  • dichiarazione dell’imprenditore che elenchi i lavori effettuati;
  • attestazione dell’effettivo sostenimento delle spese;
  • estremi dei titoli abitativi acquisiti, in ragione delle singole tipologie di interventi svolti;
  • dichiarazione relativa ad altri aiuti de minimi eventualmente fruiti.

Bonus alberghi e agriturismi: cos’è e come funziona

Il bonus per la riqualificazione delle strutture ricettive, inizialmente previsto soltanto agli alberghi, è stato introdotto con il DL 83/2014, riconoscendo un credito d’imposta d’importo pari al 30% delle spese sostenute.

La Legge di Bilancio 2017 ha esteso il tax credit anche agli agriturismi, portando inoltre l’importo del credito d’imposta spettante al 65% delle spese sostenute.

Nel dettaglio, le spese ammesse all’agevolazione previste dal decreto attuativo del 20 dicembre 2017 sono quelle di:

  • ristrutturazione edilizia;
  • eliminazione delle barriere architettoniche;
  • miglioramento dell’efficienza energetica;
  • spese per l’acquisto di mobili e componenti d’arredo.

Si ricorda inoltre che la Legge di Bilancio 2018 ha ulteriormente esteso il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture turistiche, riconoscendo il bonus anche agli stabilimenti termali.

Per maggiori dettagli i lettori possono consultare l’articolo di approfondimento con tutte le regole e le modalità di accesso al Tax credit alberghi e agriturismi, con le novità previste per il 2018.