Bonus IO Lavoro, domanda anche oltre il 31 gennaio 2021: nuova proroga della scadenza

Eleonora Capizzi - Lavoro

Bonus IO Lavoro 2020: la scadenza per presentare la domanda è stata ulteriormente prorogata oltre il 31 gennaio 2021, ma le istanze devono comunque riguardare le assunzioni effettuate entro il 31 dicembre 2020 compreso. Lo ha reso noto l'Anpal con il comunicato del 29 gennaio 2021.

Bonus IO Lavoro, domanda anche oltre il 31 gennaio 2021: nuova proroga della scadenza

Bonus IO Lavoro 2020: proroga della scadenza oltre il 31 gennaio 2021.

L’Anpal comunica che le domande per ottenere l’incentivo possono essere presentate anche oltre il precedente termine del 31 di gennaio 2021, fino a data da destinarsi, sul portale INPS.

Le domande dovranno necessariamente riferirsi alle assunzioni eseguite nel corso dell’anno 2020, dal 1° gennaio fino al 31 dicembre 2020.

Il bonus IO Lavoro è l’incentivo, di importo massimo pari a 8.060 euro, rivolto alle imprese che assumono disoccupati fino a 25 anni, o anche di età superiore qualora siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi.

Bonus IO Lavoro, domanda anche oltre il 31 gennaio 2021: nuova proroga della scadenza

Con il comunicato del 29 gennaio 2021 l’Agenzia ha annunciato l’ulteriore proroga riferita all’incentivo IO Lavoro 2020.

Già con il comunicato del 24 dicembre 2020 l’Anpal aveva reso nota la proroga della scadenza per presentare domanda, dal 31 dicembre 2020 al 31 gennaio 2021.

Ma l’ultimo avviso prevede la possibilità di inoltrare domanda anche successivamente al 31 gennaio, fino a data da destinarsi.

Si rammenta che per vedersi riconosciuta l’agevolazione IO Lavoro è necessario presentare domanda di ammissione all’INPS in modalità telematica mediante la modulistica messa a disposizione sul sito istituzionale.

L’Istituto, una volta recepita l’istanza di ammissione, effettua preliminarmente:

  • la determinazione dell’importo del bonus a seconda della alla durata e della retribuzione del contratto sottoscritto;
  • la verifica d i requisiti di ammissione all’incentivo;
  • la verifica della disponibilità delle risorse;
  • la comunicazione, all’eventuale esito positivo delle verifiche, dell’avvenuta prenotazione.

Ma attenzione: l’agevolazione viene autorizzata secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza preliminare.

Sul punto si ricorda che l’INPS, tra le altre cose, con messaggio n. 4191 del 10 novembre 2020, ha precisato:

  • per le richieste pervenute entro il 6 novembre 2020, e per quelle trasmesse nel periodo tra il 7 novembre 2020 e il 16 novembre 2020, è data priorità di elaborazione alle assunzioni e alle trasformazioni a tempo indeterminato effettuate tra il 1° gennaio 2020 e il giorno precedente il rilascio del modulo telematico (ossia il 26 ottobre 2020);
  • le domande relative ad assunzioni effettuate tra il 27 ottobre e il 16 novembre 2020, saranno invece elaborate secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza;
  • le istanze inviate a decorrere dal 17 novembre 2020 saranno elaborate in ordine cronologico, indipendentemente dalla data di assunzione/trasformazione.

A quel punto, il datore di lavoro effettua l’assunzione e la conferma della prenotazione del bonus, il tutto nel termine di 10 giorni dalla data di ricezione della comunicazione INPS.

In fine, una volta autorizzato l’incentivo, l’INPS riconosce il relativo importo attraverso conguaglio sulle denunce contributive.

Bonus IO Lavoro 2020: la disponibilità finanziaria

L’Anpal, per mezzo del comunicato del 24 dicembre 2020, specifica che l’incentivo sarà riconosciuto in base alla disponibilità finanziaria.

Si ricorda, infatti, che il bonus IO Lavoro 2020, spetta nei limiti delle risorse stanziate, pari a 329.400.000,00 euro, riferite:

  • al Programma Operativo Complementare “Sistemi di Politiche Attive per l’Occupazione” 2014–2020 (POC SPAO).

Quest’ultimo istituito con l’obiettivo di garantire il completamento di interventi avviati nel ciclo 2007-2013 e di avviare nuove azioni relative al periodo 2014-2020, in sinergia, appunto, con i PON SPAO.

Ebbene, l’importo massimo del bonus è unico e non cambia a seconda della sede di lavoro o della residenza del lavoratore da assumere.

Tuttavia, sono diverse le risorse a disposizione a seconda delle regioni di riferimento.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network