Bando Digital Impresa Lazio, le PMI verso l’innovazione con 5 milioni di euro

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Bando Digital Impresa Lazio, 5 milioni di euro da destinare a PMI e professionisti attivi sul territorio regionale per indirizzarli verso l'innovazione: domanda entro la scadenza del 2 ottobre 2019. Nell'avviso pubblico istruzioni e dettagli su requisiti d'accesso e modalità per richiedere gli incentivi.

Bando Digital Impresa Lazio, le PMI verso l'innovazione con 5 milioni di euro

Con il Bando Digital Impresa Lazio, le PMI e i liberi professionisti che operano sul territorio regionale hanno la possibilità di compiere un passo avanti nella digitalizzazione dei processi aziendali e nell’ammodernamento tecnologico. Entro la scadenza del 2 ottobre 2019 è possibile presentare domanda per accedere agli incentivi previsti, contributi a fondo perduto per una copertura fino al 70% dell’importo complessivo del progetto presentato, che può arrivare fino a un massimo di 25.000 euro.

Dall’e-commerce all’internet delle cose, passando per la stampa 3D: sono diverse le soluzioni digitali che aprono le porte delle agevolazioni previste dal bando POR FESR per il quale la Regione Lazio ha stanziato 5 milioni di euro, con una riserva di 1,5 milioni per le imprese del commercio.

Nell’Avviso pubblico dettagli e istruzioni sui requisiti per accedere, sulle caratteristiche dei progetti e sulle spese ammissibili, e sulle modalità di presentazione della domanda.

Bando Digital Impresa Lazio: i requisiti di accesso per PMI e liberi profesionisti e i progetti ammissibili

Come si legge nel testo del bando Digital Impresa Lazio, PMI, in forma singola, e liberi professionisti, titolari di partita IVA, sono i potenziali beneficiari degli incentivi.

Avere una sede operativa nel Lazio è tra i requisiti fondamentali per accedere. Il bando regionale è strettamente legato al territorio, e apre le porte anche a chi ha intenzione di attivare una sede operativa nel Lazio, in cui realizzare gli interventi che danno diritto alle agevolazioni, entro la data dell’erogazione dei fondi.

È possibile presentare un solo progetto, che deve essere stato avviato dopo il 1° gennaio 2019 e ancora in essere alla data di presentazione della domanda.

Il valore degli interventi deve avere un importo complessivo che va da un minimo di 7.000 a un massimo di 25.000 euro, e deve basarsi su una o più soluzioni che rientrano nei seguenti ambiti del mondo ICT:

  • digital marketing;
  • siti di e-commerce;
  • realizzazione di un punto vendita digitale;
  • sistemi di prenotazione e pagamento via internet e/o mobile;
  • attrezzature ed applicazioni per la progettazione e la stampa 3D;
  • Internet delle cose, Internet of Things, ovvero sistemi e applicazioni in grado di comunicare e condividere dati e informazioni grazie a una rete di sensori intelligenti;
  • software o app di logistica digitale;
  • strumenti amministrazione digitale;
  • sistemi sicurezza digitale;
  • sistemi integrati.

Bando Digital Impresa Lazio: a quanto ammonta il contributo e le spese ammissibili

L’incentivo previsto dal bando Digital Impresa Lazio consiste in un contributo a fondo perduto fino a un massimo del 70% dell’importo complessivo del progetto ammesso.

Come si legge nell’avviso pubblico, per determinare il suo valore sarà necessario rispettare i seguenti parametri:

  • il massimale per singola Impresa Unica previsto dal De Minimis;
  • il divieto di cumulo con altri Aiuti concessi sulle stesse spese ai sensi del Reg. (UE) 651/2014 oltre i limiti ivi stabiliti;
  • le eventuali previsioni dalla normativa specifica riguardante l’Aiuto o il finanziamento pubblico cumulato.

Nel piano di realizzazione delle attività, possono rientrare le seguenti voci di spesa:

  • costi di progetto da rendicontare, ovvero:
    • acquisti di beni strumentali materiali e immateriali e altri costi accessori necessari all’implementazione dell’investimento (macchinari, attrezzature, hardware, software, licenze, altro, e servizi di implementazione del Progetto);
    • canoni iniziali di nuovi servizi erogati in modalità “Software as a Service”.
  • Costi del personale a forfait, per un valore del 10%;
  • Costi indiretti a forfait, per un valore del 5%.

Bando Digital Impresa Lazio: a quanto ammonta il contributo e le spese ammissibili

PMI e liberi professionisti che hanno le carte in regola per accedere agli incentivi devono presentare domanda utilizzando il formulario sul portale GeCoWEB, disponibile sul sito www.lazioinnova.it.

L’accesso alla piattaforma è possibile fino alle ore 12.00 del 2 ottobre 2019, termine ultimo per la partecipazione al bando Digital Impresa Lazio.

Di particolare rilievo tra i dati da indicare, la percentuale di contributo richiesto.

Una volta compilato il formulario, per inoltrare la richiesta di accesso ai contributi è necessario procedere nel modo che segue:

  • scaricare il file generato dal sistema GeCoWEB con la Domanda e il Formulario stesso;
  • sottoscriverlo con firma digitale del legale rappresentante
  • inviarlo via PEC all’indirizzo [email protected], insieme con le altre eventuali dichiarazioni, sottoscritte con Firma Digitale. La PEC può essere inviata fino alle ore 18:00 del 2 ottobre 2019.

Tutti i dettagli e la modulistica nel bando in versione integrale.

Regione Lazio - Digital Impresa Lazio
Scarica il bando Digital Impresa Lazio, contributi per il sostegno dei processi di digitalizzazione delle imprese del Lazio.

Questo sito contribuisce all'audience di Evolution ADV Network Logo Evolution adv