Autoliquidazione INAIL 2023: scadenza il 16 febbraio, le istruzioni per datori di lavoro

Francesco Rodorigo - Leggi e prassi

L'INAIL fornisce le istruzioni operative per l'autoliquidazione 2023 nella circolare del 29 dicembre 2022. La scadenza per il pagamento dei premi dell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali è fissata al 16 febbraio. La dichiarazione delle retribuzioni effettivamente corrisposte nel 2022 va inviata entro il 28 febbraio

Autoliquidazione INAIL 2023: scadenza il 16 febbraio, le istruzioni per datori di lavoro

L’INAIL tramite la circolare dello scorso 29 dicembre fornisce le istruzioni operative per i datori di lavoro in relazione all’autoliquidazione 2022/2023.

La scadenza per il pagamento dei premi dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali è fissata al 16 febbraio 2023.

Entro questo termine i datori di lavoro dovranno procedere alla liquidazione del premio in un’unica soluzione, oppure versare la prima quota, in caso di pagamento a rate.

Autoliquidazione INAIL 2023: scadenza il 16 febbraio, le istruzioni per datori di lavoro

Come ogni anno le istruzioni operative per l’autoliquidazione dei premi INAIL sono fornite dall’Istituto tramite un’apposito documento.

Per l’autoliquidazione 2023 le indicazioni sono arrivate con la circolare dello scorso 29 dicembre, in cui sono specificate anche le scadenze relative al premio dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

L’adempimento riguarda i datori di lavoro, i quali devono procedere con il pagamento entro la scadenza del 16 febbraio 2023.

I soggetti interessati possono scegliere di versare quanto dovuto in un’unica soluzione oppure in quattro rate trimestrali dello stesso importo, In quest’ultimo caso la prima va pagata entro lo stesso termine indicato. Sulle successive saranno applicati gli interessi calcolati applicando il tasso medio di interesse dei titoli di Stato per il 2022, determinato dal Ministero dell’Economia (MEF).

I contributi associativi, invece, devono essere versati in unica soluzione, sempre entro il 16 febbraio 2023. Le aziende, inoltre, dovranno presentare, entro la scadenza del 28 febbraio 2023, le dichiarazioni sulle retribuzioni effettivamente corrisposte nel 2022.

Le varie scadenze sono riassunte nella tabella di seguito.

Scadenza Pagamento
16 febbraio 2023 autoliquidazione premio in soluzione unica
16 febbraio 2023 contributi associativi
16 febbraio 2023 prima rata autoliquidazione
28 febbraio 2023 dichiarazioni delle retribuzioni effettivamente corrisposte nel 2022
16 maggio 2023 seconda rata autoliquidazione
16 agosto 2023 terza rata autoliquidazione
16 novembre 2023 quarta rata autoliquidazione

I datori di lavoro, titolari di una posizione assicurativa territoriale (PAT), devono presentare la documentazione utilizzando due servizi telematici:

  • AL.P.I online”, con il quale si calcola l’ammontare del premio dovuto;
  • Invio telematico Dichiarazione Salari”.

A partire dall’autoliquidazione 2022/2023 la trasmissione dei dati retributivi è stata implementata con un nuovo tracciato in formato JSON.

Nel modello F24 sarà necessario inserire l’apposito numero di riferimento del premio di autoliquidazione, che per quest’anno è 902023.

Le comunicazioni delle basi di calcolo per l’autoliquidazione 2023, che includono il prospetto dei dati e le relative spiegazioni, sono disponibili nel Fascicolo aziende. I datori di lavoro che presumono di erogare nel 2023 retribuzioni per un importo più basso a quello corrisposto nel 2022 devono inviare all’INAIL la comunicazione motivata di riduzione delle retribuzioni presunte entro il 16 febbraio 2023.

Dovranno utilizzare il servizioRiduzione Presunto”, indicando le minori retribuzioni che prevedono di erogare nel corso del 2023.

Autoliquidazione INAIL 2023: apertura dei servizi online e riduzioni del premio assicurativo

Nel documento fornito dall’INAIL sono riepilogate anche le date di apertura dei vari servizi utili per l’autoliquidazione 2023.

Questi saranno disponibili sul sito dell’Istituto, insieme ai vari manuali di istruzioni per l’utente. Le date sono riportate nella tabella riassuntiva.

Servizio online Data di apertura
Riduzione di presunto PAT 4 gennaio 2023
Riduzione di presunto PAN 3 gennaio 2023
Invio telematico dichiarazione salari e VSAL (PAT) 11 gennaio 2023
AL.P.I. online (PAT) 11 gennaio 2023
Invio retribuzioni e calcolo del premio (PAN) 12 gennaio 2023
Richiesta certificato assicurazione equipaggio (PAN) 2 gennaio 2023

Come ogni anno per l’autoliquidazione INAIL è possibile applicare specifiche riduzioni contributive. Le agevolazioni che si applicano all’autoliquidazione sono le seguenti:

  • riduzione per la piccola pesca costiera e nelle acque interne e lagunari (PAT);
  • sgravi per pesca oltre gli stretti, pesca mediterranea e pesca costiera (PAN);
  • sgravio per il Registro Internazionale (PAN);
  • incentivi per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione di lavoratori in congedo (PAT);
  • riduzione per le imprese artigiane (PAT);
  • riduzione per Campione d’Italia (PAT);
  • riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi operanti in zone montane e svantaggiate (PAT);
  • riduzione per le cooperative agricole e i loro consorzi in proporzione al prodotto proveniente da zone montane o svantaggiate conferito dai soci (PAT);
  • incentivi per assunzioni legge n. 92/2012, art. 4, commi 8-11 (PAT).

In particolare, l’agevolazione prevista per il sostegno della maternità e paternità e per la sostituzione dei lavoratori in congedo viene applicata in favore delle aziende con meno di 20 dipendenti a tempo determinato o temporaneo, per sostituire i lavoratori che fruiscono del congedo di maternità e paternità.

Si tratta di una riduzione del 50 per cento dei premi dovuti ai dipendenti, che si applica fino al compimento del primo anno di età del figlio della lavoratrice o del lavoratore in congedo (oppure un anno dall’accoglienza in caso di adozione/affidamento).

La domanda di ammissione al beneficio si presenta indicando nella dichiarazione, alla sezione “Retribuzioni soggette a sconto”, il “Tipo” codice “7” e l’importo delle retribuzioni alle quali si applica la riduzione.

Per quanto riguarda gli incentivi all’assunzione, invece, la riduzione del 50 per cento dei premi a carico del datore di lavoro, per 12 mesi, spetta per le assunzioni con contratto di lavoro dipendente a tempo determinato di lavoratori con più di 50 anni e disoccupati da almeno un anno.

Le stesse riduzioni si applicano anche per le assunzioni di donne disoccupate o di aree svantaggiate. Tutti gli altri dettagli sono disponibili nel testo integrale della circolare INAIL.

INAIL - Istruzione operativa del 30 dicembre 2022
Autoliquidazione 2022/2023. Istruzioni operative.

Informazione Fiscale S.r.l. - P.I. / C.F.: 13886391005
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Velletri al n° 14/2018
Iscrizione ROC n. 31534/2018

Redazione e contatti | Informativa sulla Privacy

Preferenze privacy
Logo registrato

Questo sito contribuisce all'audience di Logo Evolution adv Network