Bando Conciliamo, la Presidenza del Consiglio incentiva il welfare aziendale

Rosy D’Elia - Incentivi alle imprese

Bando Conciliamo, il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri incentiva le aziende con più di 50 dipendenti che mettono in atto progetti di welfare. Finanziamenti da 500.000 a 1.500.000 euro. Le istruzioni per presentare domanda di accesso ai fondi entro la scadenza del 15 ottobre 2019.

Bando Conciliamo, la Presidenza del Consiglio incentiva il welfare aziendale

Bando Conciliamo, il Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio incentiva le aziende con più di 50 dipendenti che mettono in atto progetti di welfare. C’è tempo fino al 15 ottobre per presentare domanda di accesso ai finanziamenti fino a un massimo di 1.500.000 euro, 74 miliardi sono le risorse disponibili.

Dalla crescita della natalità alle pari opportunità, passando per la tutela della salute, le imprese e le cooperative sono chiamate a mettere in atto buone pratiche per rispondere a una serie di sfide sociali.

Come si legge nel testo dell’avviso pubblico, l’iniziativa si pone obiettivi ambiziosi: “risolvere problemi e priorità comuni” e “impattare positivamente sulla qualità della vita dei lavoratori e delle lavoratrici e quindi sulla produttività delle imprese”.

Bando Conciliamo, la Presidenza del Consiglio incentiva il welfare aziendale con finanziamenti fino a 1.500.000,00 euro

Il titolo del bando, infatti, è una esortazione a conciliare vita privata e lavoro, missione possibile, se le aziende adottano adeguate strategie di welfare.

Imprese e società cooperative, con almeno 50 lavoratori e lavoratrici dipendenti a tempo indeterminato nelle sedi legali presenti sul territorio nazionale, che hanno intenzione di mettere in atto progetti che per il benessere dei lavoratori possono richiedere di accedere agli incentivi messi a disposizione dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio con il bando Conciliamo.

Il valore dei finanziamenti concessi va da un minimo di 500.000 euro a un massimo di 1.500.000 euro, ma le aziende devono cofinanziare almeno il 20% del costo totale degli interventi.

Anche i consorzi e i gruppi di impresa possono presentare domanda per ottenere i finanziamenti previsti dal’avviso pubblico. A patto che il capofila dei consorzi e dei gruppi di imprese abbia almeno 50 dipendenti a tempo indeterminato.

Bando Conciliamo, requisiti delle aziende e caratteristiche dei progetti di welfare

Tutti i soggetti che hanno intenzione di presentare domanda, sia singolarmente che in gruppo, devono rispondere ai seguenti requisiti:

  • aver restituito o depositato in un conto vincolato le agevolazioni pubbliche godute per le quali è stata eventualmente disposta la restituzione da parte di autorità nazionali e/o regionali e/o comunitarie;
  • non aver subito sanzioni definitivamente accertate che comportino l’esclusione da agevolazioni, finanziamenti e contributi;
  • contribuire ai costi del progetto con un cofinanziamento con risorse finanziarie pari ad almeno il 20% del totale dell’importo richiesto ovvero con risorse umane, beni e servizi messi a disposizione dai soggetti proponenti quantificabili nella stessa percentuale;
  • essere iscritti al registro delle imprese presso la Camera di commercio e negli elenchi, albi, anagrafi previsti dalla rispettiva normativa di riferimento;
  • avere la sede legale principale o secondaria sul territorio nazionale;
  • non essere sottoposti a procedure di liquidazione, compresa la liquidazione volontaria, fallimento, concordato preventivo, amministrazione controllata, o non avere in corso un procedimento propedeutico alla dichiarazione di una delle situazioni appena menzionate;
  • non essere stati assoggettati alla sanzione interdittiva o ad altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica amministrazione;
  • non aver subìto condanna, con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 c.p.p., per i reati richiamati dall’articolo 80, commi 1, 2, 4 e 5, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, nonché violazioni delle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali;
  • non avere in corso procedimenti penali per gli stessi reati appena citati;
  • non avere a proprio carico procedimenti pendenti per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’articolo 6 del decreto legislativo 6 settembre 2011, n. 159, o di una misura che determini una delle cause ostative previste dall’articolo 67 dello stesso decreto legislativo;
  • non aver reso false dichiarazioni nei rapporti con la Pubblica amministrazione.

I progetti che possono beneficiare dei finanziamenti del bando Conciliamo devono avere una ricaduta sull’ambiente di lavoro e sull’organizzazione che le mette in atto, concentrandosi su una delle sfide sociali indicate nell’avviso pubblico:

  • crescita della natalità;
  • riequilibrio tra i carichi di cura tra uomini e donne;
  • incremento dell’occupazione femminile;
  • contrasto dell’abbandono degli anziani;
  • supporto della famiglia in presenza di componenti disabili;
  • tutela della salute.

Bando Conciliamo: come presentare domanda per i finanziamenti

Per presentare domanda di accesso agli incentivi, è necessario inviare via PEC il modulo di domanda e gli allegati entro le ore 12.00 del 15 ottobre 2019, data di scadenza per la partecipazione.

La documentazione può essere inviata solo da un indirizzo di posta certificata e deve essere indirizzata a [email protected], indicando nell’oggetto il codice “AC2019” e la denominazione del soggetto proponente o del capofila, in caso dei gruppi di aziende.

Il messaggio PEC deve avere le seguenti caratteristiche:

  • non può superare i 50 Mbyte;
  • tutti gli allegati devono essere in formato PDF;
  • tutti i documenti devono essere firmati digitalmente dal legale rappresentante dell’azienda o del soggetto capofila, o da un delegato.

Tutti i dettagli sulle modalità di partecipazione e di presentazione della domanda nel testo integrale del bando Conciliamo.

PDF - 24.5 Mb
Presidenza del Consiglio dei Ministri - Avviso pubblico Conciliamo
Scarica il testo del bando Conciliamo del Dipartimento per le Politiche della Famiglia - Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Questo sito contribuisce all'audience di Logo money.it