Bonus affitto 2021 per la riduzione del canone: domanda del fondo perduto in scadenza

Rosy D’Elia - Dichiarazioni e adempimenti

Bonus affitto 2021 per la riduzione del canone: vicinissima la scadenza del 6 ottobre per la presentazione della domanda del contributo a fondo perduto. Come previsto dal provvedimento dell'Agenzia delle Entrate del 4 settembre, è stato concesso un mese di tempo più del previsto.

Bonus affitto 2021 per la riduzione del canone: domanda del fondo perduto in scadenza

Bonus affitto 2021 per la riduzione del canone: la presentazione della domanda per ottenere il contributo a fondo perduto è in scadenza mercoledì 6 ottobre.

Il termine, inizialmente previsto per il 6 settembre 2021, è stato prorogato dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento numero 227358 del 4 settembre 2021.

I proprietari degli immobili a uso abitativo che hanno ridotto le mensilità nel 2021 hanno tempo fino a domani, mercoledì 6 ottobre, per richiedere l’agevolazione fino a un massimo di 1.200 euro.

Agenzia delle Entrate - Provveddimento n. 227358 del 4 settembre 2021
Proroga del termine per l’invio dell’istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto per la riduzione dell’importo del canone di locazione di cui all’articolo 9-quater del decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Bonus affitto 2021 per la riduzione del canone: domanda del fondo perduto in scadenza

Il bonus affitto 2021 per la riduzione del canone consiste in un importo pari al 50 per cento dell’ammontare complessivo delle rinegoziazioni in diminuzione e può arrivare fino a 1.200 euro per locatore.

L’agevolazione è stata introdotta lo scorso dicembre dal Decreto Ristori e non deve essere confusa con il credito di imposta che spetta, in presenza di determinati requisiti, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che versano il canone di locazione.

Le regole e le istruzioni per presentare domanda di accesso al bonus affitto 2021 per la riduzione del canone sono state messe nero su bianco con una serie di documenti ad hoc lo scorso 6 luglio.

L’importo del contributo a fondo perduto è commisurato alla riduzione delle somme richieste per gli immobili a uso abitativo relative alle mensilità di tutto il 2021, già accordate e comunicate all’Agenzia delle Entrate, o comunque da accordare e comunicare, entro il 31 dicembre 2021.

Dopo questa data, infatti, l’Agenzia delle Entrate procederà con la verifica dei dati trasmessi in fase di domanda e poi con l’erogazione delle somme. Ma la cifra effettiva del bonus affitto 2021 per la riduzione del canone sarà riconosciuta considerando l’ammontare dei fondi disponibili e i contributi richiesti: bisognerà, quindi, attendere il 2022 per conoscere il valore reale dell’agevolazione.

Con il provvedimento del 4 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate è intervenuta su quanto già stabilito prorogando la data di scadenza per presentare domanda di accesso ai contributi a fondo perduto: il termine è passato dal 6 settembre al 6 ottobre 2021.

La motivazione?

Consentire a un maggior numero di contribuenti di fruire dell’agevolazione, tenuto conto anche che l’intervallo temporale previsto per la presentazione dell’istanza è coinciso con il periodo estivo.

Bonus affitto 2021, fondo perduto per la riduzione del canone: scadenza 6 ottobre per la domanda

Sempre entro la stessa giornata di mercoledì 6 ottobre i proprietari degli immobili a uso abitativo che hanno ridotto il canone di locazione possono trasmettere eventuali istanze sostitutive di quelle precedentemente inviate.

Nessuna novità, invece, sui tempi da rispettare per la rinuncia al bonus affitto 2021 richiesto: la scadenza resta fissata al 31 dicembre 2021.

È possibile richiedere il contributo a fondo perduto tramite la procedura web dedicata utilizzando una delle credenziali previste per l’accesso al portale dell’Agenzia delle Entrate:

  • Identità digitale SPID (Sistema Pubblico dell’Identità Digitale);
  • CIE (Carta di Identità Elettronica);
  • Entratel /Fisconline;
  • (CNS) Carta Nazionale dei Servizi.

Una volta all’interno, tra le opzioni dei Servizi per Comunicare è possibile accedere al “Contributo a fondo perduto per la riduzione dell’importo del canone di locazione”.

La procedura è attiva dallo scorso 6 luglio ma, stando ad alcune segnalazioni arrivate in redazione, si sono verificati alcuni errori di sistema che non permettevano il calcolo corretto del contributo nel caso di una rinegoziazione del canone a partire dal 2020.

Sembra che il mese di tempo in più sia stato utile anche alla stessa Agenzia delle Entrate per aggiustare il tiro.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network